CHE CI FA UN PROFESSORE VICINO A FORZA NUOVA IN UN TAVOLO TECNICO A PALAZZO CHIGI? – NELLA LISTA DI ESPERTI SELEZIONATI A TITOLO GRATUITO PER SUPPORTARE IL MINISTERO PER LE AUTONOMIE REGIONALI DI MARIA STELLA GELMINI C’È ANCHE IL “COSTITUZIONALISTA” DANIELE TRABUCCO, FONDATORE DELL’ASSOCIAZIONE VICIT LEO FINANZIATA DAL TRUST FONDATO DAL LEADER DI FORZA NUOVA, ROBERTO FIORE - IL SUO NOME ERA STATO SUGGERITO DA “FRATELLI D’ITALIA” PER LA QUOTA SPETTANTE ALL’OPPOSIZIONE, MA ORA “MARY-STAR” HA DECISO DI REVOCARGLI L’INCARICO - LA PRECISAZIONE DI TRABUCCO

-

Condividi questo articolo


LA PRECISAZIONE DI DANIELE TRABUCCO

https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/posta-precisazione-daniele-trabucco-quot-non-appartengo-ad-alcuna-286250.htm

 

Giovanna Faggionato per www.editorialedomani.it

daniele trabucco 2 daniele trabucco 2

 

Cosa ci fa un avvocato costituzionalista fondatore di un’associazione finanziata da Forza Nuova e membro del comitato scientifico di un think tank di estrema destra, in un tavolo tecnico sulla montagna istituito «presso la presidenza del consiglio – ministero per le autonomie regionali»?

 

Il 10 giugno 2021 il dicastero guidato da Mariastella Gelmini ha nominato per decreto i componenti del tavolo incaricato di supportare il ministero nell’elaborare la strategia nazionale per la montagna e una successiva legge.

MARIA STELLA GELMINI MARIA STELLA GELMINI

 

Nella corposa lista di esperti selezionati a titolo gratuito, tra la sciatrice Stefania Belmondo e Andrea Ferrazzi, direttore di Confindustria Belluno, compare anche il «costituzionalista» Daniele Trabucco, fondatore dell’associazione Vicit Leo finanziata dal trust fondato dal leader di Forza Nuova, Roberto Fiore.

roberto fiore roberto fiore

 

Come è possibile che Trabucco partecipi a un tavolo seppure minore a Palazzo Chigi?

 

Fonti ministeriali spiegano che il nome di Trabucco è stato suggerito dall’opposizione parlamentare che ha reclamato una rappresentanza al tavolo della presidenza del consiglio: Trabucco è stato indicato da Fratelli d’Italia.

 

daniele trabucco daniele trabucco

La ministra Gelmini appena è stata informata da questo giornale di chi aveva nominato al tavolo della presidenza di Palazzo Chigi ci ha fatto sapere di aver deciso di revocare l’incarico al professore.

 

Trabucco è professore associato di diritto costituzionale comparato e dottrina dello stato alla «Libera Accademia di Bellinzona – Istituto di Neuroscienze Dinamiche Erich Fromm». L’istituto svizzero ha piazzato ben tre suoi docenti nel comitato scientifico del think tank di estrema destra Istituto per lo stato e la partecipazione, nel cui comitato redazionale siede per esempio Valerio Benedetti, il caporedattore di Prima nazionale, il giornale del gruppo neofascista CasaPound.

 

giuliano castellino e roberto fiore assalto alla cgil giuliano castellino e roberto fiore assalto alla cgil

Certamente il professore Trabucco è molto attivo nel bellunese: è docente di Unidolomiti istituto privato che eroga corsi soprattutto grazie ai finanziamenti della regione Veneto ed è presidente del «Circolo della libertà e della stampa bellunese», quella libertà di stampa che, per esempio, gli ha permesso di scrivere sull’ultimo numero del mensile di Forza Nuova. Per comprendere la sua personale idea di libertà, è utile ricordare un intervento in cui sostiene che le accuse di negazionismo servano a limitare la libertà di pensiero.

 

daniele trabucco daniele trabucco

In quota opposizione

 

Trabucco scrive attualmente su La Verità dove ha proprio in questi giorni spiegato perché è difficile sciogliere Forza Nuova, cioè il movimento che ha finanziato la associazione Vicit Leo da lui fondata. Negli anni scorsi ha firmato un libro sugli aspetti giuridici della Repubblica sociale di Salò assieme all’amico Augusto Sinagra, il professore di diritto che ha difeso il piduista Licio Gelli e il dittatore argentino Videla.

 

Entrambi sono stati entrambi inseriti nell’elenco dei “ministri” del governo ombra di «Italia libera», la sigla ombrello sotto la quale a dicembre 2020 si sono uniti i neofascisti e alcuni leader del movimento No Vax No Green Pass.

ROBERTO FIORE E GIULIANO CASTELLINO ROBERTO FIORE E GIULIANO CASTELLINO

 

Ad aprile il professore aveva elogiato il partito della Meloni per l’opposizione al governo Draghi, in contrasto con «una Lega guidata da “Capitan Findus” che ha tradito ogni suo ideale».

 

A giugno era poi arrivata la nomina del ministero.

ROBERTO FIORE ROBERTO FIORE MARIA STELLA GELMINI MARIA STELLA GELMINI Daniele Trabucco Daniele Trabucco daniele trabucco 4 daniele trabucco 4

 

Condividi questo articolo

politica

MOVIMENTO “MARI-STELLI” - IL PORTAVOCE DI LUIGI DI MAIO, PEPPE MARICI, CHE DOMENICA SPOSA LA VICE-MINISTRA ALL’ECONOMIA LAURA CASTELLI, SI CONFIDA CON TELESE: “IL NOSTRO È UNA SORTA DI ‘AMORE A CINQUE STELLE’, MA NON È UN FILM DEI VANZINA” - “PER VEDERCI DI PIÙ ABBIAMO DOVUTO OCCUPARCI DI INTERNAZIONALIZZARE IL MADE IN ITALY ALLA FARNESINA. LAURA È UNA GRANDE CUOCA. È LA REGINA DELLO SVUOTAFRIGO. QUALSIASI COSA TROVI NE TRAE UN GRANDE PIATTO. HO DOVUTO FARE UN SERIO ACCORDO POLITICO CON LEI. PUÒ STARE ANCHE FINO ALLE TRE SUL DIVANO, A STUDIARE UN DOSSIER, MA IL LETTO È SACRO. QUANDO VIENE A DORMIRE…”

DAGOREPORT - BERLUSCONI FA BENE A SOGNARE IL QUIRINALE: UN SONDAGGIO LO DA' SECONDO NEL GRADIMENTO DEGLI ITALIANI (20,6%) SECONDO SOLO A DRAGHI (23,4%) E PRIMA DEL MATTARELLA-BIS (19,3%) - IL CAV, ORMAI FUORI DI TESTA, HA CHIESTO AL FIDATO GIANNI LETTA DI ORGANIZZARE UN INCONTRO CON IL NIPOTE, ENRICO LETTA PER DISCUTERE DELLA SUA ELEZIONE AL COLLE. AL VOLTO BASITO DELL'EMINENZA AZZURRINA, BERLUSCONI HA RISPOSTO CON LO SLANCIO MESSIANICO DI CHI È CONVINTO DI POTER ARRIVARE DOVE VUOLE: "SONO SICURO CHE SE GLI PARLO, LO CONVINCO..."

MATTEO DA LEGARE - SE GIORGIA MELONI HA QUALCHE PROBLEMINO CON IL SUO PARTITO, MATTEO SALVINI NON SE LA PASSA MEGLIO. HA DOVUTO INCASSARE UNA COCENTE SCONFITTA IN EUROPA: I POLACCHI DI KACZYNKSI E MORAWIECKI HANNO RIFIUTATO LE SUE AVANCES A CONFLUIRE NELL'EUROGRUPPO DELLE DESTRE PER RESTARE NEL GRUPPO “CONSERVATORI E RIFORMISTI” INSIEME A GIORGIA MELONI. I POLACCHI NON ACCETTERANNO MAI DI SCHIERARSI CON L'ESTREMA DESTRA DI MARINE LE PEN - IL "CAPITONE", OLTRE ALLE SBERLE IN EUROPA, DEVE ANCHE GESTIRE LE SCAZZOTTATE SUL VACCINO NELLA LEGA...