DRAGHI È CADUTO E ANCHE SCHOLZ NON STA TANTO BENE – NUOVO SCANDALO PER IL CANCELLIERE TEDESCO: IN UNA CASSETTA DI SICUREZZA INTESTATA A UN EX POLITICO DELLA SPD, JOHANNES KAHRS, È STATA TROVATA UNA BORSA CON OLTRE 200MILA EURO IN CONTANTI. È IL FRUTTO DELLE INDAGINI SULLA BANCA WARBRUG DI AMBURGO, UNA VECCHIA VICENDA CHE TORMENTA SCHOLZ DAL 2016 – DER SPIEGEL: “POTREBBE ESSERE UN AGOSTO CALDO PER IL CAPO DEL GOVERNO”

-

Condividi questo articolo


 

 

OLAF SCHOLZ OLAF SCHOLZ

GERMANIA: SCANDALO WARBURG METTE ANCORA IN DIFFICOLTÀ SCHOLZ

(ANSA) – Una borsa con oltre 200mila euro in contanti è stata trovata in una cassetta di sicurezza intestata ad un ex politico della Spd, Johannes Kahrs, nell'ambito di indagini riguardanti la banca Warburg di Amburgo.

 

Lo scrive Bild, dando notizia degli ultimi sviluppi della cosiddetta inchiesta Cum-ex/Warburg, uno scandalo che segue il cancelliere Olaf Scholz da anni, cioè dal 2016, quando era sindaco della stessa Amburgo. Kahrs, secondo Bild, non è riuscito a indicare l'origine del denaro. Ad Amburgo sul caso sta indagando una Commissione d'inchiesta che sta approfondendo la possibile influenza di politici di spicco della socialdemocratica Spd nel contesto di una frode fiscale della.

 

christian olearius 1 christian olearius 1

Sul caso indaga anche la procura di Colonia, che ha ora mandato 140 pagine di documenti alla stessa Commissione amburghese. Come scrive Spiegel, Scholz dovrà quindi "probabilmente fare i conti ancora una volta con il suo passato ad Amburgo. Potrebbe essere un agosto caldo per il capo del governo".

 

johannes kahrs johannes kahrs

Nel 2016, infatti, in qualità di sindaco della città tedesca, Scholz avrebbe incontrato il presidente del consiglio di vigilanza della banca Warburg, Christian Olearius. In seguito, le autorità della città avevano rinunciato a ingenti recuperi fiscali dalla banca, per un importo di 47 milioni di euro. Scholz si è però sempre detto estraneo a qualsiasi tipo di irregolarità e, negli ultimi mesi, lo scandalo era scomparso dalle prime pagine dei giornali.

 

Olearius e la Warburg Bank hanno inoltre sempre negato di aver influenzato la politica o averne beneficiato. Intanto, entro il 19 agosto, Scholz dovrà comparire davanti alla Commissione d'inchiesta di Amburgo, in un appuntamento già previsto da tempo. La Cdu e la Linke locali, all'opposizione, sono sul piede di guerra: "le incongruenze aumentano sempre di più.

 

mario draghi olaf scholz emmanuel macron 2 mario draghi olaf scholz emmanuel macron 2

Non è affatto chiaro dove Kahrs abbia preso i soldi e in che misura la rete socialdemocratica di Amburgo abbia tratto profitto da questi eventi", ha dichiarato a Spiegel il leader della Cdu di Amburgo, Christoph Ploss. "In questo caso, anche la Spd a livello federale ha l'obbligo di fare finalmente chiarezza. Olaf Scholz e Peter Tschentscher devono contribuire al chiarimento. Entrambi non devono più nascondersi". Peter Tschentscher è l'attuale sindaco di Amburgo, sempre della Spd, ed è stato il responsabile delle Finanze quando la città era guidata da Scholz.

christian olearius christian olearius

 

SCANDALO WARBURG: 'SCHOLZ NON SA NIENTE DI SOLDI DI KAHRS'

(ANSA) Il cancelliere tedesco Olaf Scholz non sapeva niente dei 200.000 euro in contanti trovati in una cassetta di sicurezza dell'ex deputato Spd Johannes Kahrs. Lo ha detto il portavoce del governo, Steffen Hebestreit, rispondendo oggi a Berlino a una domanda in merito agli ultimi sviluppi dello scandalo che coinvolge la banca amburghese Warburg.

 

Britta Ernst Olaf Scholz Britta Ernst Olaf Scholz

Il portavoce ha anche sottolineato che, alla fine della prossima settimana, Scholz risponderà alle domande della Commissione d'inchiesta della città di Amburgo che si occupa del caso Warburg. Sabato scorso la Bild aveva rivelato che, lo scorso autunno, una borsa con oltre 200mila euro in contanti sarebbe stata trovata in una cassetta di sicurezza intestata all'ex politico della Spd Kahrs, nell'ambito di indagini riguardanti la banca Warburg e i suoi possibili rapporti con alcuni politici Spd. Uno scandalo che segue il cancelliere Olaf Scholz da anni, cioè dal 2016, quando era sindaco della stessa Amburgo. Scholz si è sempre dichiarato estraneo a qualsiasi coinvolgimento nel caso.

 

Condividi questo articolo

politica

DAGOREPORT! - NELLA GIUNGLA DEI SONDAGGI, QUELLO CHE È CERTO È CHE IL CARROCCIO NON TIRA AL NORD COME UNA VOLTA E OGGI SALVINI HA IL SUO BACINO DI CONSENSI NEL CENTROSUD, ABBANDONATO DALLA VECCHIA LEGA DI ZAIA E FEDRIGA - L’ATTIVISMO SFRENATO DEL CAPITONE, CHE TANTO IRRITA SIA LA MELONI CHE IL QUIRINALE, È MOTIVATO DALLA SFIDA CHE VEDE CONTRAPPOSTI ATTILIO FONTANA E LETIZIA MORATTI. L’EROE DEL PAPEETE SA BENISSIMO CHE SE PERDE LA LOMBARDIA, E’ FINITO. IN SOCCORSO DI SALVINI, È SPUNTATO IL MINORINO MAJORINO, APICE DEL TAFAZZISMO DEL PD….

“MARIE THERESE MUKATSINDO AVEVA TRASFORMATO SE STESSA IN UNA SPECIE DI WANNA MARCHI DELL’ACCOGLIENZA” – “LA VERITÀ”: “LA KARIBU NON SAREBBE STATA UNA COOPERATIVA, MA UNA DITTA A CONDUZIONE FAMIGLIARE O AL MASSIMO UN'ASSOCIAZIONE. CHE NEL GIRO DI POCHI ANNI AVREBBE GESTITO PIÙ DI 60 MILIONI DI EURO DI FONDI PER L'ACCOGLIENZA. UN FIUME DI DENARO EROGATO SENZA CHE NESSUNO SI ACCORGESSE DELLA REALE NATURA DELLE DUE COOP. UNA PICCOLA HOLDING CHE HA POTUTO NON PAGARE OLTRE 1 MILIONI DI EURO DI TASSE E PIÙ DI 100.000 EURO DI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI” – LO STIPENDIO DA 4.500 EURO E LETTERE CHE SMENTISCONO LA MOGLIE DI SOUMAHORO

RENZI VUOLE ALLA VIGILANZA RAI LA BOSCHI. E “IL FATTO QUOTIDIANO” LO UCCELLA ‘’PER I RAPPORTI DI AFFARI CON LUCIO PRESTA. OSSIA L'AGENTE DEI VIP ACCREDITATO DI FARE IL BELLO E IL CATTIVO TEMPO IN RAI (E PERSINO I PALINSESTI) E INDAGATO ASSIEME A RENZI PER "RAPPORTI CONTRATTUALI FITTIZI" DIETRO I QUALI SI NASCONDEREBBE UN PRESUNTO FINANZIAMENTO ALLA POLITICA. TRA I CONTRATTI FIRMATI CON RENZI, QUELLO PER LA REALIZZAZIONE DEL DOCUMENTARIO "FIRENZE SECONDO ME" PER IL QUALE RENZI HA INCASSATO CIRCA 450 MILA EURO, ANDATO IN ONDA SU DISCOVERY LE CUI RIPRESE ERANO INIZIATE QUANDO ANCORA IL NETWORK ERA DIRETTO DA MARINELLA SOLDI, ORA PRESIDENTE DELLA RAI…