LADRITALIA - IN ALITALIA NON SONO ANCORA CONTENTI DEI MILIARDI CHE SONO COSTATI AGLI ITALIANI - TUTTI I FORNITORI NON PAGATI NEGLI ULTIMI ANNI HANNO RICEVUTO DAI LEGALI DI ALITALIA UNA RICHIESTA DI REVOCATORIA - NON SOLO, I CLIENTI CHE SI VEDONO I VOLI ANNULLATI A CAUSA DI COVID, FORSE AVRANNO INDIETRO I LORO SOLDI, NON PRIMA DI 6 MESI, MA LA COMPAGNIA INOLTRE TRATTERRÀ 200 EURO PERCHÉ QUESTA FRANCHIGIA ERA PREVISTA ANCHE IN CASO CHE LORO ANNULLASSERO IL VOLO. NON È FINITA…

-

Condividi questo articolo

DAGOREPORT

PAOLA DE MICHELI ROBERTO GUALTIERI PAOLA DE MICHELI ROBERTO GUALTIERI

Ladritalia. In Alitalia, non contenti dei miliardi pubblici che sono costati agli italiani, non sanno più come fare a portare via soldi a fornitori e clienti. Tutti i fornitori non pagati negli ultimi anni, e che si sono insinuati al passivo per provare a riaverne almeno un po’, hanno ricevuto dai legali della compagnia aerea una richiesta di revocatoria. 

 

In pratica, oltre a non darti i soldi che ti devono, vogliono indietro quelli che erano stati pagati prima, sostenendo che i fornitori si sono approfittati di una compagnia in difficoltà (ma è in difficoltà da trent’anni!!). 

 

ALITALIA ALITALIA

Non solo, i clienti che si vedono i voli annullati a causa di coronavirus, forse avranno indietro i loro soldi, non prima di 6 mesi, ma la compagnia inoltre tratterrà 200 euro perché questa franchigia era prevista anche in caso che loro annullassero il volo.

 

Se poi per caso avevano comprato il volo con le miglia e lo volessero spostare all’estate prossima, anche questo sarà impossibile visto che le Miglia non verranno riaccreditate prima di 6 mesi (cosa ci vuole a schiacciare un pulsante!). 

giuseppe leogrande 1 giuseppe leogrande 1

 

Ma quanto ancora dovremo mantenere questa banda di scansafatiche sindacalizzati? Dove sono ora tutti quelli che avevano applaudito quando i sindacati avevano fatto un referendum per bocciare l’accordo che avrebbe tagliato posti di lavoro ma messo in salvo la compagnia?

 

Condividi questo articolo

politica

“GIUSEPPI” SPARANE UN’ALTRA – SIAMO AL CONTE CHE SMENTISCE CONTE: SUL GIALLO DELLA MANCATA ISTITUZIONE DELLA ZONA ROSSA AD ALZANO E NEMBRO SPUNTA L’INTERVISTA DEL 2 APRILE IN CUI LA VOLPE CON LA POCHETTE DICE DI ESSERE A CONOSCENZA DELL’ALLARME DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO – UNA VERSIONE SMENTITA DAVANTI AI GIUDICI IL 12 GIUGNO QUANDO HA GIURATO DI NON AVER VISTO IL VERBALE – GLI ALLEATI MOLLANO LO SCHIAVO DI CASALINO: “HA VOLUTO I PIENI POTERI? ORA È UN PROBLEMA SUO…”