“IL CASO PRATI? ABBIAMO PORTATO ALLA LUCE DEI FENOMENI PERICOLOSI” - PIER SILVIO BERLUSCONI IN LODE DI BARBARA D’URSO (E DI DAGOSPIA): “I NOSTRI PROGRAMMI HANNO PRESO QUALCOSA CHE NASCE ALTROVE E HANNO PORTATO ALLA CONOSCENZA DI TUTTI I RISCHI CHE SI POSSONO CORRERE SE SI VIVE NELLA BOLLA DEI SOCIAL. È UNA STORIA DI OGGI, È UNA FOTOGRAFIA DEI TEMPI...”

-

Condividi questo articolo

PAMELA PRATI E BARBARA D URSO PAMELA PRATI E BARBARA D URSO

Da www.liberoquotidiano.it

 

"Fenomeni pericolosi". Il caso Mark Caltagirone ha conquistato la tv italiana soprattutto per merito di Barbara D'Urso, che a Domenica Live, Pomeriggio 5 e Live - Non è la D'Urso ha ospitato le protagoniste Pamela Prati, Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, ricevendo talvolta clamorosi rifiuti come nel caso della Prati.

 

pier silvio berlusconi ai palinsesti mediaset 2018 pier silvio berlusconi ai palinsesti mediaset 2018

Gossip e cronaca si intrecciano, al limite del trash. Ma Pier Silvio Berlusconi, nella conferenza stampa di presentazione dei prossimi palinsesti Mediaset, non si nasconde e difende la D'Urso: "I nostri programmi hanno preso qualcosa che nasce altrove – riporta Tvblog.it – e hanno portato alla luce e alla conoscenza di tutti i rischi che si possono correre se si vive nella bolla dei social. Se gli argomenti non interessano si può cambiare canale". "Non penso che sia stato sorpassato il limite del cosa è giusto o sbagliato a livello editoriale. Questa è una storia di oggi, è una fotografia dei tempi. Ne hanno parlato tutti. Vediamo il lato positivo: abbiamo portato alla luce dei fenomeni pericolosi”.

barbara d urso furiosa con pamela prati barbara d urso furiosa con pamela prati

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

LA LETTERA DI MELANIA RIZZOLI AI MALATI DI TUMORE AL CERVELLO: “NON FATEVI IMPRESSIONARE DALLA MORTE DI NADIA TOFFA, PERCHÉ LEI HA AVUTO UNO DI QUEI TIPI PER I QUALI NON CI SONO CURE CERTE E PER I QUALI LA SCIENZA E LA RICERCA STANNO LAVORANDO MOLTO. I SEGNI E I SINTOMI DELLA PRESENZA DI LESIONI OCCUPANTI SPAZIO NEL CRANIO SONO SIMILI, E RICONOSCERLI ALLO STADIO INIZIALE PUÒ MIGLIORARE LA PROBABILITÀ DI GUARIGIONE E DI SOPRAVVIVENZA, E QUANDO SI PRESENTA UNO DI QUESTI SINTOMI..."