GIANLUCA PETRACHI VINCE LA CAUSA CONTRO LA ROMA: ILLEGITTIMO IL SUO LICENZIAMENTO - L’EX DIRETTORE SPORTIVO AVRA’ DIRITTO A UN RISARCIMENTO DA 5 MILIONI, A CUI S’AGGIUNGONO 100 MILA EURO PER DANNO D’IMMAGINE E SPESE LEGALI - LA SOCIETA’ GLI AVEVA CONTESTATO “CONDOTTE LEGATE ALLA GESTIONE DELL’AREA SPORTIVA ANCHE DURANTE IL LOCKDOWN” E DICHIARAZIONI PUBBLICHE CONTRO IL CLUB - LA ROMA DOVRA’ DECIDERE SE PRESENTARE APPELLO…

-

Condividi questo articolo


Gianluca Lengua per www.ilmessaggero.it

 

petrachi petrachi

Il giudice ha accolto integralmente la richiesta degli avvocati e condannato la Roma a pagare a Gianluca Petrachi tutte le retribuzioni del diesse fino alla fine del contratto (cinque milioni circa) + 100 mila euro di risarcimento per danno d’immagine e spese legali.

 

La società aveva contestato a Petrachi alcune "condotte legate alla gestione dell’area sportiva anche durante il periodo lockdown”, nonche dichiarazioni rilasciate pubblicamente ed aventi ad oggetto critiche aperte alla società (all'epoca ancora in mano a James Pallotta) ed alla gestione del club stesso” e contestava inoltre “di aver usato toni offensivi nei riguardi del Presidente Pallotta”. Ora la palla passerà alla Roma stessa, che dovrà decidere se presentare o meno ricorso in appello.

 

JAMES PALLOTTA JAMES PALLOTTA

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute