IL CASO DAGOSPIA - SALVATORE PATRIARCA DEDICA IL SUO NUOVO LIBRO, ‘’POPGIORNALISMO”, AL FENOMENO GIORNALISTICO RAPPRESENTATO DAL SITO DI DAGO – ‘’AL CENTRO DI QUESTA RECENTE DECLINAZIONE INFORMATIVA NON C’È PIÙ LA NOTIZIA MA LA POST-NOTIZIA, LA NECESSITÀ CIOÈ DI LAVORARE SULLE CONNESSIONI E SUGLI EFFETTI CHE OGNI NUOVO FATTO, EVENTO O DATO DETERMINA. DA QUI NE CONSEGUONO I TRE TRATTI ESSENZIALI….”

-

Condividi questo articolo

Popgiornalismo - Salvatore Patriarca Popgiornalismo - Salvatore Patriarca

Con le continue trasformazioni dell’era digitale, diventa sempre più urgente mettere a punto dinamiche comunicative che sappiano muoversi con la stessa velocità con la quale viaggia la trasmissione dei dati e che, soprattutto, riescano a sviluppare capacità connettive in grado di ricomprendere un numero sempre maggiore di dati-fatti-informazioni.

 

Partendo dal fenomeno giornalistico rappresentato da Dagospia – il sito di Roberto D’Agostino che ha saputo cogliere, sin dagli albori, le possibilità offerte dal mezzo digitale – il libro analizza i caratteri di una nuova forma giornalistica, il popgiornalismo. Al centro di questa recente declinazione informativa non c’è più la notizia ma la post-notizia, la necessità cioè di lavorare sulle connessioni e sugli effetti che ogni nuovo fatto, evento o dato determina.

Salvatore Patriarca Salvatore Patriarca

 

Da qui ne conseguono i tre tratti essenziali dell’approccio popgiornalistico: la “leggerezza” pesante dell’informazione, la conoscenza del quotidiano come opera aperta e la libera responsabilità del lettore.

 

Salvatore Patriarca

Giornalista, filosofo, è responsabile editoriale del portale «Salute 24 – Il Sole 24 Ore». Traduttore dal tedesco e dal francese, nel 2012 ha pubblicato Il mistero di Maria. La filosofia, la De Filippi e la televisione e Adesso Renzi. I pensieri del rottamatore; nel 2013 The Walking Dead o il male dentro e La filosofia del gatto e, nel 2018, Il digitale quotidiano. Così si trasforma l’essere umano.

dago con la redazione e gli studenti all'ingresso della dining hall dell'oriel college di oxford dago con la redazione e gli studenti all'ingresso della dining hall dell'oriel college di oxford dago a cena nella dining hall dell'oriel college di oxford dago a cena nella dining hall dell'oriel college di oxford l'intervento di dago al new college di oxford 4 l'intervento di dago al new college di oxford 4 dago con la redazione (giorgio rutelli francesco persili federica macagnone riccardo panzetta alessandro berrettoni) dago con la redazione (giorgio rutelli francesco persili federica macagnone riccardo panzetta alessandro berrettoni)

 

Condividi questo articolo

media e tv

LA BOMBA TRASH DI DANDOLO SUI “FAVOLOSI": SCAZZO FUORI DAGLI STUDI MEDIASET DI COLOGNO MONZESE. I PROTAGONISTI? IL SOLITO FAVOLOSO E UN PRESUNTO AMANTE DI ELENA MORALI REDUCE DA 3 GIORNI DI ROVENTE PASSIONE CON LO 'SCOMPARSO' DE NOANTRI' - INTANTO NINA MORIC, EX DI FAVOLOSO, RAFFORZA IL SUO RAPPORTO DI "AMICIZIA" CON EZIO DENTI, CRIMINOLOGO DELLA MACCHINA DELLA VERITA'. A GODERE, COME ANTICIPATO DA ‘OGGI’, E' LOREDANA, LA BOMBASTICA MADRE DI LUIGI MARIO PER LA QUALE SI APRIRANNO LE PORTE DEL 'GF NIP'

politica

DALLA RUSSIA CON AMORE (PER IL VECCHIO TRUMPONE) – L’INTELLIGENCE AMERICANA AVVERTE IL CONGRESSO: “PUTIN STA AIUTANDO TRUMP A ESSERE RIELETTO A NOVEMBRE” - IL PRESIDENTE USA CACCIA IL DIRETTORE DELLA NATIONAL INTELLIGENCE MAGUIRE, CHE ORA SARA’SOSTITUITO DA RICHARD GRENELL, AMBASCIATORE USA A BERLINO, CONSERVATORE TRUMPIANO TRUMP VUOLE EVITARE CHE I DEMOCRATICI USINO LE INFORMAZIONI DEI SERVIZI PER RILANCIARE L’ACCUSA DI UN RAPPORTO PRIVILEGIATO TRA STUDIO OVALE E CREMLINO

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

QUESTA È UNA BRUTTA NOTIZIA: SALGONO A 14 I CASI IN LOMBARDIA, 5 SONO GRAVI, 2 ANZIANI POSITIVI AL TEST IN VENETO (UNO E' IN CONDIZIONI CRITICHE) - 50MILA IN ISOLAMENTO NEL LODIGIANO - ECCO CHI SONO LE PERSONE CONTAGIATE - IL MEDICO DI BASE DEL CONTAGIATO DI CODOGNO HA LA POLMONITE. IL DOTTORE SAREBBE RICOVERATO A MILANO, DOPO AVERLO VISITATO NEI GIORNI SCORSI. E DOPO DI LUI, AVRÀ VISTO ALTRI PAZIENTI… - I GENITORI: ''NOSTRO FIGLIO È GRAVISSIMO, SIAMO DISTRUTTI. NOI NON ABBIAMO SINTOMI, MA NON POSSIAMO DIRE CHE STIAMO BENE'' - OMS: ''LA FINESTRA PER CONTENERE IL VIRUS SI RESTRINGE''