I REALI INGLESI MEJO DEL VATICANO – L’“ECONOMIST” HA CALCOLATO CHE I WINDSOR PAGANO AL COMUNE DI LONDRA UNA TASSA IRRISORIA PER LA RESIDENZA DI BUCKINGHAM PALACE: APPENA 2.000 EURO L’ANNO, QUANTO UN TRILOCALE NELLA SPERDUTA PROVINCIA DEL REGNO UNITO – IL TRATTAMENTO DI FAVORE ALLA CASA DI RE CARLO III È DOVUTO ALL'INSERIMENTO DEL PALAZZO NELLA CATEGORIA DELLE PROPRIETÀ STORICHE…   

-

Condividi questo articolo


gente davanti buckingham palace gente davanti buckingham palace

(ANSA) - Suscita qualche polemica e molte perplessità sui media la rivelazione sulla tassazione comunale bassissima di cui continua a godere Buckingham Palace, maestosa residenza reale di rappresentanza di casa Windsor nel cuore di Londra, a paragone di milioni di banali abitazioni ordinarie del Regno Unito.

 

La reggia, stando ai calcoli dell'Economist, versa annualmente non più di 1828 sterline alla municipalità londinese di Westminster (poco più di 2000 euro), per la cosiddetta Council Tax: balzello che pende sua ciascuna casa del Regno, a carico di proprietari o inquilini. Una somma ridicola, secondo molti, pari a quella di un qualunque appartamento di 3 stanze a Blackpool, grigia città costiera del profondo nord dell'Inghilterra. E più bassa di di quanto richiesto a quasi a quasi metà dei sudditi residenti in abitazioni qualunque (il 46% del totale).

 

royal family (senza harry) al balcone di buckingham palace 2 royal family (senza harry) al balcone di buckingham palace 2

Il trattamento riservato alla casa ufficiale di re Carlo III (dove peraltro il monarca non abita) è frutto dell'inserimento del palazzo nella categoria H - lontana dai costi imposti alle tantissime case londinesi di categoria A o B - per ragioni storiche o privilegi consolidati vecchi di decenni.

 

Non è dunque imputabile alla responsabilità del sovrano in carica, succeduto alla madre Elisabetta II meno di un anno e mezzo fa (e al momento convalescente per i postumi di un intervento chirurgico di routine alla prostata): sovrano a cui tuttavia qualcuno chiede conto ora dell'impegno verso uno snellimento delle strutture e dei costi di corte.

platinum party a buckingham palace 4 platinum party a buckingham palace 4 platinum party a buckingham palace platinum party a buckingham palace la regin e il principe carlo la regin e il principe carlo arcobaleno sopra buckingham palace arcobaleno sopra buckingham palace

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…