“LA MELONI È UNA PUTTANA, LA MELONI È UNA PUTTANA...” – LA PREMIER PUBBLICA SUI SOCIAL IL VIDEO IN CUI UN GRUPPO DI MANIFESTANTI DELLA CGIL CANTA CORI SESSISTI CONTRO DI LEI. E COMMENTA: “MI PIACEREBBE SAPERE COSA PENSANO LE ESPONENTI DELLA SINISTRA DI QUESTI ‘SLOGAN POLITICI’ DI ALCUNI MILITANTI DELLA CGIL. E MI PIACEREBBE SAPERE COSA NE PENSA IL SEGRETARIO MAURIZIO LANDINI CON LA SUA MORALE SEMPRE PRONTA PER GLI ALTRI” – E IL SEGRETARIO DELLA CGIL RISPONDE: “CONDANNO SENZA SE E SENZA MA QUEGLI INSULTI SESSISTI” – VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

maurizio landini - manifestazione della cgil a roma 7 ottobre 2023 maurizio landini - manifestazione della cgil a roma 7 ottobre 2023

LANDINI CONDANNA GLI INSULTI SESSISTI A MELONI 

(ANSA) - "Non conosco i protagonisti del video girato sulla metropolitana di Roma. In ogni caso, condanno senza se e senza ma quegli insulti violenti e sessisti, che non

fanno parte della cultura e della pratica della mia organizzazione".

 

Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini. "La Cgil da sempre - aggiunge il leader del sindacato di Corso Italia - contrasta in ogni luogo ogni forma di violenza fisica e verbale. E si batte per superare quella cultura patriarcale che è all'origine di ogni forma di violenza verso le donne".

 

 

 

 

 

CORI SESSISTI CONTRO GIORGIA MELONI, LA PREMIER POSTA IL VIDEO: «LANDINI COSA NE PENSA?»

Da www.leggo.it

cori sessisti contro giorgia meloni dei manifestanti della cgil cori sessisti contro giorgia meloni dei manifestanti della cgil

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni attacca la Cgil dopo il corteo di ieri a Roma e lo fa postando un video sul suo profilo X in cui si sentono degli slogan offensivi e sessisti nei suoi confronti. «La Meloni è una p***a», si sente nei cori nel filmato postato dalla premier, che dura pochi secondi.

 

«Ho sempre rispetto del dissenso ma mi piacerebbe sapere cosa pensano le esponenti della sinistra di questi "slogan politici" di alcuni militanti della Cgil. E mi piacerebbe sapere cosa ne pensa il segretario Maurizio Landini con la sua morale sempre pronta per gli altri», scrive Meloni.

 

«Non conosco i protagonisti del video girato sulla metropolitana di Roma. In ogni caso, condanno senza se e senza ma quegli insulti violenti e sessisti, che non fanno parte della cultura e della pratica della mia organizzazione». Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini. «La Cgil da sempre - aggiunge il leader del sindacato di Corso Italia - contrasta in ogni luogo ogni forma di violenza fisica e verbale. E si batte per superare quella cultura patriarcale che è all’origine di ogni forma di violenza verso le donne».

cori sessisti contro giorgia meloni dei manifestanti della cgil cori sessisti contro giorgia meloni dei manifestanti della cgil maurizio landini - manifestazione della cgil a roma 7 ottobre 2023 maurizio landini - manifestazione della cgil a roma 7 ottobre 2023 maurizio landini - manifestazione della cgil a roma 7 ottobre 2023 maurizio landini - manifestazione della cgil a roma 7 ottobre 2023

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…