IL VERO LUGO DI FORMAZIONE DI CONTE: COS'È VILLA NAZARETH, VERA FUCINA DI SUPER-SECCHIONI. DA LÌ VIENE ANCHE UN PAPABILE SEGRETARIO GENERALE DI PALAZZO CHIGI, GIUSEPPE BUSIA - CONTE È ANCORA NEL COMITATO SCIENTIFICO, IL COLLEGIO È STATO GUIDATO DA PAROLIN, ORA SEGRETARIO DI STATO. UOMO CHIAVE È STATO IL CARDINALE SILVESTRINI, OGGI C'È MONSIGNOR CELLI, GIÀ CAPO DEL PATRIMONIO VATICANO

-

Condividi questo articolo

 

DAGOREPORT

villa nazareth villa nazareth

 

Scavando un po', vengono fuori tratti differenti della biografia del misterioso premier Conte. Nei salotti romani si parla della Jaguar, della vita privata, dello Studio Alpa, della lottizzazione grillina nel Consiglio della Giustizia Amministrativa. Ma pochissimi conoscono la formazione a Villa Nazareth.

 

Cos'è Villa Nazareth? Qui risiede la Comunità Domenico Tardini, riferita al Cardinale segretario di Stato Vaticano nominato da Giovanni XXIII, un sacerdote romano attento ai temi sociali. Subito dopo la II Guerra, fondò la Comunità di Villa Nazareth, per accogliere bambini poveri e orfani.

giuseppe conte giuseppe conte

 

Fu Achille Silvestrini - fine diplomatico, Cardinale romagnolo di orientamento progressista - a rilanciare Villa Nazareth come Collegio universitario. Alcune decine di studenti (prevalentemente non abbienti, soprattutto provenienti dal Sud) vengono scelti e sostenuti su basi di merito. Tra questi, Giuseppe Conte. Proveniente da un piccolo Comune pugliese (Volturara Appula, proprio a metà tra i due paesi di Padre Pio, San Giovanni Rotondo e Pietrelcina), Conte è rimasto fedele a Villa Nazareth, che ha aiutato in alcuni rapporti con gli Stati Uniti, grazie al suo buon inglese. Fa ancora parte del Comitato Scientifico di Villa Nazareth (un compendio con residenze, aule di formazione, sala conferenze e giardino che si trova a due passi dal Policlinico Gemelli).

giuseppe busia giuseppe busia

 

I nomi-chiave di Villa Nazareth? Silvestrini, ovviamente, molto anziano (oggi non esce quasi mai dal suo appartamentino in Vaticano): celebre la sua omelia alla morte del suo conterraneo Federico Fellini; ma anche una serie di rapporti non solo rivolti alla sinistra DC (Mattarella, con gli ex-morotei); Scalfaro (abitava vicino a Villa Nazareth), Ciampi, Napolitano. Ha sposato in segreto l'allora Sindaco Rutelli.

 

il papa a villa nazareth il papa a villa nazareth

Il direttore di Villa Nazareth, guarda un po', è stato l'attuale Segretario di Stato di Papa Francesco, Pietro Parolin. L'animatrice storica, la "Signorina" Angela Groppelli (morta pochi mesi fa, a 98 anni). Oggi, il capo è Monsignor Claudio Celli, romagnolo pure lui, una carriera non coronata dalle attese promozioni - dopo essere stato capo dell'APSA, il Patrimonio Apostolico, delle Comunicazioni Sociali, ed essersi occupato, tra alti e bassi, di Sanità e rapporti con la Cina.

 

villa nazareth villa nazareth

Villa Nazareth, insomma, ha sfornato centinaia di "secchioni". Cattolici-sociali. Sempre legati alla Comunità che li ha formati. Tra questi, emerge in queste ore come possibile Segretario Generale di Palazzo Chigi il nome di Giuseppe Busìa. Un super-secchione, dice chi lo conosce. Incrociato dai 5Stelle come Segretario Generale dell'Authority della Privacy. In costanti rapporti con Conte. Un uomo nominato più volte dal centro-sinistra, ma confermato - dicono - per la sua indipendenza di tecnico. Molto cattolico, molto secchione, molto sardo-tenace.

villa nazareth villa nazareth cardinal silvestrini cardinal silvestrini Pietro Parolin Pietro Parolin papa francesco bergoglio e il cardinale parolin papa francesco bergoglio e il cardinale parolin villa nazareth nel 1950 villa nazareth nel 1950

 

Condividi questo articolo

politica

UN GOVERNO APPESO A UN UOMO DI BONAFEDE - LA RESA DEL CONTE È RINVIATA A MERCOLEDÌ QUANDO SI VOTA SULLA RELAZIONE DELLO STATO DELLA GIUSTIZIA DI BONAFEDE: IL GUARDASIGILLI INCARNA IL GIUSTIZIALISMO DEI 5 STELLE CHE STA SUL GROPPONE A METÀ PARLAMENTO E ORA PROPRIO LUI CHE HA PORTATO LA VOLPE CON LA POCHETTE AI PENTASTELLATI RISCHIA DI AFFOSSARLO – SUL GUARDASIGILLI IL GOVERNO AVEVA GIÀ VACILLATO A FEBBRAIO, MA ADESSO AVERLO TRA LE BALLE DIVENTA UN OSTACOLO ALLA RICERCA DEI RESPONSABILI…

AVERE LA FACCIA COME IL CONTE CASALINO - A FURIA DI SENTIRLO RIPETERE A RETI ED EDICOLE UNIFICATE CHE “LA DELEGA AI SERVIZI È RESPONSABILITÀ DEL PREMIER”, PENSAVAMO CHE IL CAZZARO CON LA POCHETTE, MAI E POI MAI AVREBBE CEDUTO ALLA RICHIESTA DI RENZI E PD DI MOLLARE LA DELEGA. INVECE OGGI SIAMO A BENASSI – UN BEL “MA MI FACCIA IL PIACERE!’’ SE LO MERITA ANCHE TRAVAGLIO: "QUELLA SUI SERVIZI È STATA L’ENNESIMA TEMPESTA NEL BICCHIERE D’ACQUA, UN’ALTRA SCUSA DEI RENZIANI" - PAZIENZA, RAGAZZI, DÀI: PENSAVATE FOSSE UNA PASSEGGIATA, INVECE ERA UNA VIA TRUCIS

SE VOLETE CAPIRE L’ASTIO DI RENZI PER CONTE, BISOGNA FARE UN SALTO NEL TEMPO, AL PRIMO PRANZO TRA I DUE. A META’ DEL 2013, AL RISTORANTE “SANLORENZO”, SI RITROVARONO A TAVOLA RENZI, BOSCHI, CONTE E GUIDO ALPA - ERA LA FASE D’ORO DEL “ROTTAMATORE” E TUTTI VOLEVANO CONOSCERLO, COMPRESO ALPA, CHE A MAGGIO 2014 VIENE NOMINATO CONSIGLIERE DI LEONARDO-FINMECCANICA - ANNI DOPO, RENZI AVREBBE CHIESTO PIÙ VOLTE ALLA BOSCHI DI VEDERE I MESSAGGINI SCAMBIATI CON CONTE, QUANDO ERA SOLO UN PROFESSORE DI DIRITTO. MATTEUCCIO SPERAVA FORSE DI TROVARE IN QUEGLI SMS UNA TRACCIA DI QUALCHE…

“LA RIFORMA PIÙ URGENTE DEL PAESE È QUELLA RELATIVA ALLA RIAPERTURA DEI MANICOMI” - VINCENZO DE LUCA PUNTA IL LANCIAFIAMME  SU PALAZZO MADAMA: “AL SENATO C’ERANO DEI SALTIMBANCHI, DEGLI ACROBATI, DUE GIOVANOTTI CHE SONO ANDATI A FARSI UN GIRO PER ROMA E POI SONO TORNATI A VOTARE ALLO SCADERE DEI TERMINI. LA PRESIDENTE CASELLATI HA DICHIARATO CHIUSE LE VOTAZIONI, POI SOCCHIUSE, POI RIAPERTE. UNO SPETTACOLO MERAVIGLIOSO, SE CI CONFRONTIAMO CON IL CIRQUE DU SOLEIL SIAMO VINCITORI”