MORA PRO NOBIS - LO SPIFFERETTO DI LELE MORA: “IN MEDIASET LE FAIDE SONO TRE, MAGARI CON CALMA LE RACCONTERÒ. C'È QUELLA DEL LUNGO, QUELLA DEL CORTO E QUELLA DEL PACIOCCONE, PER NON DIRE UN'ALTRA BUTTA PAROLA - FABRIZIO CORONA? NON SO CHI SIA, L’HO CANCELLATO - BARBARA D'URSO? LANCIA CUORI FINTI, MA È UNA DONNA CHE LAVORA”

-

Condividi questo articolo

Da www.radiocusanocampus.it

 

francesca cipriani lele mora francesca cipriani lele mora

Lele Mora è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano.

 

lele mora funerali di paolo limiti 12 lele mora funerali di paolo limiti 12

Lele Mora ha detto la sua sulla situazione politica: "Siamo nella cacca, ma di quella pesante, pesantissima. Berlusconi riabilitato? Non potrebbe comunque riprendersi tutto quello che gli hanno sottratto, ormai i numeri sono quelli, non può più. Volevano farlo fuori e ci sono riusciti. Un po' se l'è voluta. Ascoltavo Di Maio e Salvini, non vogliono un governo tecnico, eppure penso che per governare l'Italia servirebbe Mario Draghi, uomo di grande intelligenza e di grande cultura. Tutti voterebbero per un uomo così, è l'unica salvezza che l'Italia potrebbe avere".

 

LELE MORA IN TRIBUNALE LELE MORA IN TRIBUNALE

Lele Mora, poi, ha parlato di Barbara D'Urso: "Bisogna togliersi il cappello davanti a Barbara D'Urso. Magari ogni tanto lancia cuori finti, ma è una donna che lavora e dà la sua vita per l'azienda e quando uno fa questo va rispettato. E' una stacanovista, ha fatto un po' di trash e Pier Silvio non lo ama, ma oggi il trash lo fanno tutti, altrimenti non fai notizia. Una stacanovista così non l'ho mai vista. E' bravissima, sta facendo contemporaneamente tre programmi, se non sei una fuoriclasse non ce la fai a farli. La stimo anche se non siamo molto amici. E' una grande professionista, va rispettata".

 

LELE MORA LELE MORA

Sulla presunta faida che si starebbe consumando in Mediaset: "C'è molto più di una faida. Le faide sono tre, magari con calma le racconterò. C'è la faida del lungo, la faida del corto e la faida del pacioccone, per non dire un'altra butta parola". Su Fabrizio Corona: "Io non so chi sia, non lo riconosco, non lo vedo dal 2009, non gli parlo dal 2009. Non parlo di cose che ho cancellato dalla mia mente".

 

Sui film di Sorrentino: "Loro 1 e Loro 2? Visti entrambi, voto alla regia 2, voto a Servillo 6-, l'unica artista meritevole è Elena Sofia Ricci, che ha interpretato la Lario alla perfezione. La Lario era proprio quella, una grande signora ricca dentro una gabbia dorata. L'unica cosa giusta messa in scena da Sorrentino è quella".

Lele Mora e Fabrizio Corona Lele Mora e Fabrizio Corona Fabrizio Corona e Lele Mora Fabrizio Corona e Lele Mora Fabrizio Corona e Lele Mora Fabrizio Corona e Lele Mora Belen Rodriguez Lele Mora Nora Amile l autista e Fabrizio Corona Dal Corriere della Sera Belen Rodriguez Lele Mora Nora Amile l autista e Fabrizio Corona Dal Corriere della Sera lele mora ai bei tempi lele mora ai bei tempi

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute