UN PO' DI CORAGGIO, NANNI! - CUOR DI LEONE CON I GIROTONDI CONTRO BERLUSCONI, MORETTI ALLA DOMANDINA “RENZI È DI SINISTRA?", FARFUGLIA: "MAH, SONO CONFUSO E PREFERISCO TACERE PER NON DIRE COSE A CASO”

“Sono contento se il governo è di centrosinistra, facendo però davvero riforme di centrosinistra - al liceo, tra noi spettatori c’erano due partiti: quello di Fellini e quello di Antonioni. Io facevo parte del partito di Fellini"...

Condividi questo articolo

nanni moretti nanni moretti

1 - NANNI MORETTI AL SETTIMANALE «OGGI»: «RENZI È DI SINISTRA? MAH, SONO CONFUSO»

Da “Oggi”

 

In un'intervista al settimanale Oggi, in edicola da domani (anche su www.oggi.it), Nanni Moretti, a Los Angeles per presentare il suo ultimo film «Mia madre», concede solo una battuta sulla situazione politica: «Mi chiede se Renzi è di sinistra? Diciamo che, come Margherita dice in Mia madre, ecco, anch’io sono confuso in questa fase e preferisco tacere, piuttosto che dire cose generiche o banali… Sono contento se il governo è di centrosinistra, facendo però davvero riforme di centrosinistra. Ma ripeto: in questo periodo sono confuso e preferisco non dire cose a caso».

nanni moretti (3) nanni moretti (3)

 

2 - NANNI MORETTI AL SETTIMANALE «OGGI»: «TRA ANTONIONI E FELLINI, IO STAVO CON FELLINI»

 Nell'intervista a OGGI, in edicola da domani, Nanni Moretti ripercorre alcune tappe della sua carriera, fin dal primo amore per il cinema: «Finito il liceo, a 19 anni, ho sentito istintivamente che quello era il mezzo più adatto per “buttar fuori” da me ciò che avevo urgenza di comunicare agli altri, ma anche a me stesso.

 

Ho fatto tre cortometraggi che sono stati visti da poche decine di persone. Poi ho cercato di scrivere una sceneggiatura, diciamo, più professionale, per esordire nel cinema vero. Mi resi conto, però, che nessuno mi avrebbe mai prodotto quel film, con quella sceneggiatura che non  riuscivo nemmeno a far leggere dai produttori.

 

MIA MADRE NANNI MORETTI MIA MADRE NANNI MORETTI mia madre nanni moretti mia madre nanni moretti

Allora capii che, se volevo continuare, dovevo fare tutto da solo. Misi da parte quella sceneggiatura, che non ho mai girato, e scrissi un altro film, uno che potevo fare con i mezzi limitati del Super8. Ed era Io sono un autarchico».

 

Continua Moretti: «Quando mi destreggiavo con i primi cortometraggi, mi piacevano molto i fratelli Taviani. Due film in particolare: San Michele aveva un gallo e Allonsanfan. Ma prima, al liceo, tra noi spettatori c’erano due partiti: quello di Fellini e quello di Antonioni. Io facevo parte del partito di Fellini».

 

 

 

Condividi questo articolo

politica