business

MAL DI FRANCIA - DALLA PARTITA APERTA SU TIM A FINCANTIERI, GLI INTRECCI ECONOMICI CON PARIGI SONO MOLTI - LA LVMH DI BERNARD ARNAULT, CHE CONTROLLA MARCHI COME LOUIS VUITTON E MOËT & CHANDON, HA COMPRATO NEGLI ULTIMI ANNI FENDI E BULGARI. LA RIVALE KERING, A CUI FANNO CAPO SAINT LAURENT E BALENCIAGA, SI È PRESA INVECE GUCCI, POMELLATO E BOTTEGA VENETA. NEL SETTORE DELL'ENERGIA EDF HA CONQUISTATO EDISON, NELL'ALIMENTARE LA PARMALAT, DOPO IL CRACK DELL'EPOCA DI CALISTO TANZI, È FINITA NELLE MANI DI LACTALIS - BNP PARIBAS CONTROLLA LA BNL E CRÉDIT AGRICOLE HA RILEVATO CARIPARMA

PORCA TROIKA! - PENSAVATE CHE IL PATTO DI STABILITÀ FOSSE SOLO UN LONTANO RICORDO? MAGARI: IERI LA COMMISSIONE EUROPEA HA APPROVATO LA MANOVRA ITALIANA, MA CON UN APPUNTO SULLA CRESCITA DELLA SPESA CORRENTE - IL BADANTE DI GENTILONI, VALDIS DOMBROVSKIS, HA CHIESTO PRUDENZA, FACENDO CAPIRE CHE LA POLITICA DELLA BCE SUI TASSI BASSI POTREBBE FINIRE PRESTO - UN RICHIAMO CHE PERÒ PUÒ FARE GIOCO A MARIO DRAGHI, PER BLOCCARE L’ASSALTO ALLA DILIGENZA DEI PARTITI E RISANARE I CONTI…

LE MANI DELLA CINA SULL'ITALIA - A FINE 2019 ERANO DIRETTAMENTE PRESENTI NEL NOSTRO PAESE 405 GRUPPI CINESI, DI CUI 270 DELLA REPUBBLICA POPOLARE CINESE E 135 CON SEDE PRINCIPALE A HONG KONG, ATTRAVERSO ALMENO UN'IMPRESA PARTECIPATA - LE IMPRESE ITALIANE COSÌ PARTECIPATE SONO 760, CON 43.700 DIPENDENTI E UN GIRO D'AFFARI DI 25,2 MILIARDI DI EURO - LE QUOTE CINESI IN CDP RETI, PIRELLI, ANSALDO ENERGIA, GRUPPO FERRETTI, ENI, TIM, ENEL E PRYSMIAN, INTESA SANPAOLO, SAIPEM, MONCLER, SALVATORE FERRAGAMO, PRIMA INDUSTRIE…

TIM! TIM! - IL DESTINO DELL'AD GUBITOSI POTREBBE DIPENDERE MOLTO DALL'ESITO DELLA RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE, FISSATA NEL POMERIGGIO DI OGGI. SUL TAVOLO IL CONTRATTO DAZN SULLE TRASMISSIONI DELLE PARTITE DI SERIE A E LE RICADUTE SUI RICAVI IN FUNZIONE DEL MILIARDO DI INVESTIMENTI. SE L'ORGANO DI CONTROLLO DOVESSE RITENERE CHE I FLUSSI DI CASSA FOSSERO INSUFFICIENTI, POTREBBE INDICARE LA NECESSITÀ DI UN TERZO PROFIT WARNING DA LUGLIO. E A QUEL PUNTO SAREBBE INEVITABILE CHE ATTORNO ALLA RICHIESTA DI SFIDUCIA CHIESTA DA VIVENDI, DOMANI POSSA SCHIERARSI LA MAGGIORANZA DEL CDA

E SE DOPO ANNI DI SCONTRI FOSSERO PROPRIO CALTAGIRONE E DEL VECCHIO A PORTARE GENERALI NELLE BRACCIA DI AXA O DELLA ZURICH GUIDATA DA MARIO GRECO? UN ARTICOLO DEL ‘’FOGLIO’’ CITA I PIANI DEI DUE ARZILLI VECCHIETTI: AUMENTARE IL VALORE DEL TITOLO GENERALI DEL 50% (COME NON VIENE DETTO) PER FARE UNA FUSIONE E PORTARSI A CASA UNA LAUTA PLUSVALENZA - PER ORA LA BATTAGLIA DEL LEONE RESTA DI PROFILO GIURIDICO: PRESENTATO IN SENATO UN DISEGNO DI LEGGE PER RIDISEGNARE LA GOVERNANCE DELLE GRANDI SOCIETÀ ITALIANE…

"LA SCALATA DI KKR A TIM? UNA FICTION DI FANTA-ECONOMIA" - "DOMANI" SMONTA LA STROMBAZZATA OPERAZIONE DEL FONDO USA CHE E' SOLO UN "INTERESSE NON VINCOLANTE" PER IL LANCIO DI UN'OPA A UN PREZZO "MERAMENTE INDICATIVO" - I SILENZI DELLA CONSOB, LA STRANA "DUE DILIGENCE" CHIESTA DA KKR SU UNA SOCIETA' QUOTATA E SU CUI, IN TEORIA, DOVREBBE GIA' ESSERCI MASSIMA TRASPARENZA - L'IPOTESI CHE KKR, DOPO AVER SCALATO TIM, POSSA SCORPORARE LA RETE E CEDERLA ALLO STATO E' ASSURDA: CI VUOLE L'ASSEMBLEA STRAORDINARIA, DOVE LE DELIBERE VANNO APPROVATE DA DUE TERZI DEL CAPITALE PRESENTE IN ASSEMBLEA (E C'E IL NODO VIVENDI)

SE NE VA A 81 ANNI ENNIO DORIS, FONDATORE E PRESIDENTE DI BANCA MEDIOLANUM - PENSIERI, PAROLE, OPERE E MISSIONI DEL PATRON AMICO-SOCIO DEL CAV: “MI SERVIVANO CAPITALI ENORMI, APPROFITTAI DI UN VIAGGIO A GENOVA PER PORTARE MIA MOGLIE A PORTOFINO. SUL PORTICCIOLO VIDI BERLUSCONI CHE PARLAVA CON UN PESCATORE CHE STAVA RIPARANDO LE RETI E...” – “CON SILVIO NON ABBIAMO MAI LITIGATO, È TROPPO BUONO E PER LUI L’AMICIZIA HA UN VALORE ASSOLUTO” – LE SCODELLE DI CAFFELATTE, I SUDOKU E L’AMORE MONOGAMO PER LINA: "'UN PO' TI INVIDIO', MI RIPETE SEMPRE BERLUSCONI. 'HAI TROVATO SUBITO LA..." - BERLUSCONI: "CI HA LASCIATO UN GRANDE UOMO, UN GRANDE PATRIOTA"

LE PUBBLICITÀ CE LE INOCULERANNO QUANDO DORMIREMO – LE MULTINAZIONALI STANNO STUDIANDO LA TECNICA DEL “TARGETED DREAM INCUBATION”, PER INTUDURRE SPOT PUBBLICITARI DURANTE IL SONNO – IL PRIMO ESPERIMENTO È STATO FATTO DURANTE IL “SUPER BOWL”, DOVE LA SOCIETÀ DI BEVANDE “MOLSON COORS” HA CERCATO DI INSERIRE IMMAGINI DELLA BIRRA COORS CONDITE DA VISIONI RILASSANTI, NELLE MENTI DEI SOGNATORI – PER RIUSCIRCI, BISOGNA INTRODURRE MESSAGGI DURANTE LO STATO IPNAGOGICO, UNA FASE DEL PRE SONNO DOVE UN INDIVIDUO È PIÙ VULNERABILE AGLI STIMOLI ESTERNI…

"TELECOM E' UNA DELLE PIÙ PROFANATE GRANDI IMPRESE ITALIANE" - VITO GAMBERALE, STORICO MANAGER DEL GRUPPO: "È STATA PRIVATIZZATA IN MANIERA ANOMALA RISPETTO A ENI E ENEL, DOVE LO STATO IN POSIZIONE DI MINORANZA HA GARANTITO CONTINUITÀ NELLA DIRIGENZA INTERNA E NEI VERTICI AZIENDALI CHE SI SONO AVVICENDATI NEL TEMPO. NEL CASO DI TELECOM FURONO ALLONTANATI I COSIDDETTI "BOIARDI", MA COSÌ SI È APERTA LA STRADA AI VERI BOIA" - DAL 5G ALLA FIBRA OTTICA PERCHÉ TIM È ANCORA STRATEGICO…

IL GIOCO DELL’OPA - KKR PUNTA AL 100% DI TIM CON UNA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE “AMICHEVOLE” NEI CONFRONTI DEL MANAGEMENT E DEL GOVERNO - IL FONDO AMERICANO AVREBBE INTENZIONE DI VALORIZZARE I SINGOLI ASSET (CIOÈ ANDARE DI SCORPORO) E OFFRIRE, NEL GIRO DI QUALCHE ANNO, LA RETE A CDP. SEMPRE CHE L’UE APPROVI. IL PREZZO DELL'OPA A 50,5 CENTESIMI IMPLICA UN PREMIO DEL 46%, MA IL FONDO POTREBBE ESSERE COSTRETTO A SALIRE PER CONVINCERE VIVENDI - PERCHÉ IL CDA IERI NON HA DATO IL VIA LIBERA ALLA DUE DILIGENCE? 

LA GRANDE GUERRA DEL GIORNALISMO - NEL LIBRO "MERCANTI DI VERITÀ" JILL ABRAMSON, PRIMA DONNA A DIRIGERE IL "NEW YORK TIMES", RACCONTA COME STA CAMBIANDO IL BUSINESS DELL'INFORMAZIONE, CON ANEDDOTI SU VENDETTE PERSONALI SUBITE E RICAMBIATE E SCAZZI TRA MASCHI BIANCHI ANZIANI E MONDO GENDER - GIANNI RIOTTA: "LA GENERAZIONE UNDER 40 NON SEMBRA SIMPATICA AD ABRAMSON, LA TROVA TROPPO POLITICAMENTE CORRETTA, POCO ESPERTA, A CACCIA DI CLICK SU CULTURA E COMUNITÀ LGBT. MA A FARE LA DIFFERENZA È…"

DI PRADA IN FIGLIO - PATRIZIO BERTELLI, AD DI PRADA, POTREBBE LASCIARE IL VERTICE DELLA SOCIETÀ AL FIGLIO LORENZO TRA 3 O 4 ANNI. L’INDISCREZIONE GLI È “SCAPPATA” ALL’INVESTOR DAY, SALVO POI MINIMIZZARE “AVENDO 75 ANNI È GIUSTO PENSARE A COSA PUÒ ACCADERE” – MA GIÀ I PRIMI MOVIMENTI IN CASA PRADA CI SONO: MIUCCIA HA TRASFERITO LA NUDA PROPRIETÀ DELLE SUE AZIONI AI FIGLI MENTRE LA SOCIETÀ PUNTA AI 4.5 MILIARDI DI RICAVI NEL MEDIO TERMINE E AD ACQUISIZIONI MIRATE PER…