IL MAGGIORDOMO (AL SERVIZIO DI CHI?) VA IN GALERA - PAOLO GABRIELE PER ESSERE “GRAZIATO” DOVRA’ CHIEDERE IL PERDONO AL SANTO PADRE E DARE SEGNI DI “RAVVEDIMENTO” (VUOTA IL SACCO! CHI TI COMANDA?) - PER LA SANTA SEDE “LE VARIE CONGETTURE CIRCA L’ESISTENZA DI COMPLOTTI O IL COINVOLGIMENTO DI PIÙ PERSONE SI SONO RIVELATE, ALLA LUCE DELLA SENTENZA, INFONDATE” – BENE, ALLORA C’E’ QUALCOSA DI VERO…

Condividi questo articolo


1 -VATICANO: SENTENZA ESECUTIVA, OGGI GABRIELE IN CELLA
(ANSA) - Non essendo stato richiesto appello contro la sentenza di primo grado a carico di Paolo Gabriele, la sentenza stessa è diventata definitiva. L'ex maggiordomo del Papa andrà oggi stesso in cella.

PAOLO GABRIELE E IL PAPAombre big jpegPAOLO GABRIELE E IL PAPAombre big jpeg

2 -GABRIELE; LOMBARDI,RESTA APERTA POSSIBILITA' GRAZIA
(ANSA) - "Dato che non sono stati proposti appelli contro la sentenza del 6 ottobre scorso nei confronti del sig. Paolo Gabriele, essa è diventata definitiva - ha dichiarato il direttore della sala stampa vaticana, p. Federico Lombardi -. Perciò, per mandato del presidente del Tribunale, il promotore di giustizia ha disposto questa mattina la reclusione in esecuzione della sentenza". "L'ordinanza viene eseguita in giornata", ha detto padre Lombardi, secondo cui comunque resta ora aperta "la possibilità della grazia".

PAOLO GABRIELE LA SENTENZA DBQ DST xPAOLO GABRIELE LA SENTENZA DBQ DST x

3 -GRAZIA A GABRIELE SE C'E' SUO RAVVEDIMENTO
(ANSA) - Per Paolo Gabriele "rimane l'eventualità della concessione della grazia", che "é un atto sovrano del Santo Padre": "essa tuttavia presuppone ragionevolmente il ravvedimento del reo e la sincera richiesta di perdono al Sommo Pontefice e a quanti sono stati ingiustamente offesi". Lo dichiara la Segreteria di Stato, secondo cui "se rapportata al danno causato, la pena applicata appare al tempo stesso mite ed equa, e ciò a motivo della peculiarità dell'ordinamento giuridico dal quale promana".

PAPA E PAOLO GABRIELEPAPA E PAOLO GABRIELE

4 -S.SEDE; NESSUN COMPLOTTO, NIENTE COMPLICI GABRIELE
(ANSA) - "Le varie congetture circa l'esistenza di complotti o il coinvolgimento di più persone si sono rivelate, alla luce della sentenza, infondate". Lo dichiara la Segreteria di Stato vaticana sulla conclusione del processo a Paolo Gabriele. "Il dibattimento - si legge in una nota - ha potuto accertare i fatti, appurando che il Sig. Gabriele ha messo in atto il suo progetto criminoso senza istigazione o incitamento da parte di altri, ma basandosi su convinzioni personali in nessun modo condivisibili".

PADRE FEDERICO LOMBARDIPADRE FEDERICO LOMBARDI

"L'imputato - aggiunge la Segreteria di Stato - è stato riconosciuto colpevole al termine di un procedimento giudiziario che si è svolto con trasparenza, equanimità, nel pieno rispetto del diritto alla difesa".

5 -S.SEDE,CON VICENDA GABRIELE OFFESA PERSONALE A PAPA
(ANSA) - "E' stata recata un'offesa personale al Santo Padre; si è violato il diritto alla riservatezza di molte persone che a Lui si erano rivolte in ragione del proprio ufficio; si è creato pregiudizio alla Santa Sede e a diverse sue istituzioni; si è posto ostacolo alle comunicazioni tra i Vescovi del mondo e la Santa Sede e causato scandalo alla comunità dei fedeli". Lo afferma un comunicato della Segreteria di Stato vaticana sul fatto che la sentenza a carico di Paolo Gabriele è diventata oggi definitiva.

PADRE FEDERICO LOMBARDIPADRE FEDERICO LOMBARDI

"La sentenza del processo contro Paolo Gabriele, ora passata in giudicato, mette un punto fermo su di una vicenda triste, che ha avuto conseguenze molto dolorose", si legge nella nota. La Segreteria di Stato sottolinea che "per un periodo di parecchi mesi è stata turbata la serenità della comunità di lavoro quotidianamente al servizio del Successore di Pietro".

6 -VATICANO: GABRIELE; TURCO, FARNESINA SI OCCUPI DI LUI
(ANSA) - "In uno Stato estero sta per rientrare in carcere un cittadino italiano già detenuto in una cella che, com'ha dichiarato l'interessato ed è pubblicamente noto, era 'talmente stretta da non poter alzare le braccia e nella quale la luce era accesa 24 ore su 24' nonché in totale isolamento".

nuzzi resizer jsp jpegnuzzi resizer jsp jpeg

Lo afferma il radicale Maurizio Turco riferendosi alla carcerazione di Paolo Gabriele. "Al momento del suo primo arresto - sostiene Turco - avvisai immediatamente le autorità italiane, il responsabile presso la Farnesina e l'ambasciatore presso la Santa sede, affinché, come accade in questi casi, si recassero a trovare Paolo Gabriele. Rinnovo quindi l'invito ad occuparsi di questo nostro concittadino ed a fornirgli, come accade in questi casi, tutta l'assistenza necessaria".

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – CHI SOGNA IL RITORNO DI TRUMP ALLA CASA BIANCA? DI CERTO NETANYAHU ED EMIRATI ARABI UNITI, MA TRA LE VEDOVELLE DI “THE DONALD” NON C’È PUTIN. “MAD VLAD” PREFERISCE IL PREVEDIBILE NEMICO BIDEN A QUEL MATTACCHIONE INAFFIDABILE DEL TYCOON (CHE GIUSTO IERI HA INVOCATO LE BOMBE AMERICANE SU MOSCA). UNA DIFFIDENZA POTENZIALMENTE UTILE A “SLEEPY JOE”: IL CREMLINO POTREBBE “CONCEDERGLI” LA PACE IN UCRAINA PER EVITARE IL RITORNO DI TRUMP – E LA MELONI? TIENE IL PIEDE IN DUE STAFFE: MANDA I SUOI ALLA CONVENTION CPAC, MA SI FA DARE I BACETTI DA BIDEN…

FLASH! - FIAMME GIALLE IN FIAMME: AVVISATE ANDREA DE GENNARO CHE IL GENERALE FRANCESCO GRECO NON GRADISCE PER NIENTE L'EVENTUALE INCARICO AL COMANDO AERO-NAVALE; SI ILLUDEVA DI ANDARE AL COMANDO INTERREGIONALE DI ROMA - AVVISATE MANTOVANO CHE L'EX DIRETTORE DELL'AISE LUCIANO CARTA, FINITO PRIMA A LEONARDO, POI BOCCIATO DA TIM COME UOMO DI VIVENDI, ORA ALL'AGENZIA DI STAMPA LA PRESSE, NON HA PERSO LA SPERANZA DI OCCUPARE LA PRESIDENZA DI UNA AZIENDA PUBBLICA. E HA RIPRESO A INCONTRARE I SUOI VECCHI AMICI (CARAVELLI & C.)

DAGOREPORT – ASPETTANDO IL VOTO, MACRON E SCHOLZ HANNO TROVATO UN ACCORDO DI MASSIMA: SILURATA URSULA ED ESCLUSA OGNI ALLEANZA CON LA MELONI, I DUE LASCERANNO AL PPE, GRUPPO DI MAGGIORANZA, L’ONERE DI TROVARE UN NOME ALTERNATIVO A VON DER LAYEN PER LA COMMISSIONE (NO A WEBER, UN PO' TROPPO DI DESTRA, IN POLE IL BAVARESE SÖDER) – I SOCIALISTI PUNTANO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO EUROPEO, DOVE SANCHEZ FA PRESSIONE SU SCHOLZ PER IL PORTOGHESE COSTA. MA SE LA SCELTA RICADESSE SUI LIBERALI, MACRON PROPORREBBE MARIO DRAGHI - MORALE DELLA FAVA: ALLA FACCIA DEL CAMALEONTISMO, LA DUCETTA IN EUROPA SARA' IRRILEVANTE...

DAGOREPORT – GIORGETTI È DISPERATO: NON SA DOVE TROVARE I SOLDI PER LA PROSSIMA FINANZIARIA (SI PRESENTA A OTTOBRE MA ANDAVA CUCINATA IERI), MENTRE I PARTITI DELLA MAGGIORANZA, IN PIENA SBORNIA DA EUROPEE, SPARANO PROMESSE IRREALIZZABILI. MA DOPO IL 9 GIUGNO SI CHIUDERA' IL CORDONE DELLA BORSA: E SARANNO BOTTI TRA GIORGETTI E IL PERICOLANTE SALVINI (LEGA VICINA ALL'IMPLOSIONE) – "MELONI, DETTA GIORGIA" SI ILLUDE DI POTER RIDISCUTERE L'INSOSTENIBILE PATTO DI STABILITÀ, BARATTANDOLO ALLA RATIFICA DEL MES - MA A BRUXELLES LA REGINA DI COATTONIA SARA' IRRILEVANTE (I VOTI DI ECR NON SERVIRANNO PER LA COMMISSIONE UE) E GLI EURO-POTERI PREPARANO GIA' UNA BELLA PROCEDURA D'INFRAZIONE PER L'ITALIA – LA PREOCCUPAZIONE DELL'UE PER LA DEBOLEZZA STRUTTURALE DELL’ECONOMIA ITALIANA: NEMMENO I MOLTI MILIARDI DEL PNRR STANNO FACENDO VOLARE IL PIL...