MA COME TI VESTI? SANREMO EDITION – CHIARA FERRAGNI SCANSATE PROPRIO! MENTRE L’INFLUENCER È IMPEGNATA A RIPROPORRE GLI STESSI MESSAGGI TRITI E RITRITI, CI PENSA UNA BOMBASTICA LUISA RANIERI A RUBARLE LA SCENA: SPACCO VERTIGINOSO PER MOSTRARE LE COSCE, SCOLLATURA GENEROSA ED EFFETTO TRASPARENZE. IL RISULTATO È DA STURBO. ELODIE TRA PIZZO, VELLUTO E CHIAPPE IN BELLA MOSTRA ACCENDE I TELEMORENTI. INCUBO ANNA OXA: PRENDE LA SCOSSA E SALE SUL PALCO. GIORGIA, LOOK DA SUPERMERCATO. LEVANTE IN BABY DOLL E… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Marco Zonetti per Dagospia

 

chiara ferragni in schiaparelli copia 3 chiara ferragni in schiaparelli copia 3

Quinta e ultima serata del Festival di Sanremo 2023 e nuova parata di look sul palco dell'Ariston. Partiamo come di consueto dai conduttori: Amadeus non si schioda dalle solite giacche glitterate o tempestate di cristalli stile Castello delle Cerimonie firmate Gai Mattiolo, creando in ultima analisi - nel bene e nel male - uno "stile" a sé, mentre Gianni Morandi è come sempre impeccabile nei suoi completi Giorgio Armani.

 

Ad affiancarli per la finale è tornata Chiara Ferragni sfoggiando ben quattro mise griffate Schiaparelli Haute Couture. La prima composta da un'armatura dorata che riproduceva le forme del seno e che si stagliava su una sottoveste azzurra. Se qualcuno vi ha visto un messaggio dedicato alla "sacralità della maternità", non sono stati pochi a scorgere invece in quell'accostamento oro-azzurro i colori della bandiera ucraina,  guarda caso nella "serata Zelensky".

 

anna oxa anna oxa

Accostamento di colori replicato poi dalla conduttrice anche alla sua seconda apparizione, questa volta in abito lungo azzurro senza maniche e fregiato, in oro, dall'immagine stilizzata di un corpo femminile che strizzava l'occhio all'artista Yves Klein. Per il terzo ingresso in scena, la bionda imprenditrice ha scelto invece un long dress nero scollatissimo, impreziosito da una collana con maxi ciondolo dorato che riproduceva un utero femminile. In realtà un trompe-l'oeil: nel disegno del ciondolo si potevano infatti scorgere anche due occhi – logo del marchio Ferragni… – e, di nuovo, un corpo femminile stilizzato. La quarta e ultima mise, la meno donante, ha visto Chiara strizzarsi la vita in un corsetto bianco con perline e fasciarsi in un paio di pantaloni neri dal taglio maschile sotto una giacca "crop" sempre nera.

 

chiara ferragni in schiaparelli copia 2 chiara ferragni in schiaparelli copia 2

La prima cantante a esibirsi è stata Elodie e la sua apparizione sulla scala dell'Ariston ha lasciato tutti di stucco . (S)vestita Atelier Versace, ha infatti mandato in visibilio uomini e donne nel suo abito "double" con spalle asimmetriche, in un sensuale connubio di trasparenze e nudità ad accarezzarle il corpo perfetto. Gli stivaloni e i gioielli Tiffany & Co. completavano la mise più sensazionale di quelle – tutte azzeccate – indossate dalla cantante romana in questa sua avventura sanremese, nonché una delle più sexy, ma con eleganza, della storia di Sanremo. Da sturbo.

mara sattei in giorgio armani prive e gioielli chopard mara sattei in giorgio armani prive e gioielli chopard

 

A fare da contraltare alle nudità di Elodie, ecco poi arrivare Mara Sattei in Giorgio Armani Privé, fasciata in un abito lungo a collo alto tempestato di cristalli dalle nuance viola, verdi, blu, nere a ricordare il manto di un animale mitologico. Mara Sattei è stata una delle più chic di questo Festival, ma in questo caso l'effetto non era uno dei migliori. Elegante, sì, ma "non ballava".

 

Per la finale, i cinque ragazzi dei Colla Zio lasciano in cameretta "Crocs" e denim colorati e si vestono a festa tutti in smoking nero, camicia compresa. L'allegria che portano sul palco dell'Ariston rimane immutata. Ci piacciono.

 

chiara ferragni in schiaparelli copia chiara ferragni in schiaparelli copia

Colapesce Dimartino rispediscono in Francia l'mpegnativa signora Bruni in Sarkozy e tornano da soli in scena, uno vestito di bianco e l'altro di nero, sfoggiando completi di Sartoria Tranchese. Le camicie sono di Galle Paris, le scarpe di Scarosso e i gioielli di Damiani. Sobri, impeccabili e fra i più eleganti di questa edizione del Festival.

 

Marco Mengoni teme che Ultimo gli rubi la vittoria in extremis e si gioca nuovamente la carta "testosterone" scoprendo bicipiti e tricipiti grazie al gilet smanicato in satin, portato sopra un paio di pantaloni sempre in satin. Un total black Atelier Versace su cui spiccavano i bottoni dorati cari alla maison. Le signore in platea e a casa, ma anche parecchi signori, hanno come sempre apprezzato.

 

levante in etro levante in etro

Ultimo insiste con Emporio Armani ma, per l'ultima serata, dimentica i toni scuri e opta per il total white. In sneakers, gilet smanicato a mostrare i tatuaggi, e pantaloni fascianti, il ragazzo ahilui "va in bianco" anche per quanto riguarda la classifica, arrivando solo quarto. 

 

Il giovane Lazza, classificatosi secondo, accantona per una volta i denim e i cristalli delle serate precedenti e si presenta con un look "milanista": completo rosso Missoni arricchito da guanti e cravatta in pelle neri. Sulla giacca appariva ricamata la parola JEFE, titolo di un suo brano. Sia chiaro, "eleganza" è tutt'altro, ma il ragazzo ha carisma e funziona. Non solo musicalmente

madame in off white madame in off white

 

Giorgia, dal canto suo, sembra aver affrontato questo Sanremo con svogliatezza. A parte la canzone non esattamente brillante, tanto da arrivare sesta, anche i look – tutti Dior – sono stati perlopiù deludenti a parte uno. Quello scelto ieri, ovvero il minidress informe sopra il ginocchio abbinato agli stivali stringati, paradossalmente indossato per la Finale, è stato il più deludente di tutti. Peccato: la voce più bella di tutte merita ben altro.

 

Ultimamente sembra non esistere Sanremo senza Achille Lauro, ospite ieri sera dal Suzuki Stage. Top in velluto dai guanti incorporati e pantaloni in lana, il cantante romano è una "visione" rossa fuoco nella mise realizzata per lui dallo stilista Christian Boaro.  Un po' diavolo, un po' "angelo caduto dal cielo" come cantava Nada, e sempre di grande impatto scenico.

paola&chiara in dolce&gabbana paola&chiara in dolce&gabbana

 

Tananai è stato uno degli uomini più eleganti dell'edizione 2023 di Sanremo, e anche nell'ultima serata si è mantenuto fedele alla linea. Smoking nero Gucci anni Settanta con il consueto fiore sul bavero, perfetto per un party dopo Oscar a Hollywood. E una statuetta se la merita anche lui per la classe. Piccolo particolare: in mano aveva due rose, una blu e una gialla, in omaggio all'Ucraina.

 

La discesa (dall'Olimpo) di Dave Gahan dei Depeche Mode sul palco dell'Ariston ha rappresentato lo spartiacque storico della serata. Dopo di lui il diluvio. Completo tre pezzi nero con ricami luccicanti, gilet indossato sul torace nudo, sexy, virile ma al tempo stesso etereo, con Personal Jesus ha catapultato l'Ariston in un'altra dimensione spazio-temporale. Eterno e senza età come solo i veri artisti e le icone di stile, quelle autentiche, sanno essere.

luisa ranieri in versace luisa ranieri in versace

 

Nelle sue varie esibizioni, Madame si è spogliata sempre un po' di più. Per la finale ha osato il tutto per tutto e si è presentata scalza, in lingerie e veste da camera, tutto Off-white bespoke. Non esattamente lo stesso effetto del bikini argentato che sfoggiò su quello stesso palco Sabrina Salerno nel 1991, ma il look di Madame è ancora una volta una piacevole sorpresa. Genio artistico e sregolatezza. E classe.

 

Leo Gassmann abbandona il look "Stanley Kovalski de Trastevere", scende dal tram chiamato desiderio e lascia in albergo la canotta, optando però per una sexy-mise firmata Alessandro Vigilante che gli lascia nuda la schiena. Come di consueto, bava alla bocca nelle attempate prime file dell'Ariston...

 

La giovanissima Ariete sceglie un completo sartoriale nero Marni tempestato da quelli che sembrano strass e che invece sono frammenti di dischi, in omaggio alla musica. Un look perfetto per ingannare gli autovelox sull'autostrada.

marco mengoni in versace e gioielli tiffany marco mengoni in versace e gioielli tiffany

 

Rosa Chemical, in Moschino, si esibisce in camicia di cotone bianca tagliata strategicamente sui capezzoli lasciandoli scoperti, indossata sopra una gonna a portafoglio in pelle nera. A completare la mise, cravatta, guanti e anfibi da combattimento. Come se non bastasse il suo abbigliamento fluido e multigender a sconvolgere le acque già politicamente tempestose nelle quali si agita Sanremo 2023, il malandrino corre in platea, mima un rapporto anale con Fedez e poi lo trascina sul palco baciandoselo con tanto di lingua. E fa perdere ai vertici Rai seduti in prima fila almeno dieci anni di vita…

 

Mr. Rain, fino a ieri sconosciuto ai più, si è fatto il suo bel Sanremo e si è classificato terzo battendo perfino Ultimo, uno dei favoriti. Per la Finale che l'ha consacrato sul podio, il biondissimo cantante ha scelto un elegante completo Total White GCDS, dimostrando ancora una volta ottimi gusti in fatto di moda.

 

elodie in versace e gioielli tiffany & co. elodie in versace e gioielli tiffany & co.

Paola & Chiara continuano nella loro opera di accecamento delle prime file dell'Ariston, con i loro abbacinanti completi Dolce & Gabbana tempestati di cristalli, onuste di gioielli Svarowski e glitterate finanche sul viso. Kitsch come poche, certo, ma la loro reunion "sfavillante" non è passata senz'altro inosservata. Scopo raggiunto.

 

Per la sua apparizione finale sul palco di Sanremo, Anna Oxa ha finalmente riposto in valigia i cenci sfilacciati da "gattara-clochard" e, calzando un paio di anfibi senza tacco, si è paludata in una tunica nera oversize lunga fino ai piedi, in contrasto con i capelli biondi platino. Un po' "sorella fatale" nel Macbeth, un po' regina guerriera di Game of Thrones, un po' gotica creatura della notte, ma anche un po' 'sciamannona de paese', alla fine ci prende sempre per incantamento e ultima analisi ci conquista. Per citare il titolo di un suo album: "Anna non si lascia".

 

giorgia im dior giorgia im dior

Anche nella sua ultima esibizione in questo Festival, Levante si è confermata una delle donne più eleganti di Sanremo 2023. Trucco e parrucco a metà tra Lady Gaga e Ava Max, mini abitino stile baby doll di Etro a lasciar scoperte le gambe, anche in finale è stata esempio di stile e carisma.

 

L'intramontabile Ornella Vanoni, ospite d'onore, ha giocato a fare la "signora in rosso" con il suo long dress Dior che le lasciava scoperte le belle spalle. Eterno emblema di eleganza, la favolosa Ornella sia da esempio a certe colleghe coetanee ma anche a tante ventenni.

 

coma cose in vivienne westwood coma cose in vivienne westwood

Con l'ormone ancora sconvolto dall'apparizione di Elodie, ecco che il maschio etero ha rischiato infine l'infarto quando dalla scala dell'Ariston è scesa Luisa Ranieri. In tacchi alti Jimmy Choo e abito nero di Versace con generosa scollatura e spacco vertiginoso che quasi lasciava intravedere "lobosco", l'investigatrice più amata della Tv ha dimostrato ancora una volta che la sua prorompente sensualità è rimasta immutata dai tempi di "Anto' fa caldo", lo spot pubblicitario che la rese celebre. Corpo per il peccato, talento artistico, cervello da vendere… Luca Zingaretti non è mai stato così invidiato come ieri sera. 

sethu sethu kekko dei moda in emporio armani kekko dei moda in emporio armani gianni morandi in giorgio armani gianni morandi in giorgio armani amadeus in gai mattiolo copia amadeus in gai mattiolo copia lda in marsem lda in marsem amadeus in gai mattiolo amadeus in gai mattiolo lazza in missoni lazza in missoni i cugini di campagna i cugini di campagna rosa chemical in moschino rosa chemical in moschino dave gaham dei depeche mode dave gaham dei depeche mode articolo31 in iceberg articolo31 in iceberg i colla zio in dolce&gabbana i colla zio in dolce&gabbana leo gassmann in alessandro vigilante leo gassmann in alessandro vigilante mr rain in gcds mr rain in gcds ultimo in emporio armani ultimo in emporio armani ornella vanoni in dior ornella vanoni in dior colapesce dimartino colapesce dimartino olly in canaku olly in canaku will in emporio armani will in emporio armani ariete in marni ariete in marni shari in dolce&gabbana shari in dolce&gabbana gianluca grignani in john richmond gianluca grignani in john richmond tananai in gucci tananai in gucci

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - ANZICHÉ OCCUPARSI DI UN MONDO SOTTOSOPRA, I NOSTRI SERVIZI SEGRETI CONTINUANO LE LORO LOTTE DI POTERE - C’È MARETTA AL SERVIZIO ESTERO DELL’AISE, IL VICE DIRETTORE NICOLA BOERI VA IN PENSIONE. CARAVELLI PUNTA ALLA NOMINA DEL SUO CAPO DI GABINETTO, LEONARDO BIANCHI, CHE È CONTRASTATA DA CHI HA IN MENTE UN ESTERNO – ACQUE AGITATE ANCHE PER IL CAPO DELL’AISI, BRUNO VALENSISE: IL SUO FEDELE VICE DIRETTORE CARLO DE DONNO VA IN PENSIONE, MENTRE L’ALTRO VICE, GIUSEPPE DEL DEO, USCITO SCONFITTO DALLA CORSA PER LA DIREZIONE, SCALPITA – MENTRE I RAPPORTI CON PALAZZO CHIGI DELLA DIRETTORA DEL DIS, ELISABETTA BELLONI, SI SONO RAFFREDDATI…

DAGOREPORT – GIORGIA VOTA NO E URSULA GODE – VON DER LEYEN È DESCRITTA DAI FEDELISSIMI COME “MOLTO SOLLEVATA” PER IL VOTO DI GIOVEDÌ, SOPRATTUTTO PERCHÉ ORA NON È IN DEBITO IN NESSUN MODO CON LA DUCETTA – LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE ERA DETERMINATA A METTERSI NELLE CONDIZIONI DI NON CHIEDERE L'APPOGGIO DI FDI E AVEVA DATO DISPOSIZIONI DI CALCOLARE IN ANTICIPO IL NUMERO DEI FRANCHI TIRATORI – I DUE CONTATTI TELEFONICI CON MELONI PRIMA DEL VOTO E IL TIMORE CHE, SOTTO LA SPINTA DI TAJANI, LA SORA GIORGIA AVREBBE GIOCATO LA CARTA DEL VOTO FAVOREVOLE DI FDI PER INCASTRARLA POLITICAMENTE…

FLASH! - ALLA DIARCHIA DEI BERLUSCONI NON INTERESSA ASSOLUTAMENTE AVERE UN RUOLO POLITICO (MARINA HA IMPOSTO IL VETO A PIER SILVIO). MOLTO MEGLIO AVERE UN PESO POLITICO - DI QUI L'IDEA DI COMPRARE UN QUOTIDIANO GIA' IN EDICOLA ( "IL GIORNO" DI RIFFESER?), VISTO CHE "IL GIORNALE" DI SALLUSTI E ANGELUCCI SERVE ED APPARECCHIA SOLO PER GIORGIA MELONI - IMPOSSIBILITATI PER RAGIONI DI ANTI-TRUST, L'OPERAZIONE DI MARINA E PIER SILVIO VERREBBE PORTATA A TERMINE DA UN IMPRENDITORE AMICO, FIANCHEGGIATORE DI FORZA ITALIA... 

DAGOREPORT - SE "AMERICA FIRST" DI TRUMP CONQUISTERA' LA CASA BIANCA PER L'EUROPA NULLA SARA' COME PRIMA - NEI SUOI 4 ANNI DA PRESIDENTE TRUMP NON HA MANCATO DI EVIDENZIARE L’IRRILEVANZA DELL'UNIONE EUROPEA, ENTRANDO IN CONFLITTO PER LO SCARSO IMPEGNO ECONOMICO A FINANZIARE LA NATO - AL 'NYT' IL TRUCE VANCE HA GIA' MESSO IN CHIARO CHE IL FUTURO DELL'UCRAINA "NON E' NEL NOSTRO INTERESSE" - SE LO ZIO SAM CHIUDE I RUBINETTI, DOVE VA UN'EUROPA DISSANGUATA DALLA GUERRA RUSSO-UCRAINA? AL VECCHIO CONTINENTE NON RESTERA' ALTRO CHE RICOMINCIARE A FARE AFFARI CON IL PRINCIPALE COMPETITOR DEGLI STATI UNITI PER LA SUPREMAZIA GLOBALE, L'ONNIPRESENTE CINA DI XI JINPING - DAVANTI A UNO SCENARIO DEL TUTTO NUOVO, CON L'UE COSTRETTA A RECUPERARE I RAPPORTI CON PECHINO E MOSCA (ORBAN E' GIA' AL LAVORO), COME REAGIRA' L'EX "SCERIFFO DEL MONDO"? 

E ORA LA MELONA, RIMASTA CON UN PUGNO DI POLVERE IN MANO, CHE FA? ALL’EVITA PERON DE’ NOANTRI NON RESTA CHE ATTACCARSI ALLA GIACCHETTA DI CICCIO TAJANI PER LA PARTITA DEI COMMISSARI (PROBABILMENTE PERÒ, NON OTTERRÀ DI MEGLIO CHE LA DELEGA ALLA COESIONE) – LA DUCETTA ERA TORMENTATA DAI DUBBI SUL VOTO ALLA VON DER LEYEN, MA POI HA CEDUTO ALLA FIAMMA MAGICA DI FAZZOLARI E ARIANNA, IDEOLOGICAMENTE CONTRARIA. L’HANNO MANDATA A SBATTERE PER LA PAURA DI PERDERE IL 6% RAPPRESENTATO DALLO ZOCCOLO DURO E PURO DI VECCHI ARNESI FASCI CHE ANCORA POPOLA FDI – LA POVERA URSULA CI HA PROVATO IN TUTTI I MODI: NEL SUO DISCORSO HA PARLATO APERTAMENTE DEL PATTO SUI MIGRANTI, MA DI FRONTE ALLA FOLLE RICHIESTA ITALIANA DI OTTENERE UNA VICEPRESIDENZA, HA DOVUTO FARE PIPPA – PS: CHI SONO I DUE FRATELLI D’ITALIA CHE HANNO VOTATO SÌ A VON DER LEYEN?