LA TESLA SARA’ ANCHE UNA MACCHINA FIGHETTA, MA PER GLI ITALIANI LA PANDA NON SI BATTE: MENTRE LA "MODEL Y", DELLA CASA AUTOMOBILISTICA AMERICANA, È L’AUTO PIU’ VENDUTA IN EUROPA, IN ITALIA LA PANDA RIMANE SALDAMENTE ALLA GUIDA DELLA CLASSIFICA TRA I VEICOLI PIU' COMPRATI - DELLA MACCHINA ELETTRICA SONO STATI IMMATRICOLATI 250 MILA ESEMPLARI IN TUTTA EUROPA - MA ATTENZIONE: LE AZIENDE AUTOMOBILISTICHE CINESI SI STANNO MANGIANDO IL MERCATO...

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell'articolo di Francesco Bertolino per www.corriere.it

 

TESLA Model Y TESLA Model Y

La Tesla Model Y è l’auto più venduta in Europa: con quasi 250 mila immatricolazioni nel 2023, secondo il centro-studi Inovev, il suv elettrico del costruttore statunitense ha detronizzato la Peugeot 208 e superato la Dacia Sandero e la Volkswagen T-Roc. In Italia, invece, la Fiat Panda ha mantenuto salda la guida della classifica con 102.625 unità. […]

 

fiat panda fiat panda

La conquista dello scettro europeo da parte di Tesla racconta però anche dello sconvolgimento in atto nelle gerarchie dell’industria dell’auto, causato dall’avvento dell’elettrico. L’arrivo di nuovi costruttori dagli Stati Uniti e, più di recente, dalla Cina rappresenta una sfida epocale per le case del Vecchio Continente. Seppur ancor modesta, infatti, la quota di mercato dei gruppi cinesi è in rapida ascesa.

 

TESLA Model Y TESLA Model Y

MG, Byd, Chery e le altre case del Dragone hanno venduto oltre 353 mila vetture in Europa, il 75% in più rispetto all’anno precedente: con quasi 70 mila immatricolazioni, l’Italia è stato il secondo mercato per le auto cinesi dopo il Regno Unito. Grazie alle politiche di prezzo aggressive sulla gamma elettrica, dazi permettendo, Inovev prevede che la campagna cinese riuscirà a occupare ulteriori spazi in Europa nel 2024. [...]

 

L’avanzata cinese dipenderà probabilmente anche dalla velocità con cui si diffonderà l’elettrico in Europa. Più rapida sarà l’adozione, più è probabile che le vetture a basso costo cinesi conquistino quote di mercato; viceversa, se la transizione sarà graduale, le case europee potrebbero aver tempo di reagire e sviluppare i loro modelli alla spina a prezzi competitivi.

 

FIAT PANDA FIAT PANDA

Sempre che, nel frattempo, le elezioni europee non portino a un ripensamento del termine al 2035 fissato per le vendite di benzina e diesel. Quest’ultima alimentazione, peraltro, pare ormai avviata a un declino inarrestabile: in scia allo scandalo dieselegate, il gasolio ha perso progressivamente quote di mercato in Europa e nel 2023 ha rappresentato solo il 12% delle vendite, la quota più bassa da decenni. In Francia, dove in alcuni anni il diesel è arrivato a superare il 70% delle immatricolazioni, nel 2023 si è fermato al 10%. [...]

I PRIMI BOZZETTI DI GIORGETTO GIUGIARO DELLA PANDA I PRIMI BOZZETTI DI GIORGETTO GIUGIARO DELLA PANDA

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ANCHE I DRAGHI, OGNI TANTO, COMMETTONO UN ERRORE. SBAGLIÒ NEL 2022 CON LA CIECA CORSA AL COLLE, E SBAGLIA OGGI A DARE FIN TROPPO ADITO, CON LE USCITE PUBBLICHE, ALLE CONTINUE VOCI CHE LO DANNO IN CORSA PER LA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE EUROPEA - CHIAMATO DA URSULA PER REALIZZARE UN DOSSIER SULLA COMPETITIVITÀ DELL’UNIONE EUROPEA, IL COMPITO DI ILLUSTRARLO TOCCAVA A LEI. “MARIOPIO” INVECE NON HA RESISTITO ALLE SIRENE DEI MEDIA, CHE TANTO LO INCENSANO, ED È SALITO IN CATTEDRA SQUADERNANDO I DIFETTI DELL’UNIONE E LE NECESSARIE RIFORME, OFFRENDOSI COME L'UOMO SALVA-EUROPA - UN GRAVE ERRORE DI OPPORTUNITÀ POLITICA (LO STESSO MACRON NON L’HA PRESA BENE) - IL DESTINO DI DRAGHI È NELLE MANI DI MACRON, SCHOLZ E TUSK. SE DOPO IL 9 GIUGNO...

DAGOREPORT – BENVENUTI ALLA PROVA DEL “NOVE”! DOPO LA COSTOSA OPERAZIONE SUL ''BRAND AMADEUS'' (UN INVESTIMENTO DI 100 MILIONI DI DOLLARI IN 4 ANNI), A DISCOVERY NON VOGLIONO STRAFARE. E RESTERANNO FERMI, IN ATTESA DI VEDERE COSA SUCCEDERA' NELLA RAI DI ROSSI-MELONI - ''CORE BUSINESS' DEL CANALE NOVE: ASCOLTI E PUBBLICITÀ, QUINDI DENTRO LE SMORFIE E I BACETTI DI BARBARELLA D'URSO E FUORI L’INFORMAZIONE (L’IPOTESI MENTANA NON ESISTE) - LA RESPONSABILE DEI CONTENUTI DI DISCOVERY, LAURA CARAFOLI, PROVO' AD AGGANCIARE FIORELLO GIA' DOPO L'ULTIMO SANREMO, MA L'INCONTRO NON ANDO' A BUON FINE (TROPPE BIZZE DA ARTISTA LUNATICO). ED ALLORA È NATA L’IPOTESI AMADEUS, BRAVO ''ARTIGIANO" DI UNA TV INDUSTRIALE... 

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…