salute

CATENO DE LUCA IMITA MUSSOLINI E ATTACCA MUSUMECI

FERRARI VA A SBATTERE? - ''IL PRESIDENTE ERA STATO SFIDUCIATO CON VOTO UNANIME DAL CER, NON È LUI A ESSERSI DIMESSO''. IL TREMENDO COMUNICATO DEL CONSIGLIO EUROPEO DELLA RICERCA, CHE PARLA DI ''MANCANZA DI IMPEGNO DELLO SCIENZIATO, CHE NEI TRE MESI DELL'INCARICO HA SALTATO MOLTI INCONTRI IMPORTANTI'' - MA SULLA MANCATA RICERCA SUL CORONAVIRUS, IL CER CONFERMA CHE ''NON È DI NOSTRA COMPETENZA''. UNA BELLA AMMISSIONE DI INUTILITÀ. NON A CASO BURIONI AVEVA FATTO UN TWEET FURIOSO CONTRO ''L'OTTUSA BUROCRAZIA COMUNITARIA'', POI CANCELLATO

''IL GOVERNO E LE ASL SE NE FREGANO ALTAMENTE DI QUELLI COME ME''. L'INCREDIBILE TESTIMONIANZA DI MARCO LILLO, CHE DA GIORNALISTA INVESTIGATIVO HA INVESTIGATO E SI È TESTATO DA SOLO PER IL CORONAVIRUS: POSITIVO - ''DOPO QUEL MALEDETTO VOLO HO AVUTO TOSSE, FEBBRETTA E MAL DI GOLA. MA IL TAMPONE LO FANNO SOLO A CHI HA 39 E UNA POLMONITE INCIPIENTE. ALLORA HO TROVATO SU INTERNET UN KIT... - IO MI SONO CHIUSO IN CASA, MA QUANTI HANNO CONTINUATO A GIRARE PERCHÉ MAI DIAGNOSTICATI? (SONO DECINE DI MIGLIAIA)

FERMI TUTTI! PARLA IL PRESIDENTE DELL'ISTAT: "NUMERI ALLA MANO, NELLO STESSO PERIODO DI TEMPO, NEL 2019 SONO MORTE OLTRE 15MILA PERSONE PER MALATTIE RESPIRATORIE. A MARZO 2020 PER COVID-19 I DECESSI SONO STATI 12.532'' - VIDEO: BLANGIARDO FA UN PO' DI CHIAREZZA. NEI PRIMI 21 GIORNI DI MARZO AL NORD I DECESSI SONO PIÙ CHE RADDOPPIATI, A BERGAMO QUADRUPLICATI. MA COMPLESSIVAMENTE IN ITALIA IL NUMERO APPARE MINORE RISPETTO ALL'ANNO SCORSO E AL 2018. MA CI SONO ANCHE SITUAZIONI IN CUI…

VI FATE SEMPRE LA STESSA DOMANDA, OVVERO PERCHÉ IN GERMANIA LA MORTALITÀ È COSÌ BASSA? IERI ''SOLO'' 92 MORTI IN PIÙ, IN CALO ANCHE I NUOVI CONTAGI, CHE SONO 110.000 IN TOTALE. LE RAGIONI SONO MOLTE, DALLE PIÙ ''FURBE'', COME MOLTI DECESSI NON REGISTRATI, E NIENTE TEST POST-MORTEM PER SETTIMANE. MA CI SONO MOTIVI SANITARI: L'ETÀ MEDIA DEI CONTAGIATI (HANNO PROTETTO MEGLIO GLI ANZIANI), I POSTI IN TERAPIA INTENSIVA, IL NUMERO DI TAMPONI. E ORA ARRIVANO I PASSAPORTI DI IMMUNITÀ

IL CORONAVIRUS PUO’ VIAGGIARE NELL’ARIA? RISCHIAMO DI ESSERE CONTAGIATI SEMPLICEMENTE RESPIRANDO? L’OMS SOSTIENE CHE NON CI SONO PROVE A RIGUARDO - MA L’ACCADEMIA NAZIONALE DELLE SCIENZE DEGLI STATI UNITI AVVERTE CHE IL VIRUS E’ STATO TROVATO IN CAMPIONI D’ARIA RACCOLTI A OLTRE 1,8 METRI DAI PAZIENTI - PER LA VIROLOGA ILARIA CAPUA “NON POSSIAMO ESCLUDERE IL PROPAGARSI DEL VIRUS DAI CONDIZIONATORI” - GLI STUDI AMERICANI E CINESI, IL RISCHIO LEGATO AGLI AMBIENTI CHIUSI E L’INUTILITÀ DI ALCUNE MASCHERINE…

L’EMERGENZA È ANCHE PSICOLOGICA - LA QUARANTENA FARÀ AUMENTARE ANSIA, CONFUSIONE MENTALE E IRRITABILITÀ - VALENTINA DI MATTEI, PSICOLOGA CLINICA DELL’OSPEDALE SAN RAFFAELE DI MILANO: “GLI EFFETTI SULLA SALUTE MENTALE POSSONO PRESENTARSI ANCHE MESI DOPO LA CONCLUSIONE DELLA QUARANTENA. I COMPORTAMENTI DI EVITAMENTO CE LI PORTEREMO DENTRO PER UN PO’ DI TEMPO - ESSERE INFORMATI E’ IMPORTANTE MA LA SOVRAESPOSIZIONE CHE PUÒ GENERARE UNO STATO PSICHICO CONTINUO DI ALLARME…”

“IN LOMBARDIA NESSUNO SI È RICORDATO LA LEZIONE DELLA SARS” – IL VIROLOGO GIORGIO PALÙ, RICHIAMATO IN SERVIZIO DA LUCA ZAIA: “IN VENETO I MEDICI HANNO FATTO FILTRO. TENENDO A CASA GLI ASINTOMATICI SI È EVITATO L’AFFOLLAMENTO DEGLI OSPEDALI, IN LOMBARDIA HANNO AGITO SULL'ONDA EMOTIVA, RICOVERANDO QUASI TUTTI. TUTTI DENTRO, INVECE DOVEVANO TENERNE FUORI IL PIÙ POSSIBILE” – “L’ESAME SIEROLOGICO È MOLTO IMPORTANTE, PERCHÉ A DIFFERENZA DEI BENEDETTI TAMPONI…”

IL BOLLETTINO MORTIFERO DI OGGI - SI PUÒ DIRE CHE IL PICCO È RAGGIUNTO? 2.937 NUOVI CONTAGI, 727 MORTI, 16.847 DIMESSI E GUARITI (1.618 IN PIÙ) - A OGGI TRASFERITI 103 PAZIENTI DALLA LOMBARDIA (7 IN PIÙ), DI QUESTI 63 CON CORONAVIRUS E 40 SENZA - 30 PAZIENTI TRASFERITI IN GERMANIA - SUL CONTO CORRENTE DELLA PROTEZIONE CIVILE SI SUPERA QUOTA 90 MILIONI DI DONAZIONI. BORRELLI: ''STIAMO FACENDO BONIFICI PER COMPRARE ALTRI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE'' - I NUMERI REGIONE PER REGIONE

''CONTE AL 'PAIS' DICE CHE RIFAREBBE TUTTO? MA SE HA SBAGLIATO TUTTO'' - IL MICROBIOLOGO CRISANTI, A CAPO DELLA TASK FORCE VENETA: ''A VO' EUGANEO IL 20 FEBBRAIO C'ERA IL 3% DELLA POPOLAZIONE INFETTA E LA SETTIMANA DOPO SI PARLAVA DI RIPARTIRE. ANCORA STIAMO PAGANDO LE CONSEGUENZE DI QUELL'ERRORE - LA BATTAGLIA NON SI VINCE NEGLI OSPEDALI, MA IDENTIFICANDO TUTTI GLI INFETTI E ISOLANDOLI. GLI OSPEDALI SONO STATI UN VETTORE DI CONTAGIO. RIAPRIRE IN ESTATE? SE VA AVANTI COSÌ, NON CREDO PROPRIO''

“UN VIRUS È UNA BRUTTA NOTIZIA AVVOLTA IN UNA PROTEINA” – IMPERDIBILI FRAMMENTI DI ‘BREVE STORIA DEL CORPO UMANO’ DI BILL BRYSON, RACCOLTI DA GIORGIO DELL’ARTI: “CON LA MAGGIOR PARTE DEI MICROBI CONVIVIAMO PACIFICAMENTE MA CE NE SONO 1.415 CHE SONO RESPONSABILI DI UN TERZO DELLE MORTI DI TUTTO IL PIANETA" – "IN UN BACIO APPASSIONATO UN MILIARDO DI BATTERI PASSA DA UNA BOCCA ALL'ALTRA” – “IL VIRUS DELL’INFLUENZA PUÒ SOPRAVVIVERE SULLE BANCONOTE DUE SETTIMANE E MEZZO SE…”