IRAN E RUSSIA CI HANNO RIN-DRONATO – L’ATTACCO DI TEHERAN A ISRAELE È STATO MODELLATO SU QUELLI DI PUTIN ALL’UCRAINA, FATTI PROPRIO CON I DRONI KAMIKAZE IRANIANI “SHAHED”: I DANNI ALLO STATO EBRAICO SONO STATI PIÙ LIMITATI DEL PREVISTO, E MOLTO MINORI A QUELLI CHE SUBISCE KIEV. E INFATTI IL PRESIDENTE UCRAINO, VOLODYMYR ZELENSKY, PRENDE SUBITO POSIZIONE: “CONOSCIAMO BENE L’ORRORE DI ATTACCHI SIMILI. LE PAROLE NON FERMANO I DRONI E NON INTERCETTANO I MISSILI…”

-

Condividi questo articolo


Vladimir Putin Ali Khamenei Ebrahim Raisi Vladimir Putin Ali Khamenei Ebrahim Raisi

1. ATTACCO IRAN, ZELENSKY: “CONOSCO BENE L’ORRORE DEI DRONI DI TEHERAN”

(LaPresse) - “L’Ucraina condanna l’attacco dell’Iran contro Israele utilizzando droni e missili ‘Shahed’. Noi in Ucraina conosciamo molto bene l’orrore di attacchi simili da parte della Russia, che utilizza gli stessi droni ‘Shahed’ e missili russi, le stesse tattiche di attacchi aerei di massa”. Lo scrive su X il presidente Volodymyr Zelensky.

 

“È necessario compiere ogni sforzo per prevenire un’ulteriore escalation in Medioriente”. “Le azioni dell’Iran minacciano l’intera regione e il mondo, proprio come le azioni della Russia minacciano un conflitto più ampio, e l’ovvia collaborazione tra i due regimi nella diffusione del terrore deve affrontare una risposta risoluta e unita da parte del mondo”, ha aggiunto.

 

resti di un missile iraniano resti di un missile iraniano

“Il mondo non vede l’ora che le discussioni continuino. Le parole non fermano i droni e non intercettano i missili. Solo l’assistenza tangibile lo fa. L’assistenza che stiamo anticipando. Dobbiamo rafforzare la sicurezza e contrastare con determinazione tutti coloro che vogliono fare del terrorismo una nuova normalità. È fondamentale che il Congresso degli Stati Uniti prenda le decisioni necessarie per rafforzare gli alleati dell’America in questo momento critico”.

 

2. ISW, ATTACCHI DELL'IRAN A ISRAELE SUL MODELLO RUSSO CONTRO KIEV

iraniani festeggiano l attacco a israele iraniani festeggiano l attacco a israele

(ANSA) - L'attacco iraniano contro Israele è stato modellato su quelli che i russi usano a ripetizione contro l'Ucraina con grande efficacia, ma i danni a Israele sono stati più limitati del previsto, probabilmente perché gli iraniani hanno sottovalutato le enormi capacità di difesa del Paese rispetto a Kiev: Teheran imparerà la lezione e lavorerà per migliorare la capacità di penetrare le difese israeliane, come hanno fatto i russi.

 

Lo scrivono gli analisti del Think tank americano Isw (The Institutte for the study of war). I droni iraniani sono stati lanciati molto prima dei missili balistici, probabilmente con l'aspettativa che arrivassero nella finestra di difesa aerea di Israele più o meno nello stesso momento dei missili da crociera.

 

lancia razzi iran lancia razzi iran

Anche i russi hanno utilizzato più volte questo approccio contro l'Ucraina. Lo scopo è quello di fare in modo che i missili da crociera e i droni più lenti distraggano e superino le difese aeree per consentire ai missili balistici, che sono molto più difficili da abbattere, di raggiungere i loro obiettivi.

 

Gli iraniani - commenta l'Isw, molto probabilmente si aspettavano che pochi, se non nessuno, dei missili da crociera e dei droni avrebbero colpito i loro obiettivi, ma probabilmente speravano che una percentuale significativamente più alta di missili balistici lo facesse. In realtà solo pochi missili balistici sono penetrati nelle difese aeree israeliane e hanno colpito vicino alle basi militari israeliane, dei circa 120 lanciati dagli iraniani.

 

vladimir putin ali khamenei vladimir putin ali khamenei

"Le difese aeree ucraine hanno registrato tassi di intercettazione medi pari solo al 46% circa dei missili balistici russi durante i recenti attacchi di grandi dimensioni. Gli iraniani probabilmente si aspettavano che i tassi israeliani sarebbero stati più alti di quelli ucraini ma non superiori al 90% contro una salva di missili balistici così grande: i russi non hanno mai lanciato così tanti grandi missili balistici in un singolo attacco contro l'Ucraina", si legge sul sito del think tank.

 

L'Ucraina intercetta spesso più del 75% dei missili da crociera e dei droni russi, ma molte di queste intercettazioni avvengono all'interno dell'ombrello della difesa aerea che si occupa anche della difesa dai missili balistici. Gli iraniani quindi probabilmente si aspettavano che almeno alcuni dei loro droni e missili da crociera avrebbero interferito con il targeting israeliano dei missili balistici in arrivo. "La capacità dell'Iran di penetrare le difese aeree israeliane anche con un piccolo numero di grandi missili balistici presenta seri problemi di sicurezza per Israele", dice l'Isw.

batteria antimissile iron dome israele batteria antimissile iron dome israele vladimir putin ali khamenei vladimir putin ali khamenei

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - CHE SUCCEDE SE IL 10 GIUGNO, APERTE LE URNE, IL DIVARIO TRA M5S E PD RISULTASSE MOLTO FORTE, O ADDIRITTURA ELLY SCHLEIN RIUSCISSE A DOPPIARE LA PERCENTUALE DEI 5STELLE? - I SOGNI DI GLORIA DI CONTE "LEADER DELLA SINISTRA” FINIREBBERO NEL CESTINO DELLE AMBIZIONI SBAGLIATE MA SOPRATTUTTO COMINCEREBBE LA GUERRA CIVILE NEL MOVIMENTO - CONTE HA CONTRO LA NOMENKLATURA CHE È STATA TAGLIATA FUORI DALLA NORMA DEL DOPPIO MANDATO: FICO, FRACCARO, BONAFEDE, BUFFAGNI, TAVERNA, RAGGI, DI BATTISTA, TUTTI MIRACOLATI CHE SI ERANO ABITUATI ALLA CUCCAGNA PARLAMENTARE DEI 15 MILA EURO AL MESE - ALL’OSTILITÀ DEI REDUCI E COMBATTENTI DEL GRILLISMO CON AUTO BLU, AGGIUNGERE LA FRONDA DEI PENTASTELLATI CHE NON HANNO PER NULLA DIGERITO L’AUTORITARISMO DI CONTE QUANDO HA SCELTO I SUOI FEDELISSIMI DA PIAZZARE IN LISTA PER LE EUROPEE, SENZA PASSARE DALLE SELEZIONI ONLINE E FACENDOLI VOTARE DAGLI ATTIVISTI IN UN ELENCO BLOCCATO... 

"NELLA CHIESA C'È TROPPA ARIA DI FROCIAGGINE" - IERI DAGOSPIA HA SANTIFICATO LA SANTA DOMENICA CON UNO SCOOP SU BERGOGLIO COATTO CHE OGGI IMPAZZA SU TUTTI I SITI (A PARTE ''REPUBBLICA'') - PAPALE PAPALE: I VESCOVI DEVONO SEMPRE   "METTERE FUORI DAI SEMINARI TUTTE LE CHECCHE, ANCHE QUELLE SOLO SEMI ORIENTATE"  - LO RIFERISCONO PARECCHI VESCOVI ITALIANI INTERVENUTI ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CEI, DOVE PAPA FRANCESCO HA RIBADITO PUBBLICAMENTE, MA A PORTE CHIUSE, LA SUA NOTA CONTRARIETÀ AD AMMETTERE AL SACERDOZIO CANDIDATI CON TENDENZE OMO - BERGOGLIO NON È NUOVO A UN LINGUAGGIO SBOCCATO. DURANTE LA RECENTE VISITA A VERONA, HA RACCONTATO UNA STORIELLA… - VIDEO