ADDIO AI VANGELI E ALLE SACRE SCRITTURE, ORA IL PAPA LEGGE “URANIA”: “QUANDO MARIA VIENE ASSUNTA IN CIELO NON VA SU UNA GALASSIA" – OHIBÒ, MA CHI MAI HA SOLO PENSATO UNA COSA DEGENERE? – E POI QUALE GALASSIA? PER DIMENTICARE I “CORVI”, IL PASTORE TEDESCO DEVE AVER VISTO QUALCHE FILMETTO DI FANTASCIENZA ULTIMAMENTE….

Condividi questo articolo


Repubblica.it

"In Dio c'è spazio per l'uomo e nell'uomo c'è spazio per Dio" e quando Maria viene assunta in Cielo "non va su una galassia". Così il Papa, nella messa celebrata nella parrocchia di Castel Gandolfo, ha spiegato ai fedeli il dogma della Assunta che per i cristiani significa la non corruzione del corpo della Madonna dopo la morte. "Non siamo destinati al vuoto, ma all'amore eterno di Dio", ha ribadito il Papa. Benedetto XVI, accolto da una piccola folla di cittadini e turisti nella cittadina laziale, ha celebrato la tradizionale messa di Ferragosto e alle 12 dal Palazzo apostolico reciterà l'Angelus.

PAPA E GABRIELEPAPA E GABRIELE PAPA RATZINGER MENDICANTEPAPA RATZINGER MENDICANTE

Ratzinger, che nell'omelia ha preso le mosse dalla proclamazione del Dogma dell'Assunta, avvenuta nel 1950, ha voluto sottolineare il fatto che "in Dio c'è spazio per l'uomo". "Dio è la casa dell'uomo - ha detto il Papa - e nell'uomo c'è spazio per Dio, c'è la presenza di Dio in noi - ha aggiunto - che è molto importante per illuminare il mondo nella sua tristezza. Aprendoci a Dio - ha proseguito il Papa - non perdiamo niente, al contrario la nostra vita diventa degna e grande".

Il Papa ha ricordato, poi, che si parla spesso della possibilità di un mondo migliore, ma ha ammonito: "Se si allontana da Dio il mondo non può diventare migliore". "Dio ci aspetta e ci attende - ha spiegato Benedetto XVI - e andando all'altro mondo troviamo il suo amore eterno, non il vuoto". "Ma la speranza cristiana", ha detto il Papa, "non è solo attesa del cielo, ma vivo desiderio di Dio, coraggio e forza dell'amore".

Il Papa come Marilyn Monroe: l’installazione della discordiaIl Papa come Marilyn Monroe: l’installazione della discordiaIl Papa come Marilyn Monroe: l’installazione della discordiaIl Papa come Marilyn Monroe: l’installazione della discordia

Hanno partecipato alla messa il fratello di Papa Ratzinger, monsignor Georg, il segretario di Stato Tarcisio Bertone, i cardinali Giuseppe Bertello e Domenico Calcagno, il prefetto e il reggente della Casa pontificia, monsignor James Harvey e padre Leonardo Sapienza, il vescovo di Albano, Marcello Semeraro, e il parroco di Castel Gandolfo, don Pietro Diletti.

 

Vaticano la metamorfosi di don Georg Gaenswein segretario del Papa h partbVaticano la metamorfosi di don Georg Gaenswein segretario del Papa h partb

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – PERCHE' L'"INCIDENTE" HA FATTO FELICI IRAN E ISRAELE - RAISI MIRAVA ALLA SUCCESSIONE DELL’85ENNE KHAMENEI. MA, PER IL RUOLO DI GUIDA SUPREMA, L’AYATOLLAH HA SCELTO IL FIGLIO MOJTABA, 'EMINENZA GRIGIA' DEI PASDARAN CHE HANNO IN MANO IL POTERE POLITICO ED ECONOMICO DELL'IRAN – NON SOLO: RAISI AVEVA INIZIATO A INCIUCIARE CON GLI STATI UNITI PER LA STABILIZZAZIONE DEL GOLFO. L’”AMERIKANO” RAISI HA IMBUFALITO NON SOLO I PASDARAN, MA ANCHE NETANYAHU, IL QUALE VIVE IN ATTESA DEL RITORNO DI TRUMP ALLA CASA BIANCA E HA BISOGNO COME IL PANE DI UN NEMICO PER OCCUPARE ANCORA LA POLTRONA DI PREMIER... 

MA DOVE STA ZHANG ZHANG? - IL 32ENNE IMPRENDITORE CINESE, DAL 2018 AZIONISTA DI MAGGIORANZA DELL’INTER, NON SI VEDE IN GIRO DA UN ANNO. NON ERA A MILANO NEMMENO PER LA FESTA SCUDETTO. LA VERITÀ È CHE ZHANG NON PUÒ LASCIARE LA CINA DA OLTRE UN ANNO PER LA CONDANNA DEL TRIBUNALE DI HONG KONG A RISARCIRE CHINA CONSTRUCTION BANK E ALTRI CREDITORI DI 320 MILIONI - A QUESTO PUNTO, NON CI VUOLE IL MAGO OTELMA PER SCOPRIRE IL MOTIVO PER CUI IL MEGA-FONDO AMERICANO PIMCO SI SIA RITIRATO DAL FINANZIAMENTO DI 430 MILIONI DI EURO A UN TIPINO INSEGUITO DAI TRIBUNALI, A CUI PECHINO NON RILASCIA IL VISTO PER ESPATRIARE, COME MISTER ZHANG…

DAGOREPORT - LORO SI' CHE LO SANNO BENE: SECONDO IL "CANALE 12" DELLA TV ISRAELIANA RAISI È MORTO - DIFFICILE PRENDERE SUL SERIO TEHERAN CHE AFFERMA CHE L'ELICOTTERO CON A BORDO IL PRESIDENTE IRANIANO HA AVUTO UN "INCIDENTE" IN AZERBAIGIAN A CAUSA DEL ''MALTEMPO'' (UN CONVOGLIO DI TRE ELICOTTERI E SOLO QUELLO CON RAISI E' ANDATO GIU'?) - I MEDIA IRANIANI, PER ORA, PARLANO DI "VITA IN PERICOLO" - L'IRAN NON E' DECAPITATO FINCHE' CI SARA' SARA' L’AYATOLLAH KHAMENEI CHE SCEGLIERA' IL SUCCESSORE DEL FEDELISSIMO RAISI. E PER ORA SI LIMITA A DIRE: "SPERIAMO CHE TORNI, MA NON CI SARANNO INTERRUZIONI" - COME E' ACCADUTO CON L'ATTENTATO ALLA SEDE DIPLOMATICA IRANIANA IN SIRIA, DIETRO L"INCIDENTE" C'E' NETANYAHU? (FINCHE' C'E' GUERRA, C'E' SPERANZA DI RESTARE AL POTERE) - PROPRIO IERI IL MINISTRO DEL GABINETTO DI GUERRA BENNY GANTZ, VICINISSIMO A BIDEN,  DOPO UN INCONTRO IN ISRAELE CON IL CONSIGLIERE PER LA SICUREZZA USA JAKE SULLIVAN, AVEVA AVVISATO IL PREMIER NETANYAHU: "PIANO SU GAZA ENTRO L'8 GIUGNO O LASCIAMO IL GOVERNO"