1- LETTE TUTTE LE 389 PAGINE FINITE ALLA CAMERA, ALLA FINE RESTA LA TRAGEDIA DI UN UOMO RIDICOLO. UN PREMIER TRATTATO COME UN INCROCIO TRA UN PICCOLO BUDDA E UN MINUS HABENS DALLE SUE ASTUTE BADANTI: EMILIO FEDE, LELE MORA E NICOLE MINETTI. CONTORNATO DA MANDRIE DI ZOCCOLETTE ASSETATE DI SOLDI E FAVORI - 2- QUALCUNO LO AIUTI. AVEVA RAGIONE VERONICA. SARA’ UN DRAGO, MA FA PENA. SARA’ ANCHE UN VECCHIETTO IPER-DANAROSO CHE HA FATTO DANNI INCALCOLABILI ALLA NAZIONE. MA E’ ANCHE VERO CHE GRAN PARTE DELLA NAZIONE, IN QUESTO QUASI VENTENNIO, SI E’ COMPORTATA PIÙ’ O MENO COME QUESTA SUA CORTE DEL BUNGA BUNGA - 3- BUNGA BUNGA, MANCA IL PISTOLINO FUMANTE! AVVERTONO SUL ’’GIORNALE’’ CHIOCCI & MALPICA E CONCLUDONO: \"LA MACELLERIA DEI PM: SU RUBY UN TEOREMA SENZA UNA SOLA PROVA. MACCHE’ INCHIESTA BLINDATA: NELLE 389 PAGINE D’INVITO A COMPARIRE AL PREMIER MANCA QUALSIASI EVIDENZA DI RAPPORTI SESSUALI CON LA MINORENNE MAROCCHINA\". MAGARI I PM AVRANNO ALTRO IN SERBO, MA MESSA SUL NUDO PIANO PENALE HANNO RAGIONE I RAGAZZACCI DEL ’’GIORNALE’’ DI SALLUSTONI. PER ADESSO... -

Condividi questo articolo


A cura di Minimo Riserbo e Falbalà

lelelele mora

1- LA TRAGEDIA DI UN UOMO RIDICOLO
Il titolo in prima del Cetriolo Quotidiano riassume perfettamente la situazione. Chi cura questa modesta rassegna si e\' letto tutte le 389 pagine finite alla Camera e alla fine resta una tristezza infinita. Abbiamo un premier trattato come un incrocio tra un piccolo Budda e un minus habens dalle sue astute badanti: Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti.

RUBYRUBY mq

Contornato da mandrie di zoccolette assetate di soldi e favori, che appena possono ne parlano male e con quella cattiveria impietosa che solo a vent\'anni ti puo\' venire. Qualcuno lo aiuti. Aveva ragione Veronica. Sara\' un drago, ma fa pena. Sara\' anche un vecchietto iper-danaroso che ha fatto danni incalcolabili alla nazione. Ma e\' anche vero che gran parte della nazione, in questo quasi ventennio, si e\' comportata più\' o meno come questa sua corte del Bunga Bunga.

berlusconiberlusconi mora fede pp


2- MINORENNE DA ZITTIRE

La faccenda più\' grave e\' quella della minorenne marocchina e dei traffici per soffocare lo scandalo di un reato che puo\' costare la galera. \"Il silenzio vale 5 milioni. In un\'intercettazione, Ruby: \"E\' il prezzo per stare zitta. Berlusconi mi ha detto \"bene, ma devi passare per pazza\" (CQ, p. 3)
\"Il ricatto di Ruby al premier: \"Gli ho chiesto cinque milioni. Lui sa che sono minorenne. Lui mi chiama di continuo, mi ha detto: \"Ti metto tutto in oro ma nascondi tutto\". L\"importante e\' che mi sta riempiendo di soldi\" (Corriere, p. 4)

rubyruby big rubyruby g


3- UN VECCHIO BAMBA DA PELARE?

Le due gemelline napoletane, le più\' scatenate tra le cortigiane ospitate a Milano 2, parlano tra loro: \"E\' diventato pure brutto: deve solo sganciare. Speriamo che sia più\' generoso. Io non gli regalo un cazzo\" (CQ, p. 3)
\"Bonifici, diamanti e banconote. E alla Minetti tre appartamenti. E Fede si prende una parte del prestito a Lele Mora\" (Repubblica, p. 11)

RUBYRUBY press big


4- FIDANZATA AD PERSONAM

\"Roberta nel toto-fidanzata. Fu finalista di Miss Italia. \"Quant\'e\' preso Silvio...\" Fede e Mora parlano al telefono. Ma lei nega\" (Repubblica, p. 13)

RUBYRUBY BERLUSCONI d ca be a aed a a a eb c medium


5- BUNGA BUNGA, MANCA IL PISTOLINO FUMANTE

Sul Giornale, Gianmarco Chiocci e Massimo Malpica pubblicano tutti le carte e concludono: \"La macelleria dei pm: su Ruby un teorema senza una sola prova. Macche\' inchiesta blindata: nelle 389 pagine d\'invito a comparire al premier manca qualsiasi evidenza di rapporti sessuali con la minorenne marocchina\" (pp. 6-7). Magari i pm avranno altro in serbo, ma messa sul nudo piano penale hanno ragione i ragazzacci del Giornale. Per adesso.

robertaroberta bonasia miss torino 2010-01

 

6- FINE CORSA, FORSE

\"Il Pdl non esclude le elezioni \"Valuteremo con la Lega\". Bossi: i voti ci sono, ma Berlusconi eviti scontri con i pm\". \"Si incrina l\'asse Vaticano-Palazzo Chigi. \"La situazione diventa insostenibile\". Sconcerto e imbarazzo anche nella segreteria di Stato. Il cardinal Bertone medita di prendere le distanze\" (Repubblica, p. 6). Anche loro, tra scuole private e Ici, lo hanno spremuto abbastanza.
L\'ex magistrato Bruno Tinti spiega con la sua consueta chiarezza la faccenda della competenza: \"C\'e\' un giudice a Milano: e\' il suo\" (CQ, p. 5). Ecco perche\' il CaiNano rischia di essere condannato gia\' a fine marzo.


7- PRIMAVALLE, CHE VERGOGNA (QUELLI CHE LA PRESCRIZIONE SOLO B.)
\"La strage di Primavalle resta un segreto di Lollo. Per la prima davanti ai giudici, l\'ex di Potere Operaio non risponde. Condannato per l\'attentato in cui morirono due ragazzi fuggiti all\'estero. Poi in un\'intervista tiro\' in ballo altre tre persone. E ora e\' libero grazie alla prescrizione\" (Giornale, p. 15).

NicoleNicole Minetti versione consigliere regionale


8- IN GINOCCHIO DA TE

Grazie al suo nuovo fan De Benedetti Carlin, il Marpionne strappa una doppia paginata di intervista su Repubblica. Per far capire a che servono i direttori e quanto contano una cippa i politici, si esibisce Ezio Mauro in persona. \"La mai sfida per la nuova Fiat. Salari tedeschi e azioni gli operai. Nessun diritto intaccato, ma non si puo\' beneficiare di un contratto se non si e\' contenti\". Per arrivare ai salari tedeschi, par di capire che tocchi cominciare da diritti anni Cinquanta (pp. 14-15)
Intanto sul Cetriolo Salvatore Cannavo\' racconta: \"Il \"ricatto\" di Marchionne\", i sindacati pensano alla denuncia per estorsione\" (p. 11)

berlusconiberlusconi ruby fede minetti e b b e a b d


9- PARMALAT, FECE TUTTO TANZI DA SOLO.

Sul Giornale una di quelle notizie che la grande libera stampa d\'informazione di solito nasconde: \"Parmalat, per le banche un conto da 120 milioni. Confisca record chiesta dalla Procura per i quattro istituti stranieri rimasti sul banco degli imputati: Citibank, Morgan Stanley, Deutsche Bank e Bofa. E cinque banchieri rischiano fino a 1 anno e 4 mesi di carcere\" (p. 19). Ah, sono quelle straniere.

bossibossi


10- FREE MARCHETT
Rubrica sospesa per solidarieta\' al direttore di Repubblica

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

ultimi Dagoreport

MA DOVE STA ZHANG ZHANG? - IL 32ENNE IMPRENDITORE CINESE, DAL 2018 AZIONISTA DI MAGGIORANZA DELL’INTER, NON SI VEDE IN GIRO DA UN ANNO. NON ERA A MILANO NEMMENO PER LA FESTA SCUDETTO. LA VERITÀ È CHE ZHANG NON PUÒ LASCIARE LA CINA DA OLTRE UN ANNO PER LA CONDANNA DEL TRIBUNALE DI HONG KONG A RISARCIRE CHINA CONSTRUCTION BANK E ALTRI CREDITORI DI 320 MILIONI - A QUESTO PUNTO, NON CI VUOLE IL MAGO OTELMA PER SCOPRIRE IL MOTIVO PER CUI IL MEGA-FONDO AMERICANO PIMCO SI SIA RITIRATO DAL FINANZIAMENTO DI 430 MILIONI DI EURO A UN TIPINO INSEGUITO DAI TRIBUNALI, A CUI PECHINO NON RILASCIA IL VISTO PER ESPATRIARE, COME MISTER ZHANG…

DAGOREPORT - LORO SI' CHE LO SANNO BENE: SECONDO IL "CANALE 12" DELLA TV ISRAELIANA RAISI È MORTO - DIFFICILE PRENDERE SUL SERIO TEHERAN CHE AFFERMA CHE L'ELICOTTERO CON A BORDO IL PRESIDENTE IRANIANO HA AVUTO UN "INCIDENTE" IN AZERBAIGIAN A CAUSA DEL ''MALTEMPO'' (UN CONVOGLIO DI TRE ELICOTTERI E SOLO QUELLO CON RAISI E' ANDATO GIU'?) - I MEDIA IRANIANI, PER ORA, PARLANO DI "VITA IN PERICOLO" - L'IRAN NON E' DECAPITATO FINCHE' CI SARA' SARA' L’AYATOLLAH KHAMENEI CHE SCEGLIERA' IL SUCCESSORE DEL FEDELISSIMO RAISI. E PER ORA SI LIMITA A DIRE: "SPERIAMO CHE TORNI, MA NON CI SARANNO INTERRUZIONI" - COME E' ACCADUTO CON L'ATTENTATO ALLA SEDE DIPLOMATICA IRANIANA IN SIRIA, DIETRO L"INCIDENTE" C'E' NETANYAHU? (FINCHE' C'E' GUERRA, C'E' SPERANZA DI RESTARE AL POTERE) - PROPRIO IERI IL MINISTRO DEL GABINETTO DI GUERRA BENNY GANTZ, VICINISSIMO A BIDEN,  DOPO UN INCONTRO IN ISRAELE CON IL CONSIGLIERE PER LA SICUREZZA USA JAKE SULLIVAN, AVEVA AVVISATO IL PREMIER NETANYAHU: "PIANO SU GAZA ENTRO L'8 GIUGNO O LASCIAMO IL GOVERNO"

DAGOREPORT - FERMI TUTTI! SECONDO UN SONDAGGIO RISERVATO, LA CANDIDATURA DEL GENERALE VANNACCI POTREBBE VALERE FINO ALL’1,8% DI CONSENSI IN PIÙ PER LA LEGA SALVINIANA. UN DATO CHE PERMETTEREBBE AL CARROCCIO DI RESTARE SOPRA A FORZA ITALIA - A CICCIO TAJANI È PARTITO L’EMBOLO. COSÌ QUEL MERLUZZONE DEL MINISTRO DEGLI ESTERI SI È TRASFORMATO IN PIRANHA: HA MESSO AL MURO LA MELONI, MINACCIANDO IL VOTO DI SFIDUCIA SE LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI, LEGGE SIMBOLO DEL BERLUSCONISMO, NON VIENE APPROVATA PRIMA DELLE ELEZIONI EUROPEE...