COME TI “BOICOTTO” UN REFERENDUM - ALLA FACCIA DELL’APPELLO DEL PRESIDENTE DELLA CONSULTA, A MILANO PORTE DEL COMUNE SBARRATE PER RITIRARE IL CERTIFICATO ELETTORALE - PERQUISIZIONI, TEMPI DI ATTESA BIBLICI E MOLTI SE NE VANNO: “CHISSENEFREGA, NON VOTO”

Dei tre ingressi c’è disponibile solo quello sul retro: chiuso il centrale e un secondo riservato ai soli dipendenti. E così ieri mattina, per entrare da via Pecorari 3, c’era un’ora di attesa (più prevedibile coda anche all’interno)… -

Condividi questo articolo


CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE

Dagonews

 

Non passa giorno, forse ora, in cui il premier non si diletti ad annunciare che lui e il suo governo sono smart, che si punta a un’amministrazione 4.0, alla banda larga… Intanto l’amministrazione Pisapia (Pd e addentellati) a Milano ha pensato bene di chiudere le porte del comune nei giorni immediatamente precedenti al voto sulle trivelle. Dei tre ingressi c’è disponibile solo quello sul retro: chiuso il centrale e un secondo riservato ai soli dipendenti. E così ieri mattina, per entrare da via Pecorari 3, c’era un’ora di attesa (più prevedibile coda anche all’interno). Chi era lì per rinnovare il certificato elettorale se l’è data a gambe… Ma non potrebbero essere spedite a casa le nuove tessere? E poi, a cosa servono? Un po' di anni fa si votava solo presentando la carta d'identità e gli scrutatori verificavano la presenza del cittadino sui loro registri...

CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE CAOS A MILANO PER RINNOVARE IL CERTIFICATO ELETTORALE

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

LA VITA D’AZZARDO DI PETER SHILTON – IL LEGGENDARIO PORTIERE DELLA NAZIONALE INGLESE E’ STATO PER 45 ANNI DIPENDENTE DALLE SCOMMESSE. “QUANTO HO PERSO? NON LO SO. MILIONI. SOLO CON UNA SOCIETÀ HO SPESO PIÙ 950.000 EURO” – A SALVARLO E’ STATA LA MOGLIE CHE RIVELA: "PENSAVO AVESSE UN’ALTRA: USCIVA SPESSO DALLA STANZA PER USARE IL TELEFONO, ERA MOLTO MISTERIOSO. UNA NOTTE, PERÒ, L’HO TROVATO A…" - GLI ESTRATTI CONTO CON USCITE DA 20MILA EURO SOLO PER LE SCOMMESSE E L’ABORTO SPONTANEO PER LO CHOC...

cafonal

viaggi

salute