"DONNARUMMA È UN RAGAZZO CHE HA BISOGNO DI AIUTO PERCHÉ DIMOSTRA UN LIMITE EMOTIVO" – SCONCERTI: "DOPO I FISCHI DI SAN SIRO, È UN PROBLEMA PER SE STESSO, HA PERSO SICUREZZA, SEGNO CHE DIPENDE ANCORA DALL'APPROVAZIONE DEGLI ALTRI. SI FA SCAPPARE UN PALLONE FRA LE MANI; INCASSA UN GOL FRA LE GAMBE, INCASSA ANCHE TRE PALI CHE SE FOSSERO STATI GOL AVREBBERO SOMMERSO LUI E LA NAZIONALE" (UN RAGAZZO CON LIMITE EMOTIVO NELLE MANI DI RAIOLA COME FINISCE? COME BALOTELLI?)

-

Condividi questo articolo


Mario Sconcerti per il "Corriere della Sera"

 

MEME SU GIGIO DONNARUMMA MEME SU GIGIO DONNARUMMA

Il consueto paradosso del calcio si concentra adesso intorno a Donnarumma. Fischiato dai milanisti a San Siro, adorato dalla gente di Torino, ognuno con cause esterne alla Nazionale. Oggi Donnarumma è un problema per se stesso, ha perso sicurezza, segno che dipende ancora dall'approvazione degli altri. Oggi è un ragazzo che ha bisogno di aiuto perché dimostra un limite emotivo. Si dirà che ne ha diritto, ma non funziona esattamente così. Il grande portiere è un essere algido o non è.

 

Donnarumma adesso non lo è. Diventa parte di quello che pretendono gli altri, non c'è una sicurezza a priori. Si fa scappare un pallone fra le mani, errore non presentabile; incassa un gol fra le gambe, incassa anche tre pali che se fossero stati gol avrebbero sommerso lui e la Nazionale. C'è un problema adesso che è grande come quello del centravanti, solo più risolvibile.

GIGIO DONNARUMMA CONTESTATO DURANTE ITALIA SPAGNA A SAN SIRO GIGIO DONNARUMMA CONTESTATO DURANTE ITALIA SPAGNA A SAN SIRO

 

Perché Donnarumma vale un grande centravanti, la sua soluzione esistenziale ritornerà con gli assestamenti che avrà tra la sua storia parigina e la coscienza milanista. Ma è inutile far finta che il problema non ci sia. Il resto dell'Italia è stato nuovo almeno quanto si sperava. Acerbi e Bastoni non fanno ancora una difesa, ma non sono nemmeno un danno. Personalmente gradisco molto Barella e Pellegrini, nel contesto entrambi sembrano avere più bisogno di un elegante spazza-palloni come Locatelli piuttosto che Jorginho, tattico da grandi squadre conclamate.

 

donnarumma striscione donnarumma striscione

Non serve un normalizzatore se normalmente hai difficoltà in quella zona. Serve una spinta in più. Locatelli le assomiglia. Come Pellegrini assomiglia a una soluzione di fantasia italiana che stiamo perdendo. La parentesi di Nations League conferma la dimensione europea di Chiesa. Ma anche quella morbida di Berardi, finissima. È vero, non abbiamo centravanti, ma non prendetevela con i pochi centimetri di Raspadori. Un ragazzo basso ma svelto può avere una sola fortuna: giocare con un attaccante grande e grosso. Il resto dipende da lui.

donnarumma psg 15 donnarumma psg 15 TIFOSI CONTRO GIGIO DONNARUMMA TIFOSI CONTRO GIGIO DONNARUMMA

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute