ADDIO A PAOLO PAOLONI, IL “MEGADIRETTORE GALATTICO” DELLA SAGA DI FANTOZZI - AVEVA 90 ANNI - ORIGINARIO DI ANCONA MA NATO IN SVIZZERA VENNE SCOPERTO DA LUCIANO SALCE, CON IL QUALE RECITÒ IN NUMEROSE PELLICOLE A PARTIRE DAL 1968 - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Da www.ilmessaggero.it

 

PAOLO PAOLONI PAOLO PAOLONI

Chi non lo ricorda con il suo sorriso beffardo, crudele con i dipendenti come pochi sapevano essere: «Fantocci... Bombacci... Fantozzi!». Lui che è passato alla storia cinematografica come il “Duca Conte Maria Rita Vittorio Balabam”, più semplicemente il “Megadirettore Galattico”, il personaggio immaginario della saga letteraria e cinematografica di Fantozzi.

 

PAOLO PAOLONI PAOLO PAOLONI

Paolo Paoloni è morto oggi all'età di 90 anni ma rimarrà per sempre nella storia della commedia italiana, proprio come il suo Fantozzi. Originario di Ancona ma nato in Svizzera venne scoperto da Luciano Salce, con il quale recitò in numerose pellicole a partire dal 1968. La popolarità la raggiunge interpretando  il Megadirettore Galattico, macchietta portata agli eccessi del capo di un'azienda, la Balabam. Talmente inarrivabile tanto era il suo potere in ditta, da essere quasi una figura mitologica.

PAOLO PAOLONI PAOLO PAOLONI

 

La sua carriera cinematografica non finisce però con Fantozzi. Ha interpretato in particolar modo commedie, ma ha anche partecipato a film dell'orrore come Cannibal Holocaust, La casa nel tempo e Fairytale. Molto attivo anche in televisione, ha fatto parte del cast della serie Nebbia in Val Padana, del 2000, in cui interpretava il maggiordomo della villa di Cochi & Renato. In tempi recenti lo si era visto anche in Don Matteo, un episodio nel 2006 ed uno nel 2011. Ha lavorato molto in teatro, dove, oltre che interprete, è anche un apprezzato regista.

PAOLO PAOLONI PAOLO PAOLONI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

TOH, GUALTIERI E FRANCESCHINI FINALMENTE HANNO CAPITO CHE IL CONTE CASALINO, DOPO AVER INFINOCCHIATO QUELLO SPROVVEDUTO DI DI MAIO, RESPONSABILE DI AVERLO PORTATO A PALAZZO CHIGI ALL’EPOCA DI SALVINI, HA PRESO PER IL CULO ANCHE IL PD, INCIUCIANDO CON L’INETTO ZINGARETTI – MA, AL DI LÀ DEL MES (I 5STELLE ALLA FINE DIRANNO DI SÌ) I NODI RISCHIANO DI VENIRE PRESTO AL PETTINE PER IL CONTE DELLA VASELINA: COME AFFRONTARE AD ESEMPIO IL DRAMMA DELLA CASSA INTEGRAZIONE, CHE SCADE A SETTEMBRE? I SOLDI SONO FINITI E UNA MONTAGNA DI DISOCCUPATI CHE RISCHIA DI TRAVOLGERE TUTTO E TUTTI

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELL'ITALIA MORENTE – DOPO AVER PERSO IL BIGLIETTO DELLA LOTTERIA PER MANIFESTA ARROGANZA, NON AVENDO PIU' UNA CAZZO DI QUERELA DA FARE, RENZI SCRIVE (SI FA PER DIRE) UN LIBRO DI FOSFORESCENTE INUTILITA' E LO PRESENTA PURE ALLA GALLERIA BORGHESE – TRA UN TRULLALERO E UN TRALLALA', TRA LA BOSCHI CAMUFFATA DA PRATO E NOBILI CON LA MASCHERINA DELLA ROMA, IL SENATORE SEMPLICIOTTO DI RIGNANO HA SPARATO UN PAIO DI CAZZATE: “QUELLA DI DAVIGO È UNA BESTIALITÀ GIURIDICA. AUTOSTRADE? SI È FATTO PRIMA A FARE IL PONTE CHE A FARE LA REVOCA. SI VOTA NEL 2023, ALLORA MEGLIO METTERE MANO ALLE REGOLE” (INSOMMA, PER RIMANDARLO A GIOCARE A FLIPPER, TOCCA ASPETTARE TRE ANNI. 'NA TRAGEDIA) – VIDEO

viaggi

salute