ACHTUNG: IL GOVERNO TEDESCO È PRONTO AD ARRESTARE NETANYAHU – IL PORTAVOCE DI SCHOLZ, STEFFEN HEBESTREIT, SI LANCIA: “QUALORA LA CORTE PENALE INTERNAZIONALE EMETTESSE IL MANDATO DI ARRESTO, LO ESEGUIREMMO. RISPETTIAMO LA LEGGE” – L’AMBASCIATORE ISRAELIANO A BERLINO SI SCATENA: “LA CPI HA PERSO LA BUSSOLA MORALE E LA GERMANIA HA LA RESPONSABILITÀ DI RIAGGIUSTARLA. UNA VERGOGNOSA CAMPAGNA POLITICA CHE POTREBBE DIVENTARE UN CHIODO NELLA BARA PER L’OCCIDENTE…” - LO "STAATSRASON", L'IMPEGNO DELLA GERMANIA A GARANTIRE LA SICUREZZA DI ISRAELE...

-

Condividi questo articolo


Traduzione di un estratto dell’articolo di Benjamin Weinthal per https://www.jpost.com/

 

netanyahu scholz netanyahu scholz

[…] Al portavoce di Scholz, Steffen Hebestreit, è stato chiesto mercoledì se il governo tedesco avrebbe eseguito un ordine di arresto della CPI contro il Primo Ministro Netanyahu per presunti crimini di guerra nella Striscia di Gaza. Hebestreit ha risposto: "Certamente. Sì, rispettiamo la legge".

 

Martedì, prima dell'annuncio di Hebestreit, [l’ambasciatore di Israele a Berlino, Ron] Prosor ha scritto su X in tedesco e in inglese: "È scandaloso! Lo 'Staatsräson' tedesco viene ora messo alla prova, senza se e senza ma. Questo contrasta con le deboli dichiarazioni che sentiamo da alcune istituzioni e attori politici. La dichiarazione pubblica che Israele ha il diritto all'autodifesa perde credibilità se le nostre mani sono legate non appena ci difendiamo".

 

La Merkel con Netanyahu La Merkel con Netanyahu

Staatsräson è la parola tedesca che si riferisce all'impegno della Germania a garantire che la sicurezza di Israele sia parte della sua sicurezza nazionale e dei suoi interessi. L'ex cancelliere tedesco Angela Merkel ha dichiarato, durante il suo discorso alla Knesset del 2008, che Israele fa parte della raison d'etre della Germania, ovvero del suo stato d'essere.

 

L'ambasciatore ha continuato: "Il procuratore capo [della Corte penale internazionale] equipara un governo democratico ad Hamas, demonizzando e delegittimando Israele e il popolo ebraico. Ha perso completamente la sua bussola morale. La Germania ha la responsabilità di riaggiustare questa bussola. Questa vergognosa campagna politica potrebbe diventare un chiodo nella bara per l'Occidente e le sue istituzioni. Non permettete che si arrivi a tanto!".

 

Steffen Hebestreit Steffen Hebestreit

[…] La Corte penale internazionale è stata istituita in risposta allo sterminio di 6 milioni di ebrei da parte della Germania nazista. La Germania è un generoso donatore della CPI. La possibilità che un governo tedesco arresti ed espella un Primo Ministro e un Ministro della Difesa israeliani se mettono piede sul suolo tedesco, alla luce della storia del movimento hitleriano del Paese, ha scatenato reazioni di choc sui giornali tedeschi e sui social media.

 

La Germania sembra lavorare in modo contraddittorio nella sua comunicazione diplomatica. Martedì scorso, un portavoce del ministero degli Esteri tedesco ha dichiarato, a proposito della richiesta di mandato d'arresto della Corte penale internazionale, che "la richiesta simultanea di mandati d'arresto contro i leader di Hamas da un lato e i due funzionari israeliani dall'altro ha dato la falsa impressione di un’equiparazione". […]

OLAF SCHOLZ BENJAMIN NETANYAHU OLAF SCHOLZ BENJAMIN NETANYAHU

netanyahu scholz netanyahu scholz

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE

DAGOREPORT – DOPO LE EUROPEE, NULLA SARÀ COME PRIMA! LA LEGA VANNACCIZZATA FA PARTIRE IL PROCESSO A SALVINI: GOVERNATORI E CAPIGRUPPO ESCONO ALLO SCOPERTO E CHIEDONO LA DATA DEL CONGRESSO – CARFAGNA E GELMINI VOGLIONO TORNARE ALL’OVILE DI FORZA ITALIA MA TAJANI DICE NO – CALENDA VORREBBE TORNARE NEL CAMPO LARGO, MA ORMAI SI È BRUCIATO (COME RENZI) – A ELLY NON VA GIÙ RUTELLI: MA LA VITTORIA DEL PD È MERITO DEI RIFORMISTI DECARO,BONACCINI, GORI, RICCI, CHE ORA CONTERANNO DI PIÙ – CONTE NON SI DIMETTE MA PATUANELLI VUOLE ACCOMPAGNARLO ALL’USCITA

VOTI A PERDERE - NELL’ITALIA DEI SONDAGGI TAROCCHI ANCHE I VOTI (REALI) SI PESANO E NON SI CONTANO - ALLE EUROPEE LA MELONI HA PERSO 700 MILA ELETTORI (-10%) RISPETTO ALLE POLITICHE 2022 – LA SCHLEIN (PD) NE HA GUADAGNATI 160 MILA RIDUCENDO LA DISTANZA TRA I DUE PARTITI AL 5% (CIRCA UN MILIONE DI CONSENSI) -  E’ LA LEGGE DELL’ASTENSIONISMO: GIU’ I VOTANTI E SU LE PERCENTUALI (EFFIMERE) – ALTRO CHE “SVOLTA A DESTRA” O LEADERSHIP RAFFORZATA DELLA DUCETTA DELLA GARBATELLA…

DAGOREPORT - NON HA VINTO FRATELLI D’ITALIA, HA STRAVINTO LA MELONA. LA CAMPAGNA ELETTORALE L’HA FATTA SOLO LEI, COL SUO PIGLIO COATTO E COL SUO MODO KITSCH DI APPARIRE TRA BANCHI DI CILIEGIE E CORRENDO CON I BERSAGLIERI. UNA NARRAZIONE RINFORZATA DALLO SVENTOLIO DEL TRICOLORE NEL MONDO: AHO', CON GIORGIA LA ''NAZIONE'' (NON IL PAESE) CONTA - CHI DICE CHE ELLY SCHLEIN HA VINTO, SPARA UNA CAZZATA. GLI ELETTI DEM SONO IN GRAN PARTE RIFORMISTI, LONTANI DALLE SUPERCAZZOLE DELLA MULTIGENDER CON TRE PASSAPORTI - SEPPELLITO RDC, A BAGNOMARIA IL SUPERBONUS, IL PAVONE CONTE E' STATO SPENNATO. I GRILLINI NON SI IDENTIFICANO NEI CONTIANI IN SALSA CASALINO E/O IN MODALITÀ TRAVAGLIO - LA SORPRESA AVS NON VA ACCREDITATA UNICAMENTE ALLA SALIS: IL BUM È AVVENUTO GRAZIE A UNA TRASMIGRAZIONE DI VOTI DA ELETTORI 5STELLE CHE NON SE LA SENTIVANO DI VOTARE PD - SALVINI: L’UNICO FATTORE CHE PUÒ MANTENERE IN PIEDI LA SUA LEADERSHIP È L’AUTONOMIA - DA QUI AL 2027, LA DUCETTA AVRÀ TRE GATTE DA PELARE: PREMIERATO, AUTONOMIA E GIUSTIZIA. MA IL VERO ICEBERG DELLA NAVIGAZIONE DEL GOVERNO DUCIONI SARANNO L’ECONOMIA E IL PATTO DI STABILITÀ