L’ITALIA DI GIORGIA MELONI È IL SORVEGLIATO SPECIALE DELL’UE – LA COMMISSIONE EUROPEA MANDA L’ENNESIMO “PIZZINO” E RACCOMANDA AL GOVERNO “DI GARANTIRE UNA GOVERNANCE EFFICACE PER CONSENTIRE L’ATTUAZIONE DEL PNRR” – ROMA NON SODDISFA I CRITERI DI DEFICIT E DEBITO, INSIEME AD ALTRI 12 PAESI – IL SOSTANZIALE NO ALLA FLAT TAX E L’INVITO A LIMITARE LA CRESCITA DELLA SPESA ALL’1,3% NEL 2024

-

Condividi questo articolo


GIORGIA MELONI GIORGIA MELONI

UE, ITALIA GARANTISCA GOVERNANCE EFFICACE PER ATTUARE PNRR

(ANSA) - La Commissione Ue raccomanda all'Italia di "garantire una governance efficace e rafforzare la capacità amministrativa, in particolare a livello subnazionale, per consentire un'attuazione continua, rapida e costante del Piano per la ripresa e la resilienza". Al Paese chiede quindi di "completare rapidamente il capitolo RePowerEe al fine di avviarne rapidamente l'attuazione" e di "procedere alla rapida attuazione dei programmi della politica di coesione". Lo afferma l'esecutivo europeo nel 'pacchetto di primavera'.

 

UE, ITALIA NON SODDISFA I CRITERI DI DEFICIT E DEBITO

URSULA VON DER LEYEN GIORGIA MELONI URSULA VON DER LEYEN GIORGIA MELONI

(ANSA) - Per la Commissione Ue il criterio del deficit non è soddisfatto dall'Italia e da altri 13 Paesi, tra i quali anche Germania e Francia. Il criterio del debito non è soddisfatto da Francia, Italia e Finlandia. Lo afferma l'esecutivo europeo nel pacchetto di primavera spiegando di ritenere che "il rispetto del parametro di riferimento per la riduzione del debito non sia giustificato nelle condizioni economiche prevalenti". La Commissione, annuncia, "proporrà al Consiglio di avviare procedure per disavanzo eccessivo nella primavera del 2024 sulla base dei dati di consuntivo per il 2023".

 

UE, ITALIA ATTUI RIFORMA FISCALE PRESERVANDO PROGRESSIVITÀ

giorgia meloni e raffaele fitto giorgia meloni e raffaele fitto

(ANSA) - La Commissione Ue chiede all'Italia di "ridurre ulteriormente le imposte sul lavoro e rendere più efficiente il sistema tributario adottando e attuando debitamente la legge delega sulla riforma fiscale, preservando la progressività del sistema tributario". Si tratta di un sostanziale no alla 'flat tax'. L'Italia, prosegue, dovrà "migliorare l'equità" del sistema fiscale, "in particolare razionalizzando e riducendo le agevolazioni fiscali, compresa l'Iva e le sovvenzioni dannose per l'ambiente", riducendo "la complessità del codice fiscale".

 

UE, ITALIA ALLINEI VALORI CATASTALI A QUELLI DI MERCATO

(ANSA) - La Commissione europea chiede all'Italia di "allineare i valori catastali con gli attuali valori di mercato". E' quanto emerge nelle raccomandazioni specifiche per Paese nel 'pacchetto di primavera'.

 

URSULA VON DER LEYEN E GIORGIA MELONI URSULA VON DER LEYEN E GIORGIA MELONI

UE, TERREMO CONTO DI COSTI ALLUVIONE IN PROSSIMI ESAMI

(ANSA) - "Alla luce delle devastanti alluvioni che hanno colpito l'Italia nel maggio 2023, il costo del sostegno di emergenza diretto relativo a tali alluvioni sarà preso in considerazione nelle prossime valutazioni di conformità e sarà in linea di principio considerato una misura una tantum e temporanea". Lo afferma la Commissione nelle raccomandazioni specifiche per l'Italia del pacchetto di primavera.

 

UE, ITALIA LIMITI CRESCITA SPESA IN 2024 ENTRO L'1,3%

(ANSA) - La Commissione Ue raccomanda all'Italia "una politica fiscale prudente, in particolare limitando l'aumento nominale della spesa primaria netta finanziata a livello nazionale nel 2024 a non più dell'1,3%". Lo afferma l'esecutivo europeo nelle raccomandazioni del 'pacchetto di primavera'. Nelle previsioni di primavera la Commissione ha previsto per il 2024 per l'Italia una spesa primaria netta finanziata a livello nazionale in crescita dello 0,8%.

GIORGIA MELONI E ursula von der leyen A ROMA 1 GIORGIA MELONI E ursula von der leyen A ROMA 1 URSULA VON DER LEYEN E GIORGIA MELONI URSULA VON DER LEYEN E GIORGIA MELONI GIORGIA MELONI URSULA VON DER LEYEN GIORGIA MELONI URSULA VON DER LEYEN

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - CHE SUCCEDE SE IL 10 GIUGNO, APERTE LE URNE, IL DIVARIO TRA M5S E PD RISULTASSE MOLTO FORTE, O ADDIRITTURA ELLY SCHLEIN RIUSCISSE A DOPPIARE LA PERCENTUALE DEI 5STELLE? - I SOGNI DI GLORIA DI CONTE "LEADER DELLA SINISTRA” FINIREBBERO NEL CESTINO DELLE AMBIZIONI SBAGLIATE MA SOPRATTUTTO COMINCEREBBE LA GUERRA CIVILE NEL MOVIMENTO - CONTE HA CONTRO LA NOMENKLATURA CHE È STATA TAGLIATA FUORI DALLA NORMA DEL DOPPIO MANDATO: FICO, FRACCARO, BONAFEDE, BUFFAGNI, TAVERNA, RAGGI, DI BATTISTA, TUTTI MIRACOLATI CHE SI ERANO ABITUATI ALLA CUCCAGNA PARLAMENTARE DEI 15 MILA EURO AL MESE - ALL’OSTILITÀ DEI REDUCI E COMBATTENTI DEL GRILLISMO CON AUTO BLU, AGGIUNGERE LA FRONDA DEI PENTASTELLATI CHE NON HANNO PER NULLA DIGERITO L’AUTORITARISMO DI CONTE QUANDO HA SCELTO I SUOI FEDELISSIMI DA PIAZZARE IN LISTA PER LE EUROPEE, SENZA PASSARE DALLE SELEZIONI ONLINE E FACENDOLI VOTARE DAGLI ATTIVISTI IN UN ELENCO BLOCCATO... 

"NELLA CHIESA C'È TROPPA ARIA DI FROCIAGGINE" - IERI DAGOSPIA HA SANTIFICATO LA SANTA DOMENICA CON UNO SCOOP SU BERGOGLIO COATTO CHE OGGI IMPAZZA SU TUTTI I SITI (A PARTE ''REPUBBLICA'') - PAPALE PAPALE: I VESCOVI DEVONO SEMPRE   "METTERE FUORI DAI SEMINARI TUTTE LE CHECCHE, ANCHE QUELLE SOLO SEMI ORIENTATE"  - LO RIFERISCONO PARECCHI VESCOVI ITALIANI INTERVENUTI ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CEI, DOVE PAPA FRANCESCO HA RIBADITO PUBBLICAMENTE, MA A PORTE CHIUSE, LA SUA NOTA CONTRARIETÀ AD AMMETTERE AL SACERDOZIO CANDIDATI CON TENDENZE OMO - BERGOGLIO NON È NUOVO A UN LINGUAGGIO SBOCCATO. DURANTE LA RECENTE VISITA A VERONA, HA RACCONTATO UNA STORIELLA… - VIDEO