salute

LA CONFESSIONE DI EMILIO FEDE A PETER GOMEZ

“LE VACCINAZIONI CONTRO IL COVID POTREBBERO COMINCIARE TRA IL 12 E IL 15 DICEMBRE NEGLI USA MA ANCHE IN ITALIA” - IL VIROLOGO ANTHONY FAUCI: “MODERNA E PFIZER HANNO FIRMATO CONTRATTI ANCHE CON LA UE. LA DECISIONE FINALE SPETTA ALLE AZIENDE E LE AUTORITÀ LOCALI, MA LA MIA IMPRESSIONE È CHE SIANO PRONTE - NON SAPPIAMO ANCORA QUANTO DURI L’IMMUNIZZAZIONE, QUESTO DATO RICHIEDERÀ TEMPO PER ESSERE PROVATO. È DECISIVO PERÒ CHE SI VACCINI LA MAGGIORANZA DELLA POPOLAZIONE, ALMENO IL 70%”

COLPI BASSETTI: “LA PETIZIONE DEI COLLEGHI CONTRO LA MIA NOMINA? IL MONDO È PIENO DI INVIDIOSI, E QUINDI CHE ROSICHINO…” - L’INFETTIVOLOGO DI GENOVA A “UN GIORNO DA PECORA: “SALVINI DICE COSE SENSATE, MA SULLO STESSO PIANO METTO BOCCIA E ZAMPA. ZINGARETTI HA FATTO DICHIARAZIONI CHE NON CONDIVIDO, COME…” - “IL SESSO FA BENE ALLA PSICHE. BISOGNA EVITARE L’IPOCRISIA, QUANDO SI È PARTNER STABILI DIVENTA DIFFICILE PENSARE DI DIRE ALLA GENTE DI FARE L’AMORE CON LA MASCHERINA”

“CON IL VIRUS CONVIVREMO PER MOLTE STAGIONI” - PARLA MARIA ROSARIA CAPOBIANCHI CHE GUIDA IL LABORATORIO DI VIROLOGIA DELLO “SPALLANZANI”: “L'ITALIA NON PRESENTA ALCUNA CONDIZIONE CHE FAVORISCA LA DIFFUSIONE DEL VIRUS RISPETTO AD ALTRI PAESI. NON CI SONO ANCORA TERAPIE CAPACI DI VINCERE IL COVID. DI CONTENERLO SÌ, MA NON DI ELIMINARLO. QUANTO AL VACCINO, SIAMO MOLTO VICINI. MA QUANTO DURERÀ LA PROTEZIONE CHE CI GARANTIRÀ? NON SI SA. POTREBBE ESSERE NECESSARIO RITARARLO OGNI ANNO…”

E ORA CHI SALVIAMO? - E’ ARRIVATO IL PROTOCOLLO DEL’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ CHE FISSA I CRITERI CHE I MEDICI, GLI ANESTESISTI IN PARTICOLARE, DOVREBBERO SEGUIRE NEL CASO IN CUI DOVESSERO TROVARSI A SCEGLIERE CHI RICOVERARE PRIMA IN TERAPIA INTENSIVA - DOVREBBE ESSERE ASSISTITO PRIMA COLUI CHE HA MAGGIORI SPERANZE DI VITA - L'ETÀ, QUINDI, NON È DI PER SÉ UN CRITERIO SUFFICIENTE PER STABILIRE CHI PUÒ BENEFICIARE DELLE TERAPIE - È NECESSARIO CREARE UN TRIAGE AD HOC NEGLI OSPEDALI: UN CENTRO DI VALUTAZIONE FINALIZZATO A STABILIRE QUALI PAZIENTI HANNO LA PRIORITÀ  

“SONO FAVOREVOLE AL VACCINO MA DEVE ESSERE TESTATO” - CRISANTI PRECISA LA SUA POSIZIONE DOPO L’INSURREZIONE DELLA COMUNITÀ SCIENTIFICA PER IL SUO SCETTICISMO SULL’IMMINENTE VACCINO PFIZER: “ALCUNI PRODOTTI SONO STATI IMMESSI NEL MERCATO E POI RITIRATI. MI VIENE IN MENTE QUELLO DEL ROTAVIRUS - I VACCINI PER IL COVID SONO STATI SVILUPPATI SALTANDO FASE 1, FASE 2, FASE 3. C'È BISOGNO DI UN PROCESSO DI REVISIONE” - LA REPLICA DI BURIONI, LOPALCO, LOCATELLI, MAGRINI E BASSETTI

“ABBIAMO SBAGLIATO A CONTARE I DECESSI PER COVID” - L’INFETTIVOLOGO MATTEO BASSETTI: “ABBIAMO UN PECCATO ORIGINALE CHE RIGUARDA MARZO-APRILE: CHIUNQUE ARRIVAVA IN OSPEDALE CON UN TAMPONE POSITIVO, ANCHE SE AVEVA AVUTO UN INFARTO, VENIVA QUALIFICATO POI COME MORTO PER COVID. SE OGGI A DISTANZA DI 9 MESI, NON SAPPIAMO GUARDARE INDIETRO E AMMETTERE UN ERRORE, CONTINUEREMO A ESSERE CONSIDERATI I PEGGIORI D’EUROPA” - VIDEO - LA REPLICA DI SELVAGGIA LUCARELLI: "NON CREDO SI DEBBA ESSERE DEI GENI PER CAPIRE CHE..."

PERCHÉ IL VACCINO DI OXFORD È DA PREFERIRE A QUELLI DI PFIZER E MODERNA – NON SOLO PRODUCE UNA “FORTE RISPOSTA IMMUNITARIA NEGLI ANZIANI” MA SARÀ VENDUTO A PREZZO DI COSTO, CIOÉ 2,8 EURO A DOSE RISPETTO AGLI ALMENO 20 DI MODERNA E I 16,5 DI PFIZER – SE PER IL TRASPORTO DEL VACCINO DI OXFORD BASTANO TEMPERATURE DI NORMALI FRIGO: -4°, QUELLO DI PFIZER HA BISOGNO DI CONGELATORI SPECIALI CHE MANTENGANO LA TEMPERATURA A -80°. INVECE MODERNA HA BISOGNO DI TEMPERATURE DI -20°