RENDITE FINANZIARIE, QUESTE SCONOSCIUTE – RENZI E NARDELLA LE CONFONDONO CON LE TRANSAZIONI - SUL WEB PARTE LO SFOTTO’: “VI OFFRIAMO UNA GIORNATA GRATUITA DI FORMAZIONE IN FINANZA” – E L’ESPERTO TADDEI TACE…

Renzi a “Otto e mezzo” si dice d’accordo ad aumentare le tasse sulle rendite finanziarie, ma poi, argomentando, parla di “transazioni”. Che sono una cosa diversa. Per aver un chiarimento e sciogliere i dubbi, Dagospia ha interpellato il responsabile economico del Pd Taddei. Che però ha declinato…

Condividi questo articolo


Carlotta Scozzari per Dagospia

Matteo Renzi e il suo entourage fanno confusione su rendite e transazioni finanziarie. E sul web parte subito lo sfottò. Su Twitter, c'è chi, come l'analista quantitativo Enrico Malverti, propone al segretario del Pd una bella giornata gratuita di formazione su temi della finanza.

MATTEO RENZI E ANTONELLA MANSIMATTEO RENZI E ANTONELLA MANSI

Su Facebook, invece, Francesco Carlà, alla guida del sito Finanza World, commenta: "Qualcuno dovrebbe fargli un po' di chiarezza sul tema perche' ci perdera' un sacco di voti ...". Su Twitter c'è anche chi, come Luca Bianchetti, cerca di difendere il neo segretario del Pd ("pare un lapsus"), e chi invece non ammette errori (""lapsus"?! Direi impreparazione, perché se vai in tv da segretario del 1° partito italiano non puoi averne", sostiene Gianluca Di Tommaso").

Tutto nasce dalle dichiarazioni rilasciate ieri da Renzi a "Otto e mezzo", il programma di Lilli Gruber su La7. Renzi, a una domanda della giornalista e conduttrice che voleva capire se sulle rendite finanziarie la sua posizione fosse allineata a quella di Davide Serra, che chiede una maggiore tassazione, risponde di essere d'accordo: "Se noi prendiamo un po' di più dalle transazioni finanziarie va bene, a patto di ridurre le tasse sul lavoro e in particolare l'Irap".

LILLI GRUBER E MARIO MONTILILLI GRUBER E MARIO MONTI

E' evidente la confusione tra rendite e transazioni finanziarie. La tassazione sulle transazioni, infatti, ossia la Tobin tax, si calcola sull'ammontare delle stesse. Mentre le imposte sulle rendite pesano su quello che si guadagna attraverso le transazioni. Una differenza non di poco conto. Così come un conto è aumentare le tasse sulle rendite, e un altro conto è farlo sulle transazioni.

Fan renziani Dario NardellaFan renziani Dario Nardella

A dare manforte al segretario del Pd, questa mattina alla trasmissione de La7 "Coffee break", è stato il renziano Dario Nardella, che pure ha confuso rendite e transazioni finanziarie. Dagospia ha allora contattato il responsabile economico del Pd, Filippo Taddei, per cercare di capire almeno da lui se Renzi sia intenzionato ad alzare la tassazione sulle rendite, su cui già grava un'imposizione del 20% (tranne che per i titoli di Stato, fermi al 12,5%), oppure sulle transazioni, su cui c'è già la Tobin tax. Ma Taddei si è detto troppo impegnato per parlarne. Sarà per la prossima volta. Intanto resta il dubbio.

FILIPPO TADDEIFILIPPO TADDEI

 

 

Condividi questo articolo

politica

PUNTANO A PALAZZO CHIGI MA GLI SERVIREBBE UN CONSIGLIO COMUNALE - COSA SAREBBE SUCCESSO SE GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI SI FOSSERO CANDIDATI ALLA CARICA DI SINDACO A ROMA E A MILANO? - POLITO: "MI PRENDERANNO PER MATTO. MA TI PARE CHE IN ITALIA I SEGRETARI DI DUE TRA I PRIMI TRE PARTITI METTONO IN GIOCO LA LORO CARRIERA PER FARE IL SINDACO? EPPURE, COME LI AVREBBE CAMBIATI QUEL LAVORO! CHE TERAPIA SAREBBE STATA PER LIBERARSI DEI VIZI POLITICI DI ENTRAMBI! IMMAGINATE GIORGIA MELONI CANDIDATA A ROMA: CHE COSA AVREBBE DETTO DEGLI SQUADRISTI CHE IN UN SABATO DI PASSEGGIATE E SHOPPING HANNO MESSO A FERRO E FUOCO IL CENTRO DI ROMA?"