VIDEO-CAFONALINO - A ROMA È PASSATA LA MOSTRA DI GIOVANNI GASTEL, 26 STRAZIANTI FOTO SUL MALTRATTAMENTO MINORILE

All’auditorium della Conciliazione sono state esposte e messe in vendita le immagini di bambini col viso coperto scattate dal grande fotografo milanese: “Quei bimbi non vogliono pietà, ma guardano nel nostro cuore con dignità come a dire: tutto ciò che ho visto e subito non mi impedirà di amare” - I proventi sono andati alla casa famiglia Piccolo Principe…

Condividi questo articolo


Video di Veronica Del Soldà per Dagospia

Le foto di Gastel a Roma

Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

Zabaione cacao e biscottiniZabaione cacao e biscottini

Da www.arte.it

Dopo la tappa milanese, è passata all'Auditorium della Conciliazione di Roma, dal 23 al 24 novembre 2013, la mostra di Giovanni Gastel che raccoglie ventisei immagini di bambini, parte integrante del progetto ideato e curato dalla giovane fotografa Talitha Puri Negri con la collaborazione della Onlus Piccolo Principe, per sensibilizzare l'opinione pubblica sul delicato tema del maltrattamento e della violenza minorile.

L'iniziativa dal titolo Giovanni Gastel per il Piccolo Principe, che ha ricevuto il Patrocinio e il sostegno dell'Autorità Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza, presenta fotografie di bambini ritratti con il viso coperto, nel tentativo di nascondersi e allo stesso tempo di sottrarsi alla violenza subita per poter guardare con un volto nuovo la propria vita, trasformata e finalmente felice.

Vincenzo SpadaforaVincenzo Spadafora Ugo Brachetti Peretti e Rosy GrecoUgo Brachetti Peretti e Rosy Greco

"Bambini che vivono in quattro case-famiglia, con quattro educatori per ogni comunità, questo è il Piccolo Principe; una casa, un luogo protetto che rammenda il passato, costruisce un presente sereno e regala un futuro diverso - sottolinea Talitha Puri Negri nell'introduzione del catalogo; era necessario dare una voce a questi bambini e spero che le foto di Giovanni Gastel e le storie di vita dei bambini del Piccolo Principe, 28 dei 30.200 allontanati dalle famiglie, regalino uno sguardo su una verità che appartiene a ognuno di noi".

Talitha Puri Negri Luigi Di Majo e Melania PetrilloTalitha Puri Negri Luigi Di Majo e Melania Petrillo

Gastel racconta così il pensiero dietro a questi scatti: "Sul dolore estremo di queste vite chiuse si innesta il lavoro di educatori attenti e intelligenti che non cercano di far dimenticare il dolore ma di farlo sedimentare perché diventi linfa nuova. Senza pietismo ma con amore attento e, a volte, severo. Le ventotto splendide vite che per un momento ho avuto davanti all'obbiettivo non vogliono pietà, ma guardano nel nostro cuore con dignità come a dire: tutto ciò che ho visto e subito non mi impedirà di amare." Durante la sera dell'inaugurazione, le 26 fotografie sono state vendute e tutto il ricavato è stato devoluto alla Onlus Piccolo Principe.

Talitha Puri Negri Giovanni Gastel e Benjamin SkepperTalitha Puri Negri Giovanni Gastel e Benjamin Skepper

Nelle parole di Patrizia Corbo, Presidente della Onlus Piccolo Principe: "La sfida educativa che il Piccolo Principe, come ogni Comunità per bambini, raccoglie è quella di ricostruire sulle macerie, ricucire gli affetti sfilacciati e restituire i bambini al loro splendente futuro.La filosofia di intervento si riassume nella semplicità della Carta dei Diritti dell'Infanzia, che propugna diritti forti ed essenziali, quali il diritto all'istruzione, il diritto ad essere amati e curati, ad avere una casa, cose "piccole"che per i nostri bambini sono solo scritte nel libro dei sogni".

Paola UgoliniPaola Ugolini

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute