VENDI E RICOMPRA: I BERLUSCONI NON HANNO PACE CON IL MATTONE – PIER SILVIO POTREBBE ACQUISTARE VILLA GRANDE, L'ULTIMO BUEN RETIRO ROMANO DEL CAV, APPENA MESSA SUL MERCATO DAGLI EREDI DI SILVIO – LA RESIDENZA DI 1.200 METRI QUADRI SULL'APPIA ANTICA È IN PORTAFOGLIO ALL’“IMMOBILIARE IDRA”, LA SOCIETÀ CONTROLLATA DAI 5 FIGLI DELL'EX PREMIER – E BARBARA BERLUSCONI HA MESSO GLI OCCHI SU VILLA BELVEDERE…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Mario Gerevini per il “Corriere della Sera”

 

villa grande a roma villa grande a roma

Pier Silvio Berlusconi potrebbe essere l’acquirente di Villa Grande a Roma sull’Appia Antica. Era stata acquistata dal padre Silvio per quasi 4 milioni nel 2001 e poi concessa in comodato d’uso gratuito fino al 2019 al regista e amico Franco Zeffirelli. La residenza, nota appunto anche come Villa Zeffirelli, dal 2020 è stata il buon retiro romano del Cavaliere dopo Palazzo Grazioli.

 

Oltre 1.200 metri quadri, altrettanti esterni, con dependance, parco e piscina, è uno degli immobili in portafoglio all’Immobiliare Idra, la società, controllata direttamente dai 5 figli eredi, che possiede le principali ville a partire da Arcore. Da tempo è nota la volontà condivisa dei fratelli di vendere buona parte del mattone di famiglia [...]

 

ELEONORA BARBARA LUIGI MARINA PIER SILVIO PAOLO BERLUSCONI AL FUNERALE DI SILVIO BERLUSCONI ELEONORA BARBARA LUIGI MARINA PIER SILVIO PAOLO BERLUSCONI AL FUNERALE DI SILVIO BERLUSCONI

L’indiscrezione sul proposito di Pier Silvio per Villa Zeffirelli si aggiunge alle voci che Barbara Berlusconi sia interessata, invece, a Villa Belvedere a Macherio, dove Miriam Bartolini (Veronica Lario) madre di Barbara, Eleonora e Luigi, ha vissuto a lungo prima del divorzio.

 

Intanto sembra avviata anche la compravendita di Villa Due Palme a Lampedusa che avrebbe come acquirente l’economista Gianni Profita, rettore della Saint Camillus international university of health and medical sciences (UniCamillus) di Roma.

 

franco zeffirelli a villa grande a roma franco zeffirelli a villa grande a roma

Se consideriamo Arcore fuori mercato per storia e legami familiari, il vero spartiacque sarà l’operazione Certosa. Una volta venduta la principesca proprietà di Porto Rotondo sarà tutto in discesa per i Berlusconi anche perché assorbe gran parte dei costi di cui si fa carico l’Immobiliare Idra.

 

[...] si parte, ma non c’è nulla di ufficiale, da 300 milioni. Improbabile che per la Sardegna a farsi avanti sia uno dei figli del Cavaliere.

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VILLA GRANDE 2 VILLA GRANDE 2 BERLUSCONI VILLA LAMPEDUSA BERLUSCONI VILLA LAMPEDUSA barbara pier silvio e marina berlusconi ai funerali di silvio berlusconi barbara pier silvio e marina berlusconi ai funerali di silvio berlusconi berlusconi villa certosa berlusconi villa certosa matteo salvini e giorgia meloni incontrano silvio berlusconi nella sua villa a roma 1 matteo salvini e giorgia meloni incontrano silvio berlusconi nella sua villa a roma 1 matteo salvini e giorgia meloni incontrano silvio berlusconi nella sua villa a roma 10 matteo salvini e giorgia meloni incontrano silvio berlusconi nella sua villa a roma 10 villa due palme 4 villa due palme 4 VILLA GRANDE VILLA GRANDE

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT: IL DELITTO PAGA SEMPRE (PURE IN VATICANO) - IL DUO BERGOGLIO-PAROLIN AVEVA DEPOSTO MONSIGNOR ALBERTO PERLASCA DA RESPONSABILE DELL'UFFICIO ECONOMICO DELLA SEGRETERIA DI STATO, ALL’INDOMANI DELLO SCANDALO DELLA COMPRAVENDITA DEL PALAZZO LONDINESE. ACQUA (SANTA) PASSATA: IL TESTIMONE CHIAVE DEL PROCESSO BECCIU, IN OTTIMI RAPPORTI CON FRANCESCA CHAOUQUI E GENOVEFFA CIFERRI, E’ STATO RINOMINATO PROMOTORE DI GIUSTIZIA AGGIUNTO AL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA, CHE FUNGE ANCHE DA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER TUTTA LA CHIESA - DOPO IL CARDINALE BECCIU, CHISSÀ A CHI TOCCHERÀ...

DAGOREPORT – SALUTAME A CINECITTÀ: LA HOLLYWOOD DE’ NOANTRI TRASLOCA IN SICILIA – SE IL TAORMINA FILM FEST CHIAMA MARCO MÜLLER, A SIRACUSA SI APRONO GLI “STATI GENERALI DEL CINEMA”. UNA VACANZA A 5 STELLE PER UNA MAREA DI ADDETTI AI LAVORI (DA BUTTAFUOCO A MONDA, DA MUCCINO A CASTELLITTO, CRONISTI COMPRESI), PAGATA DALLA REGIONE (SCHIFANI) ED ENIT (SANTANCHE'), E SENZA COINVOLGERE QUEI BURINI DI SANGIULIANO E BORGONZONI, CHE HA LA DELEGA IN MATERIA DI CINEMA - SE FOSSE COSTRETTA ALLE DIMISSIONI, LA PITONESSA FA CIAK?...