NON C'E' EMERGENZA PER IL COMMISSARIO ALL'EMERGENZA COVID - ARCURI PEGGIO DI SGARBI: BECCATO DI NUOVO SENZA MASCHERINA - IL COCCO DI CONTE SVERGOGNATO DA “OGGI” MENTRE GIRA PER ROMA SENZA PROTEZIONI. E’ LA TERZA VOLTA NEL GIRO DI APPENA DUE MESI IN CUI È STATO PIZZICATO A VOLTO SCOPERTO. E SIAMO IN PIENA SECONDA ONDATA…

-

Condividi questo articolo

arcuri arcuri

Lorenzo Mottola per Libero Quotidiano

 

Pensavamo fosse un grigio e inquadrato manager di Stato, ma non è vero niente. Domenico Arcuri è un ribelle, allergico alle norme anti-Covid quanto Vittorio Sgarbi: non intende farsi imbavagliare da nessuno. Pur di non mettere la mascherina, finirà per farsi trascinare a forza fuori dai palazzi del potere romano. Lo troveremo presto a uno dei raduni del generale negazionista Antonio Pappalardo.

 

E pensare che il nostro commissario straordinario fa parte della squadra di governo che in questi mesi ci ha chiesto - anche per buone ragioni - di metterci pezze in faccia anche sotto la doccia. Ma Domenico proprio non ce la fa. Per la terza volta nel giro di appena due mesi il super-dirigente è stato beccato a volto scoperto. E siamo in piena seconda ondata.

 

arcuri arcuri

Il primo scivolone è stato a una conferenza stampa a ottobre a Villasimius, provincia di Cagliari. È stato pizzicato mentre chiacchierava con i giornalisti tenendo il naso scoperto. Poi a novembre ci è ricascato, questa volta in diretta televisiva. Ospite da Fabio Fazio a Che Tempo che Fa, è stato tranquillo per tutto il collegamento, con un panno nero in faccia.

 

Poi è arrivata la pausa e - taaac - il manager si è subito liberato mostrando il volto alle telecamere. Senza però attendere che la pubblicità fosse partita. Così tutto il pubblico l' ha visto e qualcuno l' ha anche registrato.

DOMENICO ARCURI DOMENICO ARCURI

 

Nei giorni scorsi è arrivato il terzo sigillo. Arcuri era a fare shopping per le vie di Roma. Uscito da un negozio, ha sentito suonare il telefono e, ridendo felice, si è subito sfilato la maschera per chiacchierare senza problemi. Peccato che lì nei pressi ci fosse anche un fotografo di Oggi che l' ha immortalato e punito. L' immagine è stata pubblicata nel numero di questa settimana della rivista diretta da Umberto Brindani.

 

Ora, non ci va di fare i bacchettoni ma segnaliamo che a girare senza mascherina in teoria si rischia una multa da 400 fino a 1000 euro. E ricordiamo anche che il leghista Matteo Salvini per un caso simile è stato sanzionato a Benevento dopo l' intervento del sindaco Mastella. Il leader leghista ha regolarmente saldato il conto. Vediamo cosa succederà a Roma con Virginia Raggi

DOMENICO ARCURI 1 DOMENICO ARCURI 1

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

UNICREDIT, UNICAOS - TOH, VUOI VEDERE CHE PIERCARLETTO PADOAN, NON ANCORA PRESIDENTE IN CARICA DI UNICREDIT, RISCHIA UNA BRUTTA SCONFITTA? LA CANDIDATURA CHE STA PRENDENDO VELOCITÀ IN QUESTE ORE, PER OCCUPARE IL POSTO DEL DIMISSIONARIO MUSTIER, È QUELLA DI ANDREA ORCEL CHE È SUPPORTATA PRINCIPALMENTE DA DEL VECCHIO, CARIVERONA E CASSA RISPARMIO TORINO. SÌ, PROPRIO I TRE AZIONISTI DI UNICREDIT CHE SI SONO MESSI DI TRAVERSO ALLA FUSIONE CON MONTE DEI PASCHI DI SIENA, CHE E' IL MOTIVO PER CUI IL PD AVEVA SPEDITO A PIAZZA GAE AULENTI PADOAN…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

L’ITALIA ALLA GUERRA DEL VACCINO – LA TAKIS È SALITA ALL’ATTENZIONE DEI MEDIA PERCHÉ STA LAVORANDO ALLA REALIZZAZIONE DI UN VACCINO ANTICOVID DI TIPO GENETICO E CIOÈ QUELLO CHE È PIÙ PROIETTATO AL FUTURO E PIÙ PROMETTENTE DAL PUNTO DI VISTA DELL’OBIETTIVO DELLA MEDICINA PERSONALIZZATA. MA MENTRE PER LA ITALO-SVIZZERA REITHERA SI ORGANIZZA UNA CAMPAGNA MEDIATICA PAZZESCA E SI REGALANO TANTI MILIONI, PERCHÉ L’ITALIANISSIMA TAKIS NON VEDE IL BECCO DI UN QUATTRINO E RESTA NELL’ANONIMATO?