NUDE CARPET! - UNA DONNA SCATENA IL PANICO A CANNES PRESENTANDOSI COMPLETAMENTE SENZA VESTITI, COPERTA SOLTANTO DEI COLORI DELLA BANDIERA UCRAINA, DEL ROSSO DEL SANGUE DELLE VITTIME DELLA GUERRA E DELLA SCRITTA “SMETTETE DI VIOLENTARCI” - LA SECURITY DELLA CROISETTE L’HA BLOCCATA (QUASI) SUBITO, MA NON PRIMA CHE I FOTOGRAFI RIUSCISSERO A RIPRENDERE LA SCENA - VIDEO

Condividi questo articolo


Stefania Ulivi per www.corriere.it

 

donna nuda sul red carpet di cannes 1 donna nuda sul red carpet di cannes 1

Una protesta fulminea, a favore del popolo ucraino e delle donne stuprate durante il conflitto, durante il red carpet del film Three Thousand Years of Longing di George Miller.

 

Protagonista una donna, che è riuscita a arrivare sul tappeto rosso senza vestiti, con il corpo dipinto con i colori della bandiera ucraina e il rosso del sangue delle vittime del conflitto. Se ne sono accorti in pochi, la donna è stata rapidamente raggiunta dagli uomini della sicurezza del festival che l’hanno coperta ma i fotografi sono riusciti a riprendere la scena.

donna nuda sul red carpet di cannes 3 donna nuda sul red carpet di cannes 3

 

Ennesimo riflesso

L’ennesimo riflesso della guerra vicina sul glamour di Cannes, dopo le manifestazioni ufficiali di solidarietà con il popolo ucraino, a partire dal collegamento durante la serata inaugurale con il presidente Zelensky, e la proiezione del doc postumo su Mariupol di Mantas Kvedaravicius. Quando il delegato Frémaux ha ribadito: “Qui a Cannes sono tutti benvenuti. A parte Putin”.

il collegamento di zelensky con il festival di cannes 9 il collegamento di zelensky con il festival di cannes 9 donna nuda sul red carpet di cannes 4 donna nuda sul red carpet di cannes 4 donna nuda sul red carpet di cannes 2 donna nuda sul red carpet di cannes 2

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute