1. IL NATALE? UNA FESTIVITÀ AD USO ED ABUSO DELLA COMUNITÀ GAY TRANS INTERNAZIONALE! 2. IN QUESTE ORE SU TUTTE LE BAKEKE, LE POSTE ELETTRONICHE E PERSINO NELLE BUCHE DA LETTERE DEI MEJO GAY INTERNAZIONALI BRILLANO IMMAGINI D’AUGURI DAL SAPORE BLASFEMO. IN CUI I PRESEPI E LE PALLE DI NATALE DIVENTANO SIMBOLI DI UNA SESSUALITÀ PECORECCIA 3. MA LA VERA NOVITÀ DI QUESTO SGANGHERATO 2014 È CONSIDERARE LA FIGURA DI BABBO NATALE UN SIMBOLO DI PIACERE TRASGRESSIVO, ELETTO A ICONA EROTICA DELLA GAYETUDINE 4. È SENZA FRENI E SENZA EDUCAZIONE. HA IL PENE ENORME E SEMPRE PRONTO ALL’USO, E’ IL BABBO NATALE BEAR. IL SANTA CLAUS “ORSO”. TUTTO BARBA, PELI, PANZA E CAZZO

Condividi questo articolo
  • natale gayo (94) natale gayo (94)

    Alberto Dandolo per Dagospia

     

    Il Natale? Una festività ad uso e consumo della comunità gay internazionale! Ebbene sì. Santa Claus e dintorni, sono diventati, nel tempo, dei veri e propri feticci frociaroli. In queste ore su tutte le bakeke, le poste elettroniche e persino nelle buche da lettere dei mejo gay internazionali campeggiano immagini d’auguri dal sapore blasfemo. In cui i presepi e le palle di Natale diventano simboli di una sessualità pecoreccia.  Una sessualità esposta, rappresentata ed esibita.

    natale gayo (93) natale gayo (93)

     

    Ma la vera novità di questo sgangherato 2017 è considerare in primis la figura di Babbo Natale un simbolo di piacere trasgressivo. Non si capisce realmente il perché. Ma il vecchio Santa Claus in queste ore è stato eletto a icona erotica della gayetudine più fulminata del Vecchio e del Nuovo Continente.

    natale gayo (92) natale gayo (92)

     

    Il Babbo Natale che va per la maggiore nei bigliettini di auguri elettronici (e non) della froceria che conta è sicuramente lontano dal concetto del low profile e anche dalla tensione al misticismo. Anzi, al contrario, è senza freni e senza educazione. Ha il pene enorme (e soprattutto irto!) e sempre pronto all’uso (una rarità di questi tempi). E’ il Babbo Natale Bear. Il Santa Claus “Orso”. Tutto barba, peli, panza e cazzo.

     

    natale gayo (91) natale gayo (91)

     

     

     

     

     

     

     

     

    Alcuni dei più grandi fumettisti gay made in USA lo hanno ritratto come un vecchietto infojato e sempre disponibile. Ma soprattutto che non manca un colpo. Poi, ovviamente, non certo latitano i “Babbi” Natale palestrati e dalle favorevoli dimensioni. Quelli che espongono la “merce” come dei markettari qualunque.

     

    natale gayo (90) natale gayo (90)

    Ma alla fine il messaggio subliminale è sempre lo stesso: tutti i Babbo Natale, anche quelli più borderline, augurano feste serene, fatte d’amore, famiglia e tanta allegria. Non c’è più religione…

     

     

    Condividi questo articolo

    FOTOGALLERY


    media e tv

    IL REGNO UNITO STUDIA DA PARADISO FISCALE. IL PIANO DI BORIS JOHNSON – LA BREXIT CHIUDE AGLI STRANIERI, NON A MERCI E CAPITALI. “IL REGNO UNITO SARÀ IL SUPERMAN DEL LIBERO SCAMBIO" – E ALLORA PERCHE’ COME RIPORTA IL FINANCIAL TIMES IL GOVERNO INGLESE HA FATTO RICHIESTA PER UN FINANZIAMENTO DAL "SOLIDARITY FUND" DELL’UE PER FAR FRONTE AI DANNI DOVUTI ALLE ALLUVIONI DELLO SCORSO DICEMBRE (UNA SOLUZIONE “LAST MINUTE” PER BENEFICIARE FINO ALL’ULTIMO DELLA MEMBERSHIP EUROPEA TANTO OSTRACIZZATA)?

    politica

    business

    cronache

    sport

    cafonal

    viaggi

    salute

    QUESTA È UNA BRUTTA NOTIZIA: SALGONO A 14 I CASI IN LOMBARDIA, 5 SONO GRAVI, 2 ANZIANI POSITIVI AL TEST IN VENETO (UNO E' IN CONDIZIONI CRITICHE) - 50MILA IN ISOLAMENTO NEL LODIGIANO - ECCO CHI SONO LE PERSONE CONTAGIATE - IL MEDICO DI BASE DEL CONTAGIATO DI CODOGNO HA LA POLMONITE. IL DOTTORE SAREBBE RICOVERATO A MILANO, DOPO AVERLO VISITATO NEI GIORNI SCORSI. E DOPO DI LUI, AVRÀ VISTO ALTRI PAZIENTI… - I GENITORI: ''NOSTRO FIGLIO È GRAVISSIMO, SIAMO DISTRUTTI. NOI NON ABBIAMO SINTOMI, MA NON POSSIAMO DIRE CHE STIAMO BENE'' - OMS: ''LA FINESTRA PER CONTENERE IL VIRUS SI RESTRINGE''