1. ECCOLA VERA “P4”! EU-GENIO SCALFARI ATTOVAGLIA NAPOLITANO, MARIO DRAGHI ED ENRICO LETTA! (PRATICAMENTE LE MASSIME AUTORITÀ MORALI E MONETARIE DELLA NAZIONE) 2. E FANNO BENE: PIUTTOSTO CHE PERDERE TEMPO CON I TALK-SHOW, O LOGORARSI I NERVI CON QUOTIDIANI, TELEGIORNALI E SITI: IL VERO POTERE NON VA IN TELEVISIONE A SCODELLARE I FATTI AL POPOLO BUE MA INCIUCIA COME SEMPRE IN PRIVATO (QUESTI CENINI SONO SEMPRE AVVENUTI, RICORDARSI DEL SALOTTONE DI MARIASAURA ANGIOLILLO)

Condividi questo articolo

R.Z. per "il Fatto Quotidiano"

La quieta e romantica piazza della Minerva, nel cuore di Roma, venerdì sera era insolitamente affollata. Ma non di turisti. A meno che non ne sia nata una nuova specie amante dei palazzi privati anziché dei monumenti. In realtà uno dei palazzi affacciati sulla piazza è l'abitazione di un monumento, non dell'arte bensì del giornalismo italiano: Eugenio Scalfari, il fondatore di Repubblica.

Laura Boldrini e Eugenio ScalfariLaura Boldrini e Eugenio Scalfari

Chi era alla finestra, venerdì scorso, ha notato che davanti alla sua abitazione ha sostato a lungo una "comitiva". Probabilmente poliziotti in borghese, in attesa di tre auto blu. I passeggeri che ne sono scesi erano rispettivamente il presidente del Consiglio Enrico Letta, il governatore della Banca centrale europea Mario Draghi e il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Una cena davvero impegnativa. Non capita tutti i giorni di radunare attorno a un tavolo le figure istituzionali più importanti del nostro Paese e d'Europa. Alle quali Scalfari ha dedicato il suo editoriale due giorni dopo, intitolato per l'appunto "Napolitano-Letta-Draghi: lo scudo Italia-Europa".

ario Draghi e Christine Lagardee cf fc e df c a dario Draghi e Christine Lagardee cf fc e df c a d

Non sapremo mai cosa si sono detti, ma possiamo intuirlo dall'articolo in cui, dopo aver citato due aforismi del Diario di Friedrich Hebbel per sintetizzare i mali che affliggono il nostro Paese, ossia "la caparbietà di Berlusconi nel privilegiare se stesso" e l'incapacità della massa di fare progressi, Scalfari ricordava che il governo Letta, così come quello Monti non sono stati una scelta, "ma il prodotto necessario d'una situazione priva di alternative".

lettaletta GIORGIO NAPOLITANO IN VACANZA IN ALTO ADIGEGIORGIO NAPOLITANO IN VACANZA IN ALTO ADIGE

Siccome ora ci troviamo nuovamente in una situazione assai critica, inserita in un quadro internazionale ancora in crisi, "riusciranno i nostri eroi"? si domandava il fondatore. Gli eroi Napolitano-Letta-Draghi che "sono i nostri tre punti di forza, che hanno l'Europa come obiettivo preminente per l'avvenire di tutti" questa volta però devono agire da supereroi perché Berlusconi non indietreggia e sarebbe disposto anche a farci uscire dall'euro pur di non decadere. Speriamo che sia stato loro offerto un bel piatto di spinaci.

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

UN UOMO SÒLA AL COMANDO - CHRISTIAN ROCCA RIFÀ LA TINTA A CONTE: “È UN IRRESPONSABILE. CON I BONUS E CON LE MANCE, CON IL NO AL MES E IL SÌ ALLO SPRECO DI DENARO, CON GLI HACKER E CON I CENTRALINI INTASATI DA CASALINO (COPYRIGHT DARIO FRANCESCHINI), DEVE ESSERE RIMOSSO DA PALAZZO CHIGI SUBITO E IL COMPITO SPETTA AL PD” – “UNO CHE NON RIESCE NEMMENO A FAR ENTRARE CLEMENTE MASTELLA AL GOVERNO, FALLENDO UN RIGORE SENZA PORTIERE, COME PUÒ SCRIVERE UN RECOVERY PLAN CHE NON SIA RESPINTO DALLE ISTITUZIONI EUROPEE?” -

CONTE IN CUL DE SAC - LA MAGGIORANZA C’È, GRAZIE A TRE SENATORI A VITA CHE, COME NOTO, NON PARTECIPANO ALLA QUOTIDIANITÀ DELLA VITA PARLAMENTARE E AI NOVELLI SCILIPOTI, MA NON LA STABILITÀ. PERCHÉ CON QUESTI NUMERI È PRESSOCHÉ IMPOSSIBILE GOVERNARE IN COMMISSIONE E IN AULA. PERCHÉ CON QUESTO QUADRO È DIFFICILE PENSARE ANCHE A UN PROFONDO RIMPASTO SENZA IL RISCHIO CHE, MOSSA UNA CARTA, CADA TUTTO IL CASTELLO - MEDIATICAMENTE PARLANDO, RENZI HA PERSO, PERÒ POLITICAMENTE INCASSA IL RISULTATO PARZIALE…

FORZA, TORNATE A CONTAGIARVI IN UFFICIO - NEL SETTORE PUBBLICO LO SMART WORKING SCADE IL 31 GENNAIO: SENZA UN NUOVO DECRETO, RIPRENDERANNO LE ATTIVITÀ IN PRESENZA - I PRIVATI POSSONO SCEGLIERE IL LAVORO AGILE FINO AL TERMINE DELLO STATO DI EMERGENZA, E COMUNQUE NON OLTRE IL 31 MARZO - RESTA IL DIRITTO PER CHI HA FIGLI MINORI DI 14 ANNI E LE TUTELE PER QUELLI CON DISABILITÀ GRAVE - "BISOGNA EVITARE CHE UNO STRUMENTO DALLE GRANDI POTENZIALITÀ VENGA CONFUSO CON IL TELE-LAVORO E SI RIDUCA AL LAVORO DA CASA"...

“GUAGLIÒ, TENGO TUTTE LE PROVE NCOPP’ O’ CELLULARE” – IL SENATORE DI FORZA ITALIA LUIGI CESARO, ALIAS "GIGGINO 'A PURPETTA", RIVELA LA PROPOSTA INDECENTE PREVENUTAGLI DAGLI EMISSARI DI CONTE - "MI HANNO OFFERTO UN MINISTERO PER IL VOTO MIO E DI ALTRI DUE AMICI SENATORI CHE CONTROLLO” (MA COME CONTROLLO?) - LE TRATTATIVE AFFIDATE AL MINISTRO D’INCA’, IL SECCO NO DI GIARRUSSO, L’AGITAZIONE DI TA-ROCCO CASALINO (“COSAAA? 158? SAREBBE UN SOGNO”) E LA CHIOSA DI GASPARRI: “STANNO FACENDO LO SCHIFO”