JUVE, “JOYA” E DOLORI – UN RIGORE DI CR7 E UNA MERAVIGLIA DI DYBALA RILANCIANO LA JUVE CHE VOLA A PIU’ 4 SULLA LAZIO (CHE HA UNA PARTITA IN MENO) - DE SCIGLIO KO, ROSSO A DANILO: SARRI ORA HA UN PROBLEMA SULLA SINISTRA - MAROCCHI A “SKY CALCIO SHOW” ESALTA GATTUSO: "PER BATTERE LA JUVE CI SONO GLI INSEGNAMENTI DELL'ALLENATORE AZZURRO. INTANTO NON LI FACCIO SEGNARE, POI SE CI SONO SPAZI, RIPARTO E PROVO A FARE GOL” – IL VIDEO DELLA MAGIA DI DYBALA

-

Condividi questo articolo

 

 

 

Matteo Pierelli per gazzetta.it

 

bologna juve dybala bologna juve dybala

Un sospiro di sollievo. Bello profondo. Sotto gli occhi del c.t. Roberto Mancini, si rivedono lampi di vera Juve. I tre punti arpionati a Bologna sono doppiamente importanti, perché scacciano i fantasmi della coppa Italia e perché ora la Signora aspetterà in tutta serenità la partita della Lazio, impegnata mercoledì a Bergamo contro l’Atalanta: comunque vada, i bianconeri conserveranno la testa della classifica. Decisivi nel primo tempo un rigore di Cristiano Ronaldo (22° gol in campionato) e un autentico gioiello di Paulo Dybala: la qualità al potere.

 

dybala dybala

Contro cui il Bologna ha potuto fare poco, soprattutto dopo essere andato sotto (era il 23’): a quel punto la Juve è come se si fosse liberata di un peso, ha cominciato a far girare meglio la palla e ha controllato la partita fino alla fine senza patemi, anche se l’espulsione di Danilo (entrato per l’infortunato De Sciglio) ha fatto arrabbiare il tecnico, che dietro a sinistra si trova sempre più in difficoltà.

 

dybala dybala

Sarri sorprende già al momento della formazione: dentro Bernardeschi al posto di Douglas Costa nel tridente offensivo e Rabiot in mezzo al campo al posto del connazionale Matuidi. Bianconeri pericolosi dopo sette minuti con una bella percussione di Ronaldo, la cui conclusione è respinta da Skorupski.

 

La Juve nei primi venti minuti fa il solito possesso palla ma senza rendersi particolarmente pericolosa. La svolta arriva al 23’: trattenuta ingenua di Denswil su de Ligt su azione da calcio d’angolo e Rocchi, che in un primo momento aveva lasciato correre, concede il rigore dopo aver rivisto l’azione al monitor. Ronaldo, che aveva fallito dal dischetto contro il Milan, stavolta è glaciale e la strada per la Juve diventa più pedalabile. Anche perché 13 minuti dopo arriva il capolavoro di Dybala: gran sinistro dal limite che finisce all’incrocio. E il Bologna? Nei primi 45 minuti sta tutto in un tiro a giro di Sansone al 38’, fuori di poco.

 

cr7 cr7

Nella ripresa la Juve prende in mano definitivamente le redini del gioco e sfiora più volte il terzo gol. Ci va vicino Ronaldo: non da lui l’errore a tu per tu con Skorupski, su assist di Bernardeschi, che poco dopo prende un palo clamoroso con una gran botta di sinistro, deviata leggermente dal portiere rossoblù. Poi il Bologna cerca un minimo di reazione, un paio di situazioni favorevoli le crea anche, ma di veri pericoli Szczesny non ne corre. Per Sarri invece c’è il tempo di vedere l’ennesimo infortunio della stagione: stavolta è De Sciglio ad essere costretto ad uscire per un problema muscolare, verosimilmente al bicipite femorale.

 

E la cosa non è di poco conto visto che al suo posto entra Danilo che viene espulso allo scadere (per doppio giallo): la Juve dietro a sinistra si trova ancora di più scoperta visto che Alex Sandro è sempre out. Ma di questo il tecnico si occuperà da domani: almeno per una notte può dormire tranquillo.

 

cr7 cr7

maurizio sarri maurizio sarri

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

TE LO DO IO IL SESSISMO! - A PROPOSITO DELLA SENATRICE MAIORINO CHE SI METTE A FARE LEZIONI DI MORALE ED ETICA, ACCUSANDO DAGOSPIA DI ESSERE RESPONSABILE DEL "DECADIMENTO DELL'INFORMAZIONE IN ITALIA", RICORDIAMO COSA USCIVA DI INSULTI E OFFESE ALLE DONNE DALLA BOCCUCCIA DI BEPPE GRILLO - L'ELEVATO DIEDE DELLA ''VECCHIA PUTTANA'' ALLA RITA LEVI MONTALCINI E DELLA "PUTTANACCIA, VECCHIA, SCHIFOSA" ALLA GRANDE SCIENZATA INFORMATICA GRACE MURRAY HOPPER - DA PARTE SUA IL DEPUTATO GRILLOZZO DE ROSA APOSTROFO’ LE COLLEGHE DEL PD COSÌ: "SIETE QUI PERCHÉ BRAVE SOLO A FARE I POMPINI" - PER ARGINARE MINACCE E SCONCEZZE CHE PROSPERAVANO SUL BLOG DI GRILLO, LA VICEPRESIDENTE DELLA CAMERA, MARA CARFAGNA, SI RIVOLSE ALLA MAGISTRATURA – E SULLA BOSCHI E LA PICIERNO..

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

UNA MINCHIATA RESTA SEMPRE UNA MINCHIATA. O NO? - OTTAVIO CAPPELLANI: ''IN AEREO CI SI PUÒ SEDERE ATTACCATI MA LE CAPPELLIERE SONO VIETATE. NIENTE BAGAGLI. LA REGOLA FA VACILLARE LA MENTE.  IN PIEDI, CON LE BRACCIA ALZATE E UNO ZAINETTO IN MANO L’ESSERE UMANO E' PIÙ SENSIBILE AL CORONAVIRUS? SI TRASMETTE ATTRAVERSO LE ASCELLE? - REGOLE RIGIDE PER GLI SPETTACOLI ALL'APERTO, POI SALI SU UN AUTOBUS E ADDIO DISTANZIAMENTO. E POI PERCHÉ I MIGRANTI VENGONO TAMPONATI E QUARANTENATI MA I TURISTI NO? LA POVERTÀ AIUTA IL CONTAGIO?''