SI AMMUTINERANNO ANCHE QUESTA VOLTA? NAPOLI IN RITIRO DA MERCOLEDÌ. STAVOLTA LO HA DECISO ANCELOTTI - IL TECNICO, ARRABBIATO PER LA PRESTAZIONE COL BOLOGNA, HA ADOTTATO IL PROVVEDIMENTO IN BASE AI POTERI RICEVUTI DA DE LAURENTIIS DOPO L’INSUBORDINAZIONE DEL 5 NOVEMBRE – CARLETTO: “SENTIRSI IN DISCUSSIONE E’ IL MINIMO” - IL NAPOLI GIOCHERÀ SABATO SERA ALLO STADIO FRIULI CONTRO L’UDINESE.

-

Condividi questo articolo

de laurentiis ancelotti de laurentiis ancelotti

Mimmo Malfitano per gazzetta.it

 

La prima reazione di Carlo Ancelotti è arrivata: il Napoli andrà in ritiro da mercoledì. Stavolta, la decisione è stata presa direttamente dal tecnico a cui Aurelio De Laurentiis aveva delegato i pieni poteri dopo l’insubordinazione del 5 novembre scorso, quando la squadra si rifiutò di andare in ritiro voluto, quella volta, dallo stesso presidente. L’incontro annunciato ieri sera, al termine della sconfitta col Bologna dallo stesso Ancelotti, è terminato un’ora fa.

 

insigne ancelotti insigne ancelotti

Allenatore e giocatori si sono ritrovati per fare il punto sulla situazione, critica, che si sta vivendo in quest’ultimo periodo. Ancelotti ha chiesto alla squadra una dimostrazione di fiducia, ha voluto guardare negli occhi i giocatori per carpirne la sincerità. L’incontro è durato poco più di un’ora, dopodiché i giocatori hanno lasciato il centro sportivo di Castel Volturno. Si rivedranno domani per l’allenamento è da mercoledì scatterà il ritiro. La squadra soggiornerà nell’hotel adiacente al centro sportivo.

 

LA SCURE

allan de laurentiis jr allan de laurentiis jr

Il provvedimento è stato adottato dopo la sconfitta di ieri contro il Bologna. La squadra è apparsa svogliata, priva di carattere, dimostrando un’involuzione che sembra non avere un punto di ritorno. Ancelotti non ha avuto remore ad attaccare i giocatori, a richiamarli ad un senso di responsabilità che, finora, la squadra non ha saputo sostenere. Stavolta, però, il ritiro sarà punitivo e non costruttivo come aveva inteso De Laurentiis ad inizio novembre. Stavolta, non ci saranno disobbedienze, la società ha comunicato il provvedimento attraverso una nota nella quale si legge che la decisione è stata presa dall’allenatore. Il Napoli giocherà sabato sera allo stadio Friuli contro l’Udinese.

ancelotti ancelotti CARLO ANCELOTTI CARLO ANCELOTTI ancelotti ancelotti ancelotti de laurentiis ancelotti de laurentiis ancelotti ancelotti

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

AVERE LA FACCIA COME IL CONTE CASALINO - A FURIA DI SENTIRLO RIPETERE A RETI ED EDICOLE UNIFICATE CHE “LA DELEGA AI SERVIZI È RESPONSABILITÀ DEL PREMIER”, PENSAVAMO CHE IL CAZZARO CON LA POCHETTE, MAI E POI MAI AVREBBE CEDUTO ALLA RICHIESTA DI RENZI E PD DI MOLLARE LA DELEGA. INVECE OGGI SIAMO A BENASSI – UN BEL “MA MI FACCIA IL PIACERE!’’ SE LO MERITA ANCHE TRAVAGLIO: "QUELLA SUI SERVIZI È STATA L’ENNESIMA TEMPESTA NEL BICCHIERE D’ACQUA, UN’ALTRA SCUSA DEI RENZIANI" - PAZIENZA, RAGAZZI, DÀI: PENSAVATE FOSSE UNA PASSEGGIATA, INVECE ERA UNA VIA TRUCIS

business

cronache

sport

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute