NUOVO ROUND DELLO SCAZZO TRA TRAVAGLIO E “LE IENE” – IL DIRETTORE DEL “FATTO” TORNA SUL CASO CHICO FORTI E AZZANNA: “NON MI OCCUPO DI DIRITTI TELEVISIVI, CHIARAMENTE VIOLATI DALLE ‘IENE’. DALLA MIA PARTE CI SONO LE SENTENZE IRREVOCABILI, DALLA PARTE DELLE ‘IENE’ LE FARNETICAZIONI E LE BUFALE DI CUI QUEL PROGRAMMA È ORMAI PRIMATISTA MONDIALE” – LA CONTROREPLICA DELLE “IENE”: “CHI È IL VERO BUFALARO? IL GIORNALE DI TRAVAGLIO HA PUBBLICATO UN ARTICOLO DOVE IL CRIMINOLOGO E PSICOLOGO MARCO STRANO…” - VIDEO

-

Condividi questo articolo


IL FRATELLO DI DALE PIKE ALLE IENE: FATE USCIRE CHICO FORTI

 

 

TRAVAGLIO ALLE IENE, 'DALLA MIA PARTE SENTENZE IRREVOCABILI'

MARCO TRAVAGLIO - ACCORDI E DISACCORDI MARCO TRAVAGLIO - ACCORDI E DISACCORDI

(ANSA) - "Non mi occupo di diritti televisivi, chiaramente violati dalle Iene, che infatti dovranno pagarli alla produzione di Accordi e Disaccordi, non certo a me. So benissimo della tardiva e ininfluente dichiarazione del fratello di Dale Pike, che non rappresenta l'intera famiglia della povera vittima barbaramente assassinata da Chico Forti, come ha stabilito la sentenza definitiva della giustizia americana, confermata dalla dichiarazione di colpevolezza appena firmata dallo stesso Forti e soprattutto recepita per l'ordinamento italiano dalla Corte d'appello di Trento il 17 aprile scorso su richiesta degli stessi legali di Forti.

 

Quindi ribadisco integralmente ciò che ho dichiarato ad Accordi e Disaccordi sul dolore della famiglia della vittima, senza alcuna 'amarezza': dalla mia parte ci sono le sentenze irrevocabili, dalla parte delle Iene le farneticazioni e le bufale di cui quel programma è ormai primatista mondiale". Così il direttore del Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, replica al programma di Italia 1 in merito al servizio sulla vicenda di Chico Forti.

 

LOFT PRODUZIONI, 'LE IMMAGINI USATE DALLE IENE SENZA PERMESSO'

MARCO TRAVAGLIO SU CHICO FORTI - MAGGIO 2024 MARCO TRAVAGLIO SU CHICO FORTI - MAGGIO 2024

(ANSA) - "In merito alla questione delle immagini di Accodi e Disaccordi (su Nove del 18 maggio scorso) che il programma Le Iene di martedì 21 maggio si è appropriata senza permesso, replichiamo: che dall'ufficio diritti intrattenimento di RTI ci hanno contattati telefonicamente alle 17,03 (del 21 maggio stesso) e siamo stati velocissimi nel dirgli che eravamo davanti al pc in attesa della loro richiesta e che l'avremmo sottoposta ai diretti interessati.

 

La richiesta non è mai arrivata a Loft Produzioni. La società licenziataria dei diritti. Le immagini quindi sono state prese dalla redazione e produzione de Le Iene senza alcun permesso". A precisarlo è una nota di Loft Produzioni. "Per quanto riguarda il diritto di cronaca, Le Iene non sono sotto testata giornalistica. Come hanno precisato anche alcuni Ordini dei giornalisti. Citiamo - tra questi - l'Ordine dei giornalisti della Lombardia. Infatti per la richiesta immagini si occupano di loro - ribadiamo - l'ufficio diritti intrattenimento RTI e non l'ufficio diritti news di Mediaset", conclude la nota.

 

LE IENE A TRAVAGLIO, 'CHI È IL VERO BUFALARO?'

IL SERVIZIO DELLE IENE SU CHICO FORTI NON DISPONIBILE IL SERVIZIO DELLE IENE SU CHICO FORTI NON DISPONIBILE

(ANSA) - Marco Travaglio, tornando sul caso Chico Forti, "descrive il nostro programma come 'primatista mondiale di bufale'. Ieri però, sul suo giornale ha pubblicato un articolo dove il criminologo e psicologo Marco Strano spiega come mai il nostro connazionale sia stato condannato negli Stati Uniti al di là di ogni ragionevole dubbio.

 

Dubbi che stranamente Marco Strano non ha avuto quando ha pubblicato sui suoi social un video dove Donald Trump afferma: 'Enrico Forti è un assassino e un criminale e non dovrebbe essere trasferito in Italia'. Purtroppo il criminologo psicologo, fonte del Fatto Quotidiano, non si è accorto della bufala che ha pubblicato. Un deep fake fatto con l'intelligenza artificiale al di là di ogni ragionevole dubbio. Chi è quindi il vero bufalaro?". È la replica delle Iene al direttore del Fatto Quotidiano.

CHICO FORTI RIENTRA IN ITALIA CHICO FORTI RIENTRA IN ITALIA marco travaglio 5 marco travaglio 5 IL SERVIZIO DELLE IENE SU CHICO FORTI NON DISPONIBILE IL SERVIZIO DELLE IENE SU CHICO FORTI NON DISPONIBILE

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE