“ALL’ASILO GLI RUBARONO IL SUO PUPAZZETTO DI ZORRO” – LA PRIMA PAGINA DEL LIBRO DI CHIARA GIANNINI “IO SONO MATTEO SALVINI”, QUELLO PUBBLICATO DA ALTAFORTE CHE HA SCATENATO UN GRAN CASINO, MANDA IN DELIRIO TWITTER – “DON DIEGO DELLA LEGA”, “PRIMA I PUPAZZETTI”, “PARE CHE IL CARDINALE KRAJEWSKI SIA STATO AVVISTATO IN UN NEGOZIO DI GIOCATTOLI…” - ''GUARDATE CHE TUTTI I 40ENNI HANNO UN TRAUMA LEGATO A ZORRO, ED E'...''

-

Condividi questo articolo

 

UN FENOMENO CHIAMATO SALVINI

La prima pagina del libro di Chiara Giannini “Io sono Matteo Salvini”

 

io sono matteo salvini altaforte io sono matteo salvini altaforte

Un fenomeno chiamato Salvini Il suo è il cognome più cliccato su Google in Italia: è l’uomo più desiderato dalle donne dello Stivale, anche, di nascosto, da quelle di sinistra, malgrado non abbia propriamente la faccia del latin lover. C'è chi pagherebbe oro per vederlo nella quotidianità della vita privata o solo per prenderci un caffè.

 

chiara giannini al salone del libro 8 chiara giannini al salone del libro 8

Perché non è riuscito solo a portare il suo partito dalle misere percentuali di un tempo a quelle di una forza di Governo stabilizzata e solida, ma ha toccato il cuore della gente, con quella naturalezza che solo chi parla senza aver paura di niente può avere. E i suoi alleati maggiori, spesso e volentieri, sono stati proprio i suoi difetti: quel non aver peli sulla lingua che non sempre paga, ma che avvicina alle persone; quel suo prevaricare, a volte, il pensiero altrui pur di far emergere la giustizia. Perché d'ingiustizie, nella vita, ne ha subite anche lui, sin da piccolo, quando racconta ironicamente che all'asilo gli rubarono il suo pupazzetto di Zorro.

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

ASCESA E CADUTA DEL RENZISMO: DALLE CAMPAGNE TOSCANE A PALAZZO CHIGI E RITORNO - SCALFARI: “‘RENZI? GRAZIE, NO. SE DOVESSE ESISTERE UN VERO CAPO CONFORME A UN PAESE POPULISTA CHE SFOCI INEVITABILMENTE IN UNA DITTATURA, IL PERSONAGGIO PIÙ ADATTO NON SAREBBE SALVINI E TANTO MENO DI MAIO, BENSÌ MATTEO RENZI. VIENE DA UNA FAMIGLIA DI BUONA BORGHESIA, CON PARECCHIE VIRTÙ DI MENTE SVEGLIA IN AFFARUCCI DI PROVINCIA E IN QUALCHE AFFARE UN PO' PIÙ CONSISTENTE. CULTURA VERA E PROPRIA DEL TUTTO ASSENTE’’