SALVINI TURBA IL SONNO DI GIORGIA MELONI: FA DI TUTTO PER FAR PERDERE LA LEGA E IL CENTRODESTRA? - “IL FOGLIO”: “IL LEADER LEGHISTA SI TRASCINA IN UNA CAMPAGNA ELETTORALE SEMPRE PIÙ RIPETITIVA E DUNQUE DISASTROSA. SI STA METTENDO D'IMPEGNO PER FARE PERDERE IL CENTRODESTRA? PERCHÉ DAVVERO SEMBRA IL PIÙ ACERRIMO NEMICO DELLA COALIZIONE, ALTRO CHE ENRICO LETTA - UN SALVINI CHE SI AUTODISTRUGGE AFFONDA OGNI SPERANZA DI VITTORIA PER TUTTI: "E SE QUELLO PRENDE MENO DEL 10 PER CENTO PERDIAMO LE ELEZIONI". PIÙ SI AGITA PIÙ CALA”

-

Condividi questo articolo


BERLUSCONI SALVINI MELONI BERLUSCONI SALVINI MELONI

Estratto dell’articolo di Salvatore Merlo per “il Foglio”

 

Sono proprio i grandi sconfitti coloro che turbano di più il sonno dei vincitori. E così mercoledì sera Giorgia Meloni dissimulava e glissava, su Rete 4, mentre le veniva chiesto di Matteo Salvini […] Il leader leghista si trascina dal nord al sud […] in una campagna elettorale sempre più ripetitiva e dunque sempre più disastrosa.

SILVIO BERLUSCONI - GIORGIA MELONI - MATTEO SALVINI SILVIO BERLUSCONI - GIORGIA MELONI - MATTEO SALVINI

 

[…] Si sta mettendo d'impegno per fare perdere il centrodestra? C'è chi lo pensa. A destra. Perché davvero Salvini sembra il più acerrimo nemico di se stesso, e di tutta la coalizione. Altro che Enrico Letta. Il terrore è che la Lega tracolli. Un Salvini ridimensionato dal voto è un Salvini governabile, sì, pensa Meloni.

 

Ma un Salvini che si autodistrugge è un Salvini che affonda ogni speranza di vittoria per tutti. "E se quello prende meno del 10 per cento perdiamo le elezioni". Gli ultimi sondaggi sono quello che sono, impietosi: -0,2 poi -0,4... Più si agita più cala. Per fortuna la campagna elettorale è corta, breve, nemmeno lui può riuscire nel miracolo di disintegrare il suo partito.

GIORGIA MELONI ANTONIO TAJANI MATTEO SALVINI GIORGIA MELONI ANTONIO TAJANI MATTEO SALVINI

 

[…]Quello dice "flat tax per tutti", con una foga di enumerazioni e parole che ha il potere di trasportare chi ascolta in una dimensione irreale ("guardate questo nuovo copriletto salmone, bellissimo, tessuto cangiante"), mentre Meloni immagina un'operazione verità sui conti pubblici da fare prima del voto, prima del 25 settembre. I suoi consiglieri l'hanno battezzata due diligence Italia , perché "il debito pubblico è oltre il livello di guardia".

salvini in spiaggia salvini in spiaggia

E insomma promesse mirabolanti non si possono fare. Al contrario bisogna raccontare agli italiani come stanno le cose. Perché al governo saranno guai. Se ci si arriva. Salvini permettendo.

 

Condividi questo articolo

politica

DAGOREPORT! CRONACHE DALL’ASILO MARIUCCIA A 5 STELLE - IL PROSSIMO MATCH TRA GRILLO E CONTE È IN AGENDA DOPO IL 25 SETTEMBRE: SE IL MOVIMENTO VA SOTTO IL 10% E PERSISTERANNO GLI ATTUALI SCAZZI TRA IL FONDATORE E L’AVVOCATO, CON IL COMPLEMENTO IN CHIAVE ESTREMISTICA DELLA RAGGI E DI BATTISTA, CONTE POTREBBE RIPETERE L’ITER DI DI MAIO: SCISSIONE, PORTANDOSI APPRESSO UNA PATTUGLIA DI PARLAMENTARI FEDELISSIMI - UNA VOLTA FUORI, GIUSEPPI SARÀ LIBERO, IN TESTA AL SUO NUOVO PARTITO, DI CORRERE TRA LE BRACCIA DI BETTINI E ZINGARETTI, ORLANDO E BOCCIA, CHE LO ATTENDONO IMPAZIENTI…

“BERLUSCONI HA DETTO UNA COSA OVVIA MA È STATA USATA PER LA SOLITA GAZZARRA POLITICA” – BELPIETRO CONTRO IL "MONARCA" MATTARELLA: “IN NESSUNA DEMOCRAZIA OCCIDENTALE UN UOMO CHE NON SIA STATO ELETTO POTREBBE RIMANERE PER UN COSÌ LUNGO PERIODO AI VERTICI DELLE ISTITUZIONI” – “SE GLI ITALIANI VOGLIONO DECIDERE DA CHI FARSI RAPPRESENTARE, È EVIDENTE CHE CHI LI RAPPRESENTA OGGI NON È PIÙ LEGITTIMATO A FARLO” – “LA SINISTRA È TERRORIZZATA ALLA SOLA IDEA CHE A DECIDERE IL CAPO DELLO STATO NON SIA LA PARROCCHIETTA LORO, MA GLI ITALIANI. LA COSA PARADOSSALE È CHE..."

GIORGIA, L’OSSESSIONE DI SALVINI – LA MELONI È LA BESTIA NERA DEL “CAPITONE”: PRIMA CHE SI METTESSE DI TRAVERSO ANDAVA TUTTO BENE, POI DAL PAPEETE IN POI, È ANDATO TUTTO STORTO – IL “CORRIERE”: “MATTEO SI VEDE COSTRETTO A SCOMODARE GIULIO CESARE E UNO DI SUOI MOTTI: SE NON PUOI BATTERLI, UNISCITI A LORO. CHE NELLA TRADUZIONE LETTERALE SUONA COSÌ: SE NON PUOI SCONFIGGERE IL TUO NEMICO, FATTELO AMICO. SEMPRE CHE GIORGIA CI CASCHI” - L'ESORDIO TV CON CORRADO TEDESCHI, IL GOVERNO CON DI MAIO, IL 34% E LE MAGLIETTE CON PUTIN: IL RITRATTONE