EVERGRANDE NON SA PIÙ A CHI CHIEDERE AIUTO - IL COLOSSO IMMOBILIARE CINESE HA AMMESSO CHE POTREBBE NON ESSERE IN GRADO DI ONORARE I SUOI OBBLIGHI PER 260 MILIONI DI DOLLARI E HA MANDATO UNA RICHIESTA AL GOVERNO DEL GUANGDONG DI INVIARE "UN GRUPPO DI LAVORO ALLA SOCIETÀ PER SUPERVISIONARE LA GESTIONE DEL RISCHIO, RAFFORZARE I CONTROLLI INTERNI E MANTENERE LE NORMALI OPERAZIONI"

-

Condividi questo articolo


evergrande evergrande

(ANSA) - Evergrande ha ricevuto una richiesta "per onorare i suoi obblighi sotto garanzia per circa 260 milioni di dollari", mettendo in guardia che potrebbe non essere in grado di effettuare i rimborsi sollecitati per la crisi di liquidità che sta colpendo il settore immobiliare cinese.

 

crac evergrande in cina 2 crac evergrande in cina 2

La dichiarazione, inviata alla Borsa di Hong Kong, ha spinto il governo della provincia del Guangdong, dove ha sede la società, a convocare il presidente Hui Ka Yan. Su richiesta di Evergrande, il Guangdong invierà "un gruppo di lavoro alla società per supervisionare la gestione del rischio, rafforzare i controlli interni e mantenere le normali operazioni".

 

Evergrande Cina Evergrande Cina crac evergrande in cina 3 crac evergrande in cina 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

L’INSOSTENIBILE PESANTEZZA DEI NO VAX – MELANIA RIZZOLI ANALIZZA IL COSTO EMOTIVO DEI MEDICI CHE DEVONO LOTTARE CON CHI RIFIUTA LE CURE: “CIASCUN PAZIENTE RICOVERATO IN TERAPIA INTENSIVA COSTA DAI 2.800 AI 3.300 EURO. PECCATO CHE IN QUESTA LISTA DI PRESTAZIONI EFFETTUATE E ANDATE A BUON FINE NON SI POSSA INCLUDERE IL COSTO EMOTIVO, QUELLO DI STRESS, DI FATICA E DI CONFLITTUALITÀ MORALE DI TUTTO IL PERSONALE SANITARIO CHE HA CONTRIBUITO A GUARIRE QUEL MALATO RETICENTE, OSTINATO, IGNORANTE E INDUBBIAMENTE FORTUNATO…”