"TAKE ME": ARTE DA PORTARE VIA, SI' PER BUTTARLA NELLA DISCARICA - LA MOSTRA A VILLA MEDICI SEMBRAVA CURATA DALLA RAGGI PER UN MERCATINO DELL'USATO: MONNEZZA GETTATA IN UN ANGOLO, ABITI PRONTI PER LA CARITAS, CARAMELLE PER TERRA, SPECCHIETTI E ALTRE ARTISTICHE STRONZATE DA ANNI '70 - PER FORTUNA CHE LA VISIONE DI VILLA MEDICI TI RIPAGA - LE FOTO DEL VERNISSAGE

-

Condividi questo articolo


Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

luigi ontani luigi ontani

Arianna Di Cori per la Repubblica – Roma

 

Alla fine ne resterà solo una, anzi, nessuna. Che siano i messaggi in bottiglia di Gianfranco Baruchello, il mare di caramelle azzurre di Felix Gonzalez-Torres, la cartoline d' artista di Claire Fontaine o di Felice Levini, i poster di Maurizio Cattelan, i confetti e le spille di Luigi Ontani, i disegni firmati e numerati di Cesare Pietroiusti - e si può continuare ancora molto a lungo perché di artisti ce ne sono 89 - insomma, tutte le opere da oggi esposte nella mostra "Take Me (I' m yours)" a Villa Medici non resteranno a lungo al loro posto.

 

luigi ontani eloisa reverie vezzosi luigi ontani eloisa reverie vezzosi

Scompariranno, si diffonderanno, arrederanno case e magari qualche fortunato ne riceverà una al proprio compleanno. Il concetto della più bella collettiva vista a Roma da un bel po' di tempo (e che arriva dopo essere stata all' Hangar Bicocca di Milano, grazie alla direttrice dell' Accademia di Francia, Muriel Mayette-Holtz, per questa boccata d' aria fresca) è semplice e geniale.

 

l arte da toccare take me (6) l arte da toccare take me (6)

Risvegliando - nel caso si fosse malauguratamente assopito - il proprio bambino interiore, in mostra si può fare tutto quello che normalmente è vietato. Toccare, interagire, strappare, prendere e mettere in borsa (non a caso all' entrata viene consegnata una busta di carta per fare letteralmente la spesa). Si può anche disegnare sui muri (l' opera 404 del cinese Aaajiao), fare un ritratto a Patrizio Di Massimo vestito in armatura, farsi fare un ritratto in stile cartoon nell' atelier Balthus dal disegnatore Paolo Orlandi che presta la mano a Francesco Vezzoli, e nel caso servissero pane, vino o caffè, ci ha pensato Artur Barrio che mette a disposizione, fino ad esaurimento scorte, i beni di prima necessità dell' uomo contemporaneo.

l arte da toccare take me (5) l arte da toccare take me (5)

 

opere esposte opere esposte

 Il format di "Take me (I' m yours)" - curata da Christian Boltanski (che merita un paragrafo a parte), Hans Ulrich Obrist e Chiara Parisi - non è nuovo. È stato concepito nel 1995 da Boltanski e Obrist per la Serpentine Gallery di Londra. Poi, una pausa di 20 anni, e finalmente il ritorno in grande stile prima alla Monnaie de Paris, poi alla Kunstalle Charlottenborg di Copenhagen, al Jewish Museum di New York, alla Bienalsur (Biennale d' arte contemporanea dell' America del Sud) fino alle due tappe italiane. E poi, chissà.

 

l arte da toccare take me (4) l arte da toccare take me (4)

«Questa è una mostra che ha una vita potenzialmente infinita - spiega Obrist - si addormenta per un po' e si risveglia, in un nuovo luogo, arricchendosi di nuovi artisti strada facendo. È l' esatto opposto dei grandi franchising, non si mette in scatola per poi essere trasferita». È una mostra "porosa", generosa, dove l' unica regola è quella del gioco, in osmosi con il luogo, ospitata in 17 ambienti (la più grande di sempre a Villa Medici) compresi i sotterranei, aperti per la prima volta. Oscuri e umidi, costituiscono un' esperienza sensoriale a parte, resa ancora più forte dalle suggestioni olfattive di Carsten Höller.

villa medici villa medici

 

E siccome fa piuttosto fresco nel ventre della villa, si consiglia vivamente di arraffare una giacca di jeans, una camicia, una felpa, uno spolverino tra le migliaia di capi distesi sullo scalone da Boltanski, una via di mezzo tra il mercato di Porta Portese e la Venere degli stracci di Pistoletto. Unica pecca: qualche uomo lamenta che il banco dell' usato d' artista sia più fornito di abiti da donna.

presentazione della mostra (1) presentazione della mostra (1) opere esposte (2) opere esposte (2) l arte da toccare take me (2) l arte da toccare take me (2) cocktails poetiques cocktails poetiques fragole per gli invitati fragole per gli invitati l arte da toccare take me (1) l arte da toccare take me (1) l arte da toccare take me (3) l arte da toccare take me (3) opere esposte (1) opere esposte (1) opere esposte (5) opere esposte (5) opere esposte (3) opere esposte (3) opere esposte (4) opere esposte (4) opere esposte (6) opere esposte (6) opere esposte (8) opere esposte (8) opere esposte (7) opere esposte (7) presentazione della mostra (2) presentazione della mostra (2)

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…