BYE BYE DELL’UTRI! - “RIFUGIARSI A SANTO DOMINGO? NON LO ESCLUDO. MEGLIO DELL'ITALIA” - “A FURIA DI ROMPERMI I COGLIONI MI HANNO FATTO INGROSSARE LA PROSTATA. DEVO FARE UNA BIOPSIA: SE C’E’ QUALCOSA DI PIU’ GRAVE INGROIA LO AVRA’ SULLA COSCIENZA” - “LE ACCUSE DI RICICLAGGIO? UNA MINCHIATA. SOLO PERSONE CON DISTURBI POSSONO PENSARE COSE DEL GENERE” - TRAVAGLIO? “MI FA SENSO, MI DISGUSTA…”

Condividi questo articolo


"Non ho paura di niente. A me fa paura solo la salute. L'altro giorno ho fatto un check up e mi hanno riscontrato la prostata ingrossata. Mi hanno detto che con tutta la rottura di coglioni che mi fanno è il minimo che mi possa succedere. Lunedì prossimo devo fare una biopsia e se c'è qualcosa di più grave bisognerà intervenire. Ingroia lo avrà sulla coscienza".

MARCELLO DELLUTRIMARCELLO DELLUTRI DELLUTRIDELLUTRI

Lo dice Marcello Dell'Utri, senatore del Pdl, a La Zanzara su Radio 24. "Le ultime accuse di riciclaggio - dice ancora Dell'Utri - mi sembrano una cosa comica. Minchiate. Quella che mi fanno è una vessazione giudiziaria. In galera ci andrei, ma riconoscendo che ho fatto degli errori. Ma io penso di non averli fatti".

Ma lei ha intenzione di rifugiarsi a Santo Domingo, chiedono i conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo? "Non escludo niente - dice Dell'Utri - questo non è un paese dove si può vivere, meglio Santo Domingo. Molti la pensano come me. Berlusconi mi ha dato 40 milioni, tutto riscontrabile, e loro pensano che li ho dati alla mafia. Sono veramente malati. Solo persone con disturbi possono pensare cose del genere. C'è gente che si alza al mattino per rompere le scatole, e fa questo di mestiere. Bisognerebbe essere attenti, invece questi giudici se ne fottono: intercettano, denunciano, rinviano a giudizio".

Berlusconi nel con Marcello DellUtriBerlusconi nel con Marcello DellUtri Berlusconi nel con Marcello DellUtriBerlusconi nel con Marcello DellUtri

E' vero che ha il passaporto dominicano?
"No è un'altra minchiata, una fesseria. Ho una casa a Santo Domingo e ho la residenza. E' un paese dove si sta benissimo". Di Marco Travaglio cosa pensa? "E' una persona che mi fa senso, cioè mi disgusta".

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

politica

“A GIORGIA MELONI DICO: INIZI DAL TOGLIERE LA FIAMMA DAL LOGO DEL PARTITO” – ANCHE LILIANA SEGRE CHIEDE ALLA “DUCETTA” DI CAMBIARE IL SIMBOLO PER NON ESSERE ASSIMILABILE IN QUALCHE MODO AL FASCISMO: “LE PAROLE NON MI COLPISCONO PIÙ DI TANTO, DEVONO ESSERE ACCOMPAGNATE DA FATTI CONCRETI” – LA REPLICA DI LA RUSSA: “CON TUTTO IL RISPETTO PER LA SENATRICE, CHE STIMO, RICORDO CHE LA FIAMMA NON È ASSIMILABILE AL FASCISMO E CHE SUO MARITO, CHE HO CONOSCIUTO E APPREZZATO, SI CANDIDÒ CON ALMIRANTE

MA QUINDI COM’È STO PRESIDENZIALISMO? – LA PROPOSTA DI RIFORMA COSTITUZIONALE DEL CENTRODESTRA PREVEDE L’ELEZIONE DIRETTA DEL CAPO DELLO STATO. COME IN FRANCIA O NEGLI STATI UNITI, PER INTENDERSI – A DIFFERENZA DEL PARLAMENTARISMO, NELLA REPUBBLICA PRESIDENZIALE IL PRESIDENTE HA GRANDI POTERI E PUÒ AGIRE LIBERAMENTE – COME TUTTE LE FORME DI GOVERNO HA I SUOI PRO E CONTRO: IL VANTAGGIO È LA “MASSIMA LEGITTIMITÀ” RICONOSCIUTA AL PRESIDENTE E IL RAFFORZAMENTO DELLA SEPARAZIONE DEI POTERI. MA NON RISOLVEREBBE IL PROBLEMA DELL’INSTABILITÀ POLITICA…