"REPUBBLICA" E’ GIA’ IN CAMPAGNA ELETTORALE. E PAOLO BERIZZI DA’ UN ASSAGGIO DI QUELLO CHE SARANNO I PROSSIMI MESI AGITANDO LO SPAURACCHIO NEOFASCISTA - A GUIDONIA IL NEOSINDACO MAURO LOMBARDO (EX AN), CONTRARISSIMO ALL’APERTURA DEL CENTRO DI TRATTAMENTO DEI RIFIUTI, INCONTRA I NEOFASCISTI NEL LOCALE: PRIMA I SALUTI CON LA STRETTA DELL'AVAMBRACCIO, POI I SALUTI FASCISTI SCANDITI TRE VOLTE. NEL 2006 LOMBARDO PARTECIPO’ A UNA CONTESTAZIONE NEI CONFRONTI DI VLADIMIR LUXURIA CONCLUSA CON LANCIO DI FINOCCHI…

-

Condividi questo articolo


Paolo Berizzi per la Repubblica

 

 

MAURO LOMBARDO MAURO LOMBARDO

Guidonia, terza città del Lazio. Serata del 18 luglio. In un’enoteca del centro entrano una quindicina di uomini: polo nera, si salutano con la stretta dell’avambraccio. È il modo in cui si salutano gli estremisti di destra. Entra il neoeletto sindaco Mauro Lombardo: anche lui porge l’avambraccio.

 

Un gesto inequivocabile. Così come sono noti i rapporti che intrattiene con ambienti del neofascismo. Di Lombardo si ricorda la partecipazione nel 2016 – era presidente del circolo Collefiorito di An – a una contestazione nei confronti di Vladimir Luxuria: insulti e lancio di finocchi. Torniamo a Guidonia. Il sindaco e gli ospiti salgono nel roof garden e si sente intonare per tre volte il saluto fascista. Tutto normale?

MAURO LOMBARDO MAURO LOMBARDO MAURO LOMBARDO MAURO LOMBARDO intervento di paolo berizzi intervento di paolo berizzi

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

SE PARLA RONALDO SO’ CAZZI VERI – CR7 HA PRESENTATO AI MAGISTRATI TORINESI CHE INDAGANO SUI CONTI DEL CLUB BIANCONERO UN’ISTANZA PER AVERE COPIA DEGLI ATTI DELL’INCHIESTA, “AVENDONE INTERESSE” – TUTTO RUOTA INTORNO ALLA “CARTA RONALDO”, IL DOCUMENTO RISERVATO CON GLI STIPENDI ARRETRATI DOVUTI AL PORTOGHESE, PER UNA CIFRA DI QUASI 20 MILIONI DI EURO – QUANDO IL CAPO DELL’UFFICIO LEGALE DEL CLUB, CESARE GABASIO, DISSE: “NON ARRIVEREI A FARE UNA CAUSA, PERCHÉ POI QUELLA CARTA LÌ CHE LORO DEVONO TIRAR FUORI NON È CHE CI AIUTI TANTO NEL NOSTRO BILANCIO…”

cafonal

viaggi

salute