“NOSTRO PADRE E I SUOI AMICI CI HANNO VIOLENTATE” – L'ACCUSA DI DUE SORELLE MARCHIGIANE: I FATTI RISALGONO AL PERIODO TRA IL 2016 E IL 2019, QUANDO LE RAGAZZE AVEVANO 12 E 16 ANNI, MA ORA LA PROCURA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER L’UOMO E GLI ALTRI PRESUNTI STUPRATORI – LE VIOLENZE SI SAREBBERO CONSUMATE MENTRE I GENITORI DELLE DUE... 

-

Condividi questo articolo


violenza sessuale violenza sessuale

Estratto da www.blitzquotidiano.it

 

“Ci ha violentate, anche i suoi amici”: due sorelle accusano il padre di violenza sessuale. I fatti sarebbero avvenuti in una cittadina in provincia di Ancona tra il 2016 al 2019, quando le ragazze avevano 12 e 16 anni. La Procura ha chiesto per gli accusati, il papà e una coppia di amici dell’uomo, il rinvio a giudizio.

 

VIOLENZA SESSUALE VIOLENZA SESSUALE

La vicenda è venuta a galla solo a fine 2021, quando una delle due figlie, quella 16enne, avrebbe trovato il coraggio di raccontare i presunti abusi al suo psicologo. Le violenze si sarebbero consumate quando i genitori delle due ragazze si stavano separando. Da parte loro, gli accusati respingono tutte le accuse.

 

Lo scorso 14 marzo si è tenuta l’udienza preliminare […]. Il giudice ha rinviato all’udienza del 16 luglio per ascoltare le difese e decidere se mandare o meno a processo i tre indagati. Intanto si sono costituite parte civile le due vittime e la madre, chiedendo un risarcimento danni che supera i 500mila euro.

VIOLENZA SESSUALE VIOLENZA SESSUALE

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - FERMI TUTTI! SECONDO UN SONDAGGIO RISERVATO, LA CANDIDATURA DEL GENERALE VANNACCI POTREBBE VALERE FINO ALL’1,8% DI CONSENSI IN PIÙ PER LA LEGA SALVINIANA. UN DATO CHE PERMETTEREBBE AL CARROCCIO DI RESTARE SOPRA A FORZA ITALIA - A CICCIO TAJANI È PARTITO L’EMBOLO. COSÌ QUEL MERLUZZONE DEL MINISTRO DEGLI ESTERI SI È TRASFORMATO IN PIRANHA: HA MESSO AL MURO LA MELONI, MINACCIANDO IL VOTO DI SFIDUCIA SE LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI, LEGGE SIMBOLO DEL BERLUSCONISMO, NON VIENE APPROVATA PRIMA DELLE ELEZIONI EUROPEE...

INTER-ZHANG: GAME OVER? IL PRESIDENTE NON PUÒ LASCIARE LA CINA E STA COMBATTENDO IL WEEKEND PIÙ DURO DELLA SUA VITA PER NON PERDERE ANCHE L’INTER. BALLA IL PRESTITO DA 375 MILIONI CHE ZHANG DEVE RESTITUIRE A OAKTREE. IL FONDO PIMCO SI ALLONTANA - SE LA TRATTATIVA PER UN NUOVO FINANZIAMENTO NON SI SBLOCCA ENTRO LUNEDÌ, OAKTREE SI PRENDERA’ IL CLUB. UNA SOLUZIONE CHE SAREBBE MOLTO GRADITA AL DG MAROTTA. FORSE IL DIRIGENTE SPORTIVO PIÙ POTENTE D’ITALIA HA GIÀ UN ACQUIRENTE? O FORSE SA CHE...

DAGOREPORT - VANNACCI SARÀ LA CILIEGINA SULLA TORTA O LA PIETRA TOMBALE PER MATTEO SALVINI, CHE TANTO LO HA VOLUTO NELLE LISTE DELLA LEGA, IGNORANDO LE CRITICHE DEI SUOI? - LUCA ZAIA, A CUI IL “CAPITONE” HA MOLLATO UN CALCIONE (“DI NOMI PER IL DOPO ZAIA NE HO DIECI”), POTREBBE VENDICARSI LASCIANDO CHE LA BASE LEGHISTA ESPRIMA IL SUO DISSENSO ALLE EUROPEE (MAGARI SCEGLIENDO FORZA ITALIA) - E COSA ACCADREBBE SE ANCHE FEDRIGA IN FRIULI E FONTANA IN LOMBARDIA FACESSERO LO STESSO? E CHE RIPERCUSSIONI CI SAREBBERO SUL GOVERNO SE SALVINI SI RITROVASSE AZZOPPATO DOPO LE EUROPEE?