VI RICORDATE DI ANNA BELLISARIO, LA 20ENNE MILANESE MORTA PER SHOCK ANAFILATTICO DOPO AVER MANGIATO DEL TIRAMISU' VEGANO "CONTAMINATO" CON DEL MASCARPONE? - DUE DIRIGENTI DELL'AZIENDA CHE HA PRODOTTO IL DOLCE HANNO PATTEGGIATO A UN ANNO CON PENA CONVERTITA IN SANZIONE DA 10MILA EURO CIASCUNO - LA SOCIETÀ PREPARAVA I PRODOTTI VEGANI E NON VEGANI NELLO STESSO AMBIENTE, PROVOCANDO UNA CONTAMINAZIONE TRA I PREPARATI...

-

Condividi questo articolo


ANNA BELLISARIO ANNA BELLISARIO

Estratto da www.leggo.it

 

Anna Bellisario morì lo scorso febbraio a Milano a soli 20 anni a causa di un tiramisù non vegano, ma che in realtà conteneva mascarpone per lei letale. Giuseppe Loiero e la madre Giovanna Anoia, rispettivamente legale rappresentante e responsabile delle linee produttive della Glg srl, accusati in concorso di omicidio colposo, hanno patteggiato a un anno, con pena convertita in sanzione pecuniaria pari a 10mila euro ciascuno.

 

LE INDAGINI

[…] Da quanto emerso dagli accertamenti della Procura, si «preparavano i prodotti vegani e non vegani nello stesso ambiente, in contemporanea sullo stesso tavolo» in modo che ci fosse una contaminazione tra «preparati di origine animali» con «ingredienti di origine vegetale».

TIRAMISU TIRAMISU

Secondo quanto stabilito dal patteggiamento, accolto oggi dal gup Cristian Mariani, è stata revocata la misura interdittiva per ciascuno degli imputati e c'è stato «un pieno risarcimento delle parti civili», la vittima e il suo fidanzato, come ha fatto sapere il difensore Guido Camera.

 

Inoltre, tramite la società Bdo Service, «sono state fatte tutte le azioni di rimedio che accertassero che la società adesso è assolutamente in regola e che ha fatto una serie di migliorie importanti». […]

ARTICOLI CORRELATI

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

CRACK, ALLA FINE TUTTO CROLLERÀ (GIORGIA COMPRESA) - “MONTE DI PIETÀ”, LABIRINTICA E IMPIETOSA MOSTRA DELLO SVIZZERO CHRISTOPH BUCHEL ALLA FONDAZIONE PRADA DI VENEZIA, È UN PRECIPIZIO NELL’ABISSO DEL DENARO. LÀ DOVE COLLASSA LA NOSTRA PATOLOGICA COMPULSIONE DI ACCUMULARE TUTTO E DI PIÙ, TRA CELEBRITÀ DIVORATE DALLA POLVERE DELL OBLIO E STILISTI RIDOTTI A BARZELLETTA, LÀ, IN UN MONDO-PALUDE CHE HA SUCCHIATO TUTTO, TIZIANO E CANALETTO, “MERDA D’ARTISTA” DI MANZONI E LE TELE-VENDITE DI WANNA MARCHI, CARRI ARMATI E BORSETTE TAROCCATE PRADA, L’IMMAGINE CHIAMATA AD ACCOMPAGNARCI ALL’ULTIMA MINZIONE DELL’UMANITÀ, APPOGGIATA DAVANTI AL BAGNO, SOPRA UNA SCATOLA PRONTA PER ESSERE SPEDITA VIA, È LEI, GIORGIA DEI MIRACOLI CHE SORRIDE INCORNICIATA…

DAGOREPORT - FEDEZ E FABIO MARIA DAMATO OUT: MISSIONE COMPIUTA PER MARINA DI GUARDO! LA MAMMA DI CHIARA FERRAGNI IN QUESTI MESI HA RIPETUTO A CHIUNQUE CHE IL PANDORO-GATE E LE SUE CONSEGUENZE ERANO TUTTA COLPA DI FABIO MARIA DAMATO E DI FEDEZ. LA SIGNORA AGGIUNGEVA SOVENTE, CON IMBARAZZO DEGLI ASTANTI, CHE CHIARA AVREBBE DOVUTO SUBITO DIVORZIARE. E COSÌ SARÀ – D’ALTRONDE, CHIARA HA DATO DA VIVERE A TUTTA LA FAMIGLIA MATRIARCALE: DALL’IMPROVVISATA SCRITTRICE MARINA ALLE SORELLE INFLUENCER DI SECONDA FASCIA. DI COSA VIVREBBERO SE LA STELLA DI FAMIGLIA SMETTESSE DI BRILLARE?