MARCELLO COME HERE! - DELL’UTRI TORNA LIBERO: L’EX SENATORE HA FINITO DI SCONTARE LA CONDANNA PER CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA – DA LUGLIO DEL 2018 ERA IN DETENZIONE DOMICILIARE PER MOTICI DI SALUTE. MA I GUAI GIUDIZIARI PER L’EX BRACCIO DESTRO DI BERLUSCONI (CHE L’HA SCARICATO) POTREBBERO NON ESSERE FINITI: È ANCORA SOTTO PROCESSO PER LA TRATTATIVA STATO MAFIA E PER LA SOTTRAZIONE DI CENTINAIA DI LIBRI ANTICHI…

-

Condividi questo articolo

 

 

Da www.ansa.it

 

berlusconi dell'utri berlusconi dell'utri

Finirà di scontare la sua pena domani. E sarà di nuovo un uomo libero. Marcello Dell'Utri, ex senatore di Fi condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, in detenzione domiciliare per motivi di salute da luglio del 2018, potrà lasciare la sua abitazione di Milano. Dopo un breve fuga in Libano, tentata alla vigilia della pronuncia della Cassazione che ha poi reso definitiva la condanna, venne estradato in Italia ed entrò in carcere a maggio del 2014.

 

marcello dell'utri durante l'estradizione marcello dell'utri durante l'estradizione

Dell'Utri è stato detenuto in regime di alta sicurezza nel carcere di Parma, poi a Rebibbia. Infine, ai domiciliari per ragioni di salute. Ha goduto della liberazione anticipata prevista dalla legge. Le vicende giudiziarie dell'ex manager di Publitalia però non si sono ancora concluse: è imputato al processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. In primo grado ha avuto inflitti 12 anni. L'appello è in corso. L'ex senatore è sotto processo anche a Napoli e Milano per la sottrazione di centinaia di libri antichi.

BELLUSCONE MARCELLO DELL'UTRI BELLUSCONE MARCELLO DELL'UTRI dell'utri dell'utri MARCELLO DELL'UTRI MARCELLO DELL'UTRI Marcello Dell'Utri Marcello Dell'Utri MARCELLO DELL'UTRI MARCELLO DELL'UTRI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELL'ITALIA MORENTE – DOPO AVER PERSO IL BIGLIETTO DELLA LOTTERIA PER MANIFESTA ARROGANZA, NON AVENDO PIU' UNA CAZZO DI QUERELA DA FARE, RENZI SCRIVE (SI FA PER DIRE) UN LIBRO DI FOSFORESCENTE INUTILITA' E LO PRESENTA PURE ALLA GALLERIA BORGHESE – TRA UN TRULLALERO E UN TRALLALA', TRA LA BOSCHI CAMUFFATA DA PRATO E NOBILI CON LA MASCHERINA DELLA ROMA, IL SENATORE SEMPLICIOTTO DI RIGNANO HA SPARATO UN PAIO DI CAZZATE: “QUELLA DI DAVIGO È UNA BESTIALITÀ GIURIDICA. AUTOSTRADE? SI È FATTO PRIMA A FARE IL PONTE CHE A FARE LA REVOCA. SI VOTA NEL 2023, ALLORA MEGLIO METTERE MANO ALLE REGOLE” (INSOMMA, PER RIMANDARLO A GIOCARE A FLIPPER, TOCCA ASPETTARE TRE ANNI. 'NA TRAGEDIA) – VIDEO

viaggi

salute