FACCIA DA ANGELA - OCCHI AZZURRISSIMI, CAPELLI SPETTINATI, SORRISO RASSICURANTE: TUTTE PAZZE SUI SOCIAL PER IL 19ENNE EDOARDO ANGELA, FIGLIO DI ALBERTO E NIPOTE DI PIERO - 'SAPIOSEXUAL' SCATENATE: “E’ PATRIMONIO UNESCO”, “ALBERTO ANGELA NON SOLO PARLA DI OPERE D’ARTE, LE CREA ANCHE” - PER LA CRONACA, EDOARDO HA ALTRI DUE FRATELLI...

-

Condividi questo articolo

Stefania Saltalamacchia per www.vanityfair.it

 

edoardo angela edoardo angela

E la Rete scoprì Edoardo Angela. Se papà Alberto, 56 anni, è il divulgatore scientifico più famoso d’Italia, idolo della tv (ovviamente sulla scia di nonno Piero, 89), il suo secondogenito non poteva passare inosservato. Così è bastato un primo piano del ragazzo (occhi azzurrissimi, capelli spettinati, sorriso rassicurante), rimbalzato da un account social all’altro, per trasformarlo – suo malgrado – nel «personaggio» più chiacchierato (e amato) delle ultime ore.

 

Classe 1999, studente, Edoardo, frutto di «geni geniali», al momento non sembra avere nessuna intenzione di mettersi in pari con gli altri «figli di».

 

Il suo profilo Instagram continua, infatti, a essere «privato», accessibile solo agli amici, e di foto con papà Alberto o nonno Piero nemmeno l’ombra. Il conduttore, del resto, non ha mai parlato né della moglie Monica, né del resto della famiglia.

 

edoardo angela edoardo angela

Agli utenti social, grandi appassionati degli Angela senior (e dei loro programmi), non resta che sbizzarrirsi su Twitter. C’è chi scrive «Alberto Angela non solo parla di opere d’arte, le crea anche», chi farebbe di tutto per accedere alla pagina privata del 19enne (ma su Facebook il profilo è da «personaggio pubblico»), e chi lo proclama all’unanimità «patrimonio Unesco», come gran parte dei luoghi che così bene sa raccontare il padre.

Il suo ultimo programma, Meraviglie d’Italia, ha superato i cinque milioni di telespettatori a puntata, un vero record. 

 

ALBERTO ANGELA ALBERTO ANGELA

A lui, infatti, si deve il merito di aver reso la cultura «pop». Grazie all’abilità nel raccontare i sassi di Matera come i canali di Venezia, e grazie anche ai suoi riccioli. Così mentre il pubblico televisivo aspetta con ansia il ritorno in tv di Alberto (dal 22 settembre con Stanotte a… Pompei e poi con le nuove puntate. di Ulisse), il popolo (soprattutto femminile) dei social ha già tirato le sue conclusioni: i membri della «dinastia degli Angela» sono uno più affascinante dell’altro.

Per la cronaca, Edoardo ha altri due fratelli: Alessandro e Riccardo.

 

alberto edoardo angela alberto edoardo angela piero angela piero angela ALBERTO ANGELA ALBERTO ANGELA PIERO ANGELA PIERO ANGELA PIERO ANGELA PIERO ANGELA alberto angela alberto angela alberto angela (2) alberto angela (2) alberto angela alberto angela beyonce' e alberto angela, ironia social 6 beyonce' e alberto angela, ironia social 6 ALBERTO ANGELA ALBERTO ANGELA PIERO ANGELA PIERO ANGELA COPERTINA DEL LIBRO DI PIERO ANGELA COPERTINA DEL LIBRO DI PIERO ANGELA PIERO ANGELA PIERO ANGELA PIERO ANGELA PIERO ANGELA edoardo angela edoardo angela

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

TOH, GUALTIERI E FRANCESCHINI FINALMENTE HANNO CAPITO CHE IL CONTE CASALINO, DOPO AVER INFINOCCHIATO QUELLO SPROVVEDUTO DI DI MAIO, RESPONSABILE DI AVERLO PORTATO A PALAZZO CHIGI ALL’EPOCA DI SALVINI, HA PRESO PER IL CULO ANCHE IL PD, INCIUCIANDO CON L’INETTO ZINGARETTI – MA, AL DI LÀ DEL MES (I 5STELLE ALLA FINE DIRANNO DI SÌ) I NODI RISCHIANO DI VENIRE PRESTO AL PETTINE PER IL CONTE DELLA VASELINA: COME AFFRONTARE AD ESEMPIO IL DRAMMA DELLA CASSA INTEGRAZIONE, CHE SCADE A SETTEMBRE? I SOLDI SONO FINITI E UNA MONTAGNA DI DISOCCUPATI CHE RISCHIA DI TRAVOLGERE TUTTO E TUTTI

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELL'ITALIA MORENTE – DOPO AVER PERSO IL BIGLIETTO DELLA LOTTERIA PER MANIFESTA ARROGANZA, NON AVENDO PIU' UNA CAZZO DI QUERELA DA FARE, RENZI SCRIVE (SI FA PER DIRE) UN LIBRO DI FOSFORESCENTE INUTILITA' E LO PRESENTA PURE ALLA GALLERIA BORGHESE – TRA UN TRULLALERO E UN TRALLALA', TRA LA BOSCHI CAMUFFATA DA PRATO E NOBILI CON LA MASCHERINA DELLA ROMA, IL SENATORE SEMPLICIOTTO DI RIGNANO HA SPARATO UN PAIO DI CAZZATE: “QUELLA DI DAVIGO È UNA BESTIALITÀ GIURIDICA. AUTOSTRADE? SI È FATTO PRIMA A FARE IL PONTE CHE A FARE LA REVOCA. SI VOTA NEL 2023, ALLORA MEGLIO METTERE MANO ALLE REGOLE” (INSOMMA, PER RIMANDARLO A GIOCARE A FLIPPER, TOCCA ASPETTARE TRE ANNI. 'NA TRAGEDIA) – VIDEO

viaggi

salute