NUOVI GUAI PER LA RUSSIA: IN ARMENIA SALE LA TENSIONE (MA PUTIN NON PUO' PERMETTERSI DI APRIRE ALTRI FRONTI) - IL PREMIER NIKOL PASHINYAN SI E' PRESENTATO IERI AL CREMLINO PER CHIEDERE L'INTERVENTO DELLE TRUPPE DI MOSCA PER SEDARE LE RIVOLTE - IL MOVIMENTO NAZIONALISTA, SCESO IN PIAZZA, VUOLE LE DIMISSIONI DEL PREMIER E RIVENDICA IL NAGORNO-KARABAKH, REGIONE CONTESA CON L'AZERBAIGIAN - MA PUTIN HA FATTO ORECCHIE DA MERCANTE...

-

Condividi questo articolo


1. PUTIN RESPINGE LE RICHIESTE DI AIUTO DEL PRESIDENTE DELL'ARMENIA

Dagonews

 

Proteste in Armenia Proteste in Armenia

Secondo il media russo “Baza”, Nikol Pashinyan, primo ministro armeno, ha chiesto al Cremlino di inviare truppe del CSTO (l'Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva siglato dalla Russia e altre cinque nazioni ex sovietiche) in Armenia sull'esempio del Kazakistan, dove le truppe sono intervenute per sedare le rivolte contro il costo del gas. A confermarlo sono state diverse fonti. Il motivo sono le proteste di massa quotidiane a Yerevan e in altre città, che hanno spaventato il capo del Paese.

 

Nikol Pashinyan con Putin Nikol Pashinyan con Putin

Secondo la fonte, alla vigilia del vertice del CSTO a Mosca (che è attualmente presieduto dall'Armenia), Pashinyan ha inviato una richiesta ufficiale all'organizzazione.

 

«È venuto a Mosca per ottenere garanzie dai membri dell'Organizzazione: se la situazione a Yerevan si evolve secondo lo scenario kazako, allora la Russia e altri membri del CSTO porteranno truppe, reprimeranno i disordini di massa e aiuteranno Pashinyan a rimanere al potere. Presumibilmente, il movimento nazionalista sta ora guadagnando slancio nel paese, il che minaccia l'ordine costituzionale dello stato, e quindi è necessaria la decisione dell'Organizzazione di inviare un contingente militare in Armenia», ha detto a Baza una fonte dell'AP.

 

Nikol Pashinyan con Putin 2 Nikol Pashinyan con Putin 2

Ma, dicono «nell'amministrazione presidenziale, la richiesta di Pashinyan è stata respinta e a lui stesso è stato chiesto di ritirare la richiesta, altrimenti alla parte armena è stato promesso che la richiesta sarà rimossa dall'ordine del giorno».

 

Secondo un'altra fonte, dopo la risposta dell'amministrazione presidenziale, il premier armeno ha cercato di farsi accompagnare direttamente da Vladimir Putin: «Ma anche qui è stato rifiutato. L'incontro bilaterale con Pashinyan è stato spinto fino alla fine dell'evento, ha aspettato cinque ore per un incontro con Putin, ma alla fine non ha ricevuto l'approvazione per risolvere il suo problema con l'aiuto dell'esercito russo», ha detto la fonte.

 

2. ARMENIA: PROTESTE CONTRO GOVERNO, FERMATE QUASI 300 PERSONE

Da ansa.it

 

Nikol Pashinyan Nikol Pashinyan

La polizia armena ha arrestato quasi 300 manifestanti sostenitori dell'opposizione che avevano tentato di bloccare decine di strade nella capitale Yerevan: lo riferisce l'agenzia francese Afp. Dopo la sconfitta delle truppe di Yerevan nei sanguinosi combattimenti dell'autunno del 2020 tra armeni e azeri nel Nagorno-Karabakh - dove si stima che abbiano perso la vita oltre 6.500 persone - in Armenia si sono registrate proteste per chiedere le dimissioni del capo del governo, Nikol Pashinyan.

 

Proteste in Armenia 2 Proteste in Armenia 2

Da metà aprile ci sono nuove proteste in cui si chiedono le dimissioni del premier, accusato per aver detto ai deputati il mese scorso che «la comunità internazionale chiede all'Armenia di ridurre le richieste» sulla regione contesa del Nagorno-Karabakh. Un accordo di cessate il fuoco tra Armenia e Azerbaigian è stato siglato nel novembre del 2020 con la mediazione di Mosca. In base al documento, l'Azerbaigian ha mantenuto i territori conquistati e l'Armenia gli ha ceduto anche altre zone del Nagorno-Karabakh e dei territori limitrofi. Sempre sulla base dell'accordo, inoltre, la Russia ha inviato circa 2.000 soldati nel Nagorno-Karabakh, con l'obiettivo ufficiale di far rispettare la tregua. L'opposizione armena ha bollato l'accordo di tregua come una «capitolazione», ma secondo Pashinyan continuando a combattere la sconfitta sarebbe stata soltanto più pesante.

 

3. BAKU, PRONTI A FIRMARE LA PACE CON L'ARMENIA

PRESIDENTE ALIYEV NELL'INCONTRO CON IL COLLEGA LITUANO NAUEDA

Da ansa.it

 

Proteste in Armenia 3 Proteste in Armenia 3

Il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev ha riaffermato la disponibilità di Baku a firmare un accordo di pace con l'Armenia nel corso di un incontro con il presidente lituano Gitanas Naueda a Baku, riporta Interfax. «Oggi abbiamo discusso della situazione nella regione e della normalizzazione in corso delle relazioni tra Azerbaigian e Armenia - ha detto Aliyev - la nostra posizione è completamente aperta. Vogliamo firmare un accordo di pace con l'Armenia. Vogliamo normalizzare le relazioni e voltare la pagina delle ostilità».

Proteste in Armenia 5 Proteste in Armenia 5 Proteste in Armenia 6 Proteste in Armenia 6 Nikol Pashinyan - Alexander Lukashenko - Vladimir Putin - Sadyr Japarov - Kassym-Jomart Tokaev - Emomali Rahmon Nikol Pashinyan - Alexander Lukashenko - Vladimir Putin - Sadyr Japarov - Kassym-Jomart Tokaev - Emomali Rahmon Proteste in Armenia 4 Proteste in Armenia 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

CI MANCAVA SOLO QUELL'ESIBIZIONISTA DI MACRON A FAR INCAZZARE PUTIN – AL PRESIDENTE RUSSO NON È PIACIUTO AFFATTO VEDERE TRASMESSA SENZA FILTRI IN TELEVISIONE LA TELEFONATA CON EMMANUEL MACRON – IL DOCUMENTARIO REALIZZATO E DIFFUSO PROPRIO DALL'ELISEO PER ESALTARE L'IPERATTIVISMO DEL PRESIDENTE FRANCESE HA SCATENATO LE PROTESTE DEL CREMLINO (CHE PARLA DI “BON TON”, VABBE'...) MA ANCHE LE CRITICHE IN FRANCIA – PER “LE MONDE” IL FILMATO “INFRANGE GLI STANDARD DIPLOMATICI RELATIVI AL SEGRETO” – VIDEO

business

cronache

sport

cafonal

PABLITO, L’UOMO CHE FECE PIANGERE IL BRASILE – UNA MOSTRA AL CONI CELEBRA PAOLO ROSSI A 40 ANNI DA ITALIA-BRASILE 3-2 – MALAGO’ SOTTOLINEA IL VIZIO ITALIANO DI CORRERE IN SOCCORSO DEL VINCITORE: “LA POLITICA SI AVVICINÒ ALLA NAZIONALE SOLO NEL MOMENTO DELLA VITTORIA PRIMA AVEVA CHIESTO ADDIRITTURA CHE L’ITALIA SI RITIRASSE. BEARZOT HA FATTO UN'IMPRESA STORICA CHE HA SAPUTO UNIRE UN INTERO PAESE” – I RICORDI DI TARDELLI, DELL’ARBITRO KLEIN E DELLA MOGLIE DI PAOLO ROSSI, FEDERICA CAPPELLETTI – FOTO+VIDEO

viaggi

salute