IL DRAGONE SCATENA LA NUOVA FEBBRE DELL’ORO – IL PREZZO DEL METALLO GIALLO CONTINUA A SALIRE E SFIORA IL RECORD DI 80 DOLLARI AL GRAMMO A NEW YORK – C’ENTRANO LE GUERRE IN CORSO, L'IMMINENTE TAGLIO DEI TASSI D'INTERESSE DELLA FEDERAL RESERVE, MA SOPRATTUTTO LA FORTE DOMANDA CHE ARRIVA DA PECHINO – SONO 16 MESI CONSECUTIVI CHE LA BANCA CENTRALE CINESE AUMENTA LE SUE RISERVE DI LINGOTTI – “BLOOMBERG: “E STA GUADAGNANDO POPOLARITÀ TRA I GIOVANI CINESI L'ACQUISTO DI ORO”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Paolo Baroni per “La Stampa”

 

la cina aumenta le sue riserve d oro la cina aumenta le sue riserve d oro

Il prezzo dell’oro continua a correre: oggi sul mercato di New York le quotazioni spot dei lingotti hanno toccato quota 2.265,73 dollari l’oncia, in rialzo dell’1,6% rispetto alla chiusura di giovedì scorso. Per il metallo giallo è il nuovo record assoluto che ritocca la serie di massimi che si erano registrati nelle ultime sessioni con un grammo d’oro che vale 79,9 dollari o se vogliamo 73,4 euro.

 

[...] A dare slancio al rally, spiegano gli operatori di mercato sono le indicazioni che presto la Federal Reserve inizierà a tagliare i tassi di interesse, in un contesto in cui il prezzo è già sostenuto dalle tensioni geopolitiche internazionali e dalla forte domanda di mercato proveniente in queste settimane soprattutto dalla Cina.

 

LINGOTTI D ORO LINGOTTI D ORO

Secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg, sono diversi trimestri che la domanda cinese resta sostenuta con la banca centrale cinese che ha aumentato notevolmente le sue riserve di lingotti, facendo acquisti in tutti gli ultimi 16 mesi. Oltre a questo l'acquisto di oro sta guadagnando popolarità tra i giovani cinesi.

 

Ma non c’è solo la Cina a fare incetta d’oro: già a inizio anno, infatti, il World Gold Council, l’associazione industriale che raggruppa le principali aziende minerarie aurifere, aveva registrato un ulteriore aumento delle riserve auree dopo che a gennaio, per l’ottavo mese di fila, erano stati effettuati acquisti netti per 39 tonnellate di metallo giallo. Forti acquisti provenienti soprattutto da Cina, India, Turchias e Russia.

 

la cina aumenta le sue riserve d oro la cina aumenta le sue riserve d oro

L’oro, notoriamente, è il classico bene rifugio su cui gli investitori, sia piccoli che grandi, si orientano soprattutto nelle fasi di instabilità geopolitica, un fenomeno che i tre anni di guerra in Ucraina e la crisi di Gaza inqueste settiamne non fanno altro che alimentare.

 

Poi, come detto, la prospettiva di un possibile taglio del costo del denaro (più imminente negli Usa, probabile in Europa più avanti, probabilmente a giugno) non fanno altro che rendere più interessanti le altre forme di investimento come i titoli azionari (e non a caso anche le Borse negli ultimi tempi hanno messo a segno rialzi molto consistenti) e anche l’oro. [...]

LINGOTTI D ORO LINGOTTI D ORO lingotti d'oro lingotti d'oro

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – JOE BIDEN VUOLE CHE GIORGIA MELONI METTA ALL’ORDINE DEL GIORNO DEL G7 L’USO DEI BENI RUSSI CONGELATI. PER CONVINCERE LA DUCETTA HA SPEDITO A ROMA LA SUA FEDELISSIMA, GINA RAIMONDO, SEGRETARIO AL COMMERCIO – GLI AMERICANI PRETENDONO DALL’EUROPA UN'ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ DOPO TUTTI I MILIARDI CHE WASHINGTON HA POMPATO A ZELENSKY. MA METTERE MANO AI BENI RUSSI È UN ENORME RISCHIO PER L’UNIONE EUROPEA: POTREBBE SPINGERE ALTRI PAESI (CINA E INDIA SU TUTTI) A RIPENSARE AI LORO INVESTIMENTI NEL VECCHIO CONTINENTE…

DAGOREPORT – PARTITI ITALIANI, PERACOTTARI D'EUROPA - L’ASTENSIONE “COLLETTIVA” SUL PATTO DI STABILITÀ È STATA DETTATA SOLO DALLA PAURA DI PERDERE CONSENSI IL 9 GIUGNO - SE LA MELONA, DOPO IL VOTO, PUNTA A IMPUGNARE UN PATTO CHE E' UN CAPPIO AL COLLO DEL SUO GOVERNO, IL PD DOVEVA COPRIRSI DAL VOTO CONTRARIO DEI 5STELLE – LA DUCETTA CONTINUA IL SUO GIOCO DELLE TRE CARTE PER CONQUISTARE UN POSTO AL SOLE A BRUXELLES. MA TRA I CONSERVATORI EUROPEI STA MONTANDO LA FRONDA PER IL CAMALEONTISMO DI "IO SO' GIORGIA", VEDI LA MANCATA DESIGNAZIONE DI UN CANDIDATO ECR ALLA COMMISSIONE (TANTO PER TENERSI LE MANINE LIBERE) – L’INCAZZATURA DI DOMBROVSKIS CON GENTILONI PER L'ASTENSIONE DEL PD (DITEGLI CHE ELLY VOLEVA VOTARE CONTRO IL PATTO)…

DAGOREPORT – GIUSEPPE CONTE VUOLE LA DIREZIONE DEL TG3 PER IL “SUO” GIUSEPPE CARBONI. IL DG RAI ROSSI NICCHIA, E PEPPINIELLO MINACCIA VENDETTA IN VIGILANZA: VI FAREMO VEDERE I SORCI VERDI – NEL PARTITO MONTA LA PROTESTA CONTRO LA SATRAPIA DEL FU AVVOCATO DEL POPOLO, CHE HA INFARCITO LE LISTE PER LE EUROPEE DI AMICHETTI - LA PRECISAZIONE DEL M5S: "RETROSCENA TOTALMENTE PRIVO DI FONDAMENTO. IN UN MOMENTO IN CUI IL SERVIZIO PUBBLICO SALE AGLI ONORI DELLE CRONACHE PER EPISODI DI CENSURA INACCETTABILI, IL MOVIMENTO 5 STELLE È IMPEGNATO NELLA PROMOZIONE DEGLI STATI GENERALI DELLA RAI..."