BOING! UNA BOMBA CARICA DI LACCA INSIDIA IL PIRELLONE! - SFANCULATA DA SALVINI E BERLUSCONI, CHE LE AVEVANO PROMESSO LA CANDIDATURA ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE LOMBARDIA, LETIZIA MORATTI È PIU' FURIBONDA CHE PRIA: L’EX SINDACO DI MILANO NON HA NESSUNISSIMA INTENZIONE DI PRENDERLA IN QUEL POSTO: “PIUTTOSTO MI PRESENTO CON UNA LISTA CENTRISTA” – UN SIMILE SCENARIO PORTEREBBE A UNA RIEDIZIONE DELLA FATAL VERONA, DOVE LE DIATRIBE INTERNE AL CENTRODESTRA TRA TOSI E SBOARINA HANNO CONSEGNATO LA CITTÀ AL CENTROSINISTRA - ED ENRICO LETTA PENSA DI APPOGGIARLA, VISTO CHE IL PD NON HA UN CANDIDATO DECENTE PER STRAPPARE LA LOMBARDIA, PRIMA REGIONE D'ITALIA, ALLA LEGA...

Condividi questo articolo


LETIZIA MORATTI E ATTILIO FONTANA LETIZIA MORATTI E ATTILIO FONTANA

DAGONEWS

Una bomba si sta per abbattere sul Pirellone. Letizia Moratti, dopo essere stata sfanculata da Salvini e Berlusconi per la sua auto-candidatura alla Regione Lombardia, è furibonda.

 

Al suo entourage ha confidato di non voler assolutamente ritirare la propria “disponibilità” a scendere in campo alla Regione: “Piuttosto mi presento con una lista centrista”.

 

letizia moratti e silvio berlusconi letizia moratti e silvio berlusconi

Un simile scenario porterebbe a una riedizione della fatal Verona, dove le diatribe interne al centrodestra tra Tosi e Sboarina hanno consegnato la città al centrosinistra.

 

letizia moratti e matteo salvini letizia moratti e matteo salvini

Il ragionamento di “Mestizia” Moratti, che non ha più rapporti né con Salvini né con Berlusconi, giudicato “inaffidabile, vista la presenza ingombrante intorno a lui di Licia Ronzulli, è: “Se avrò successo in Lombardia, posso essere io la nuova leader di quel che resta di Forza Italia”.

 

BEPPE SALA E LETIZIA MORATTI BEPPE SALA E LETIZIA MORATTI

Una sorta di opa ostile al partito, che imporrebbe la leadership con la forza del consenso.

 

Non solo: quando Enrico Letta ha saputo della pervicace volontà di Letizia Moratti di correre in solitaria, ha accarezzato l’idea di appoggiare la candidatura con tutto il Pd.

 

Per il Nazareno sarebbe la mossa del cavallo per togliere alla Lega il “tesoro” della Lombardia, la regione più ricca d’Italia.

letizia moratti annalisa chirico letizia moratti annalisa chirico

 

Con la dichiarazione sui migranti alla presentazione del libro di Annalisa Chirico (“L'immigrazione porta benefici e guasti. viviamo in una società con un basso tasso di fertilità ed esistono professioni che i nostri concittadini non vogliono più esercitare. Prevedo flussi in crescita dal continente africano. molte persone abbandonano il proprio paese per una vita migliore, non si può impedire…”), Letizia Moratti ha preso due piccioni con una fava: da un lato ha accarezzato le pulsioni d’accoglienza delle anime belle di sinistra. Dall’altro, ha risposto al bisogno degli imprenditori leghisti del nord di disporre di manodopera per mandare avanti le fabbriche.

 

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Salvini Letizia Moratti Salvini Letizia Moratti

 

letizia e gian marco moratti letizia e gian marco moratti

 

 

LETIZIA MORATTI FIGLIO 5 LETIZIA MORATTI FIGLIO 5

enrico letta atreju enrico letta atreju

 

 

letizia moratti con silvio berlusconi e umberto bossi letizia moratti con silvio berlusconi e umberto bossi GUIDO BERTOLASO CON ATTILIO FONTANA E LETIZIA MORATTI GUIDO BERTOLASO CON ATTILIO FONTANA E LETIZIA MORATTI LETIZIA MORATTI CON LA U-MASK LETIZIA MORATTI CON LA U-MASK LETIZIA moratti ATTILIO fontana GUIDO bertolaso LETIZIA moratti ATTILIO fontana GUIDO bertolaso

 

gabriele albertini con letizia moratti e silvio berlusconi gabriele albertini con letizia moratti e silvio berlusconi

 

 

letizia moratti e gabriele albertini letizia moratti e gabriele albertini

 

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

“SE LETTA VA ALLA SEGRETERIA GENERALE DELLA NATO TEMPO SEI MESI I RUSSI ARRIVANO IN PORTOGALLO” – RENZI, CHE TALENTO SPRECATO: POTEVA FARE IL COMICO, CE LO DOBBIAMO SORBIRE IN POLITICA! MATTEUCCIO SPERNACCHIA ENRICHETTO: “NON HO NESSUN PROBLEMA PERSONALE CON LUI. HA DETTO ‘NON VOGLIO RENZI PERCHÉ MI STA ANTIPATICO. BERLUSCONI INECE HA DETTO 'DEVI VENIRE CON NOI'’” – POI APRE A UN EVENTUALE APPOGGIO A UN GOVERNO DI CENTRODESTRA: “SE CI SARÀ UN PROBLEMA CERCHEREMO DI DARE UNA MANO COME ABBIAMO FATTO CON DRAGHI” – IL DAGO-SCENARIO: COME, INSIEME A UN GRUPPO DI FORZISTI, VUOLE IMPEDIRE A GIORGIA MELONI DI ANDARE A PALAZZO CHIGI…

SCENARI DI FANTA-POLITICA - LA STRATEGIA SOGNATA DA ITALIA VIVA, CON L’APPOGGIO DI UN GRUPPO DI FUTURI EX PARLAMENTARI DI FORZA ITALIA (CAPITANATI DAL SENATORE LUIGI CESARO, AI PIÙ NOTO COME GIGGINO 'A PURPETTA) È QUELLA DI INFILARE “CAVALLI DI TROIA” NELLE LISTE DI FORZA ITALIA, GRAZIE ALLE COPERTURE OFFERTE DAI CONGIURATI AZZURRI - APPENA ELETTI, I NEO-PARLAMENTARI DOVREBBERO PASSARE IN UN NEO GRUPPO DI CENTRO, DA COSTITUIRE APPOSITAMENTE - L’OBIETTIVO E’ AZZOPPARE IL CENTRODESTRA E IMPEDIRE A GIORGIA MELONI DI ANDARE A PALAZZO CHIGI (BERLUSCONI SA DI QUESTO FANTA-PROGETTO?)