politica

SESSO DAVANTI ALLA STAZIONE DI MILANO

QUESTO TIZIO E' SERGIO BATTELLI. È STATO CONFERMATO PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AFFARI EUROPEI DELLA CAMERA, CHE NEI PROSSIMI MESI GESTIRÀ PARTITE DI ENORME COMPLESSITA' IN VISTA DEI MILIARDI IN ARRIVO DALL’EUROPA, CHE E' DECISIVA PER IL NOSTRO FUTURO. IL SUO TITOLO DI STUDIO E' LA TERZA MEDIA E LE SUE ESPERIENZE PROFESSIONALI SONO A 5 STELLE: 10 ANNI DA COMMESSO IN UN NEGOZIO DI ANIMALI IN QUEL DI VARAZZE E CHITARRISTA DI UNA BAND ROCK LIGURE (VIDEO). FINE DELLA BREVE STORIA TRISTE

“L’AUMENTO DELL’OMOSESSUALITÀ NEI GIOVANI POTREBBE ESSERE CAUSATO DEI VACCINI” – IL FOLLE INTERVENTO DI MASSIMILIANO QUARESIMA DURANTE IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO XII A ROMA, IN CUI FRULLA INSIEME OGNI TEORIA DEL COMPLOTTO, DA BIBBIANO AL VATICANO, DA TRUMP ALLE “CELLULE DI FETI ABORTITI INSERITE NEI VACCINI” – EX 5 STELLE (AVEVATE DUBBI?), ORA È PASSATO AL GRUPPO MISTO E OVVIAMENTE  È CONTRARIO ANCHE AL 5G – UN ALTRO CONSIGLIERE: “SPERIAMO NON CI SIA LO STREAMING”. LO STREAMING NO, MA L’AUDIO REGISTRATO SÌ...

COME SI SALVA SALVINI? BECCHI: ''BASTA PUNTARE SOLO SUL VECCHIO TEMA DELL'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, CONTE HA FIUTATO IL PERICOLO E SE N'È GIÀ IMPOSSESSATO. SALVINI SE VUOLE PUÒ CAMBIARE LOOK E DIVENTARE IL DIFENSORE DELLA DEMOCRAZIA VIOLATA DA QUESTO GOVERNO CHE SI FONDA SULLA PAURA, SUL TERRORE SANITARIO E SULL'ADDOMESTICAMENTO DEI CITTADINI. DOVREBBE TOGLIERSI DI DOSSO L’IMMAGINE DEL POLIZIOTTO TRUCE E DEL LEADER DI UNA DESTRA XENOFOBA E PRESENTARSI COME IL DIFENSORE DELLE LIBERTÀ FONDAMENTALI

UN PAESE ALL'AMMAZZACAFFE' - SI TRATTA FINO A NOTTE FONDA SUL DECRETO AGOSTO, IN BILICO IL CRITICATO BONUS AI RISTORANTI - INTESA SUL BLOCCO DEI LICENZIAMENTI FINO A METÀ NOVEMBRE, POI SARÀ CONSENTITO MANDARE VIA DIPENDENTI A CHI NON USA I FONDI PER LA CASSA INTEGRAZIONE O DECONTRIBUZIONE - INCENTIVO SUI CONTRIBUTI A CHI ASSUME AL SUD - PASSANO I CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE ATTIVITÀ DEI CENTRI STORICI (CIRCA 400 MILIONI) E IL BONUS SU CHI PAGA LA CENA CON CARTA O BANCOMAT, DA DICEMBRE

L'ESTATE CALDA DELLA POLITICA PAPARAZZATA (PER MODO DI DIRE) - DAL FINTO RUBATO DI CONTE AL CIRCEO A CASALINO CHE SI FA VEDERE IN GIRO CON GABRIELE ROSSI PER DIRE AL MONDO CHE HA SCARICATO IL FIDANZATO CUBANO E LUDOPATICO - NON MANCA LA BOSCHI SEMPRE AVVINGHIATA AL SUO GIULIETTO BERRUTI. POI C'È CRISTINA PARODI CHE DA CATTELAN DICEVA ''VACANZE MICA TANTO, QUEST'ANNO BISOGNA LAVORARE, COMUNQUE È IL CASO DI STARE DI PIÙ IN ITALIA'' E POI È VOLATA A FORMENTERA (MA IL MARITO, SINDACO DELLA DEVASTATA BERGAMO, L'HA RAGGIUNTA SOLO ORA IN SARDEGNA)

RIMPASTARE TUTTO PER RIDIMENSIONARE L'AVVOCATO DI PADRE PIO (TUTTO) - SIA IL PD CHE IL M5S VOGLIONO RIMESCOLARE I MINISTRI (MA DOPO LE REGIONALI, SALTERA' TUTTO IN CASO DI SCONFITTA DEL PD IN PUGLIA E TOSCANA) - PER EVITARE I SUOI GUAI GIUDIZIARI ZINGA MIRA AL VIMINALE MA NEGA (ORLANDO PER LA SEGRETERIA) - IN PISTA PER UN MINISTERO GUERINI, DELRIO, BOSCHI. PER M5S APPENDINO, BUFFAGNI, LAURA CASTELLI, CANCELLIERI) - IN BILICO SPADAFORA (DI MAIO), AZZOLINA E CATALFO (FICO), E LA PIDDINA DE MICHELIS -  CONTRO L'ASSE PD-CONTE, SI INTENSIFICANO I CONTATTI TRA RENZI E DI MAIO (CHE SOGNA DI ANDARE AL VIMINALE) 

"QUELLI NON LI VOGLIO, VINCO LO STESSO ANCHE DA SOLO"– IL GOVERNATORE DEL VENETO IN ODORE DI PLEBISCITO INIZIA LA COTTURA LENTA DEL "CAPITONE" SALVINI: HA DI FATTO ESCLUSO LA LISTA DI FRATELLI D’ITALIA INVITANDO TUTTI GLI ALLEATI A FIRMARE UN DOCUMENTO SULL’AUTONOMIA. OVVIAMENTE LA MELONI NON L'HA FATTO E ZAIA SI È ARRABBIATO CON SALVINI – MATTEO ORMAI È SEMPRE PIÙ SOLO E ISOLATO, STRETTO TRA L'ASCESA DI GIORGIA, IL "DOGE" E GIORGETTI. L’UNICA PARTITA IN CUI HA LA PALLA IN MANO È LA TOSCANA…

‘’IL DIVIETO DI LICENZIARE È INCOSTITUZIONALE’’ - TITO BOERI: “QUANDO È PROTRATTO OLTRE LA STRETTA EMERGENZA ALLONTANA IL RITORNO ALLA NORMALITÀ. MA È FORSE È PROPRIO QUESTO CHE SI VUOLE: TENERE VIVA L'EMERGENZA PER IMPORRE "UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO" (SAREMO GRATI A MAURIZIO LANDINI COSA INTENDE) CHE SUONA COME LA CONDANNA DI CHI OGGI VORREBBE ENTRARE NEL MERCATO DEL LAVORO - BENE INVECE IMPORRE IL DIVIETO DI LICENZIAMENTO ALLE SOLE IMPRESE CHE FRUISCONO GRATUITAMENTE DELLA CASSA INTEGRAZIONE”

UN PAESE DA LICENZIARE - I SINDACATI MINACCIANO LO SCIOPERO GENERALE SE IL BLOCCO DEI LICENZIAMENTI NON SARÀ ESTESO PER TUTTO IL 2020 - L'ALLUNGAMENTO POTREBBE ARRIVARE SOLO PER LE AZIENDE CHE UTILIZZERANNO LA CASSA INTEGRAZIONE. PER TUTTE LE ALTRE IL PROVVEDIMENTO, FINORA PREVISTO FINO AL 17 AGOSTO, POVREBBE SCADERE INVECE A METÀ OTTOBRE - NANNICINI: C'È UNA PENTOLA A PRESSIONE CHE POI SCOPPIERÀ. RISCHIAMO DI CREARE UNA BOMBA SOCIALE NEL 2021, QUANDO NON CI SARANNO PIÙ SOLDI DA SPENDERE…”

ZINGA È RIUSCITO A FARSI INFINOCCHIARE PURE DAI 5STELLE – FOLLI: “IL PD AVEVA DATO IL VIA LIBERA AL TAGLIO DI 230 DEPUTATI E 115 SENATORI PENSANDO DI OTTENERE IN CAMBIO DAI GRILLINI UN SISTEMA PROPORZIONALE. MA NON SE NE È FATTO NIENTE. E ORA SI SONO RESI CONTO CHE IL 21 SETTEMBRE SARÀ IL M5S A DICHIARARSI VINCITORE - NON PERCHÉ NON SI POSSA RIDURRE IL NUMERO DEI PARLAMENTARI, MA PER LA BUONA RAGIONE CHE L'AMPUTAZIONE È FATTA PER MOTIVI DEMAGOGICI - PER DARE UNA LEZIONE ALLA "CASTA" - E SENZA CONSIDERARE LE CONSEGUENZE CHE NE DERIVANO”

MAL DI PANZA A 5 STELLE – TUTTI CONTRO TUTTI ALLA RIUNIONE DEI DEPUTATI E SENATORI DEL M5S: LA QUESTIONE SPADAFORA È LA PUNTA DELL’ICEBERG SU CUI STA PUNTANDO DRITTO LA NAVE DEL MOVIMENTO – LA DELUSIONE PER LE PRESIDENZE DI COMMISSIONE, LE TROPPE CORRENTI, I GIOVANI CHE SCALPITANO PER AVERE PIÙ VISIBILITÀ E IL CASINO DELLE RENDICONTAZIONI, CON LE MAIL AI MOROSI, TRA CUI PAOLA TAVERNA, CHE DA 7 MESI NON FA UNA RESTITUZIONE. NEL BORDELLO IL PARTITO È RETTO DA CRIMI. ANCORA PER QUANTO?

SPADAFORA, MALAGÒ DENTRO - GIRA CHE TI RIGIRA, I MAL DI PANCIA GRILLINI SONO CONCENTRATI TUTTI LÌ: SULLA RICONFERMA DI MALAGÒ ALLA PRESIDENZA DEL CONI, CON UN TERZO MANDATO CHE PORTEREBBE A 12 GLI ANNI IN QUEL RUOLO, CON LA POSSIBILITÀ DI GESTIRE NON SOLO LE PROSSIME OLIMPIADI DI TOKYO MA ANCHE E SOPRATTUTTO LE OLIMPIADI INVERNALI IN PROGRAMMA TRA MILANO E CORTINA NEL 2026, CON LE OVVIE RICADUTE IN TERMINI DI CONTRATTI, SPONSORIZZAZIONI E APPALTI - NOMI E COGNOMI DELLA LOBBY CHE SI È MOSSA PER FAR AVERE UN NUOVO MANDATO A MALAGÒ: GIUSEPPE PIERRO, ANDREA MANCINO, ALESSANDRO PAJNO, FRANCO FRATTINI, PAOLA BALDUCCI, LORENZO CASINI….

PERCHÉ CONTE SI DÀ I PIENI POTERI SULLE CARRIERE DEI NOSTRI 007 – CON IL PRETESTO DI ACCONTENTARE IL PD, SANANDO UN PROBLEMA NON DA POCO CHE SI È FORMATO ALL'AISI GUIDATO DA MARIO PARENTE, CONTE HA LA POSSIBILITÀ DI PROLUNGARE IL SUO FEDELISSIMO CAPO DEL DIS, GENNARO VECCHIONE, IN SCADENZA IL PROSSIMO NOVEMBRE,– LE TRAME DI CONTE/VECCHIONE PER NOMINARE MARCO MANCINI VICE DI CARAVELLI ALL’AISE STOPPATE, PER ORA, DA MATTARELLA – LA CACCIATA DI CARTA DALL’AISE PER IL SUO ATTEGGIAMENTO SULLO SCANDALO MIFSUD/LINK - LA CARTA DI DI MAIO SI CHIAMA AGOVINO

CONI GELATO – DI FRONTE ALLE DIMISSIONI MINACCIATE DA SPADAFORA, CONTE HA FATTO L’UNICA COSA CHE SA FARE: CHIAMARSI FUORI E RINVIARE TUTTO A DATA DA DESTINARSI – I GRILLINI SONO INVIPERITI CON IL MINISTRO DELLO SPORT PER ESSERSI FATTO INFINOCCHIARE DA MALAGÒ, DA ITALIA VIVA E DAL PD - LA CONVINZIONE DEL FRONTE “PROGRESSISTA” DEL MOVIMENTO È CHE LO SCONTRO SIA SOLO POLITICO, E CHE DIETRO CI SIA LA MANO DI DIBBA PER FARE ALTRA CACIARA - ORMAI NEL PARTITO È TUTTI CONTRO TUTTI

POVERO DI MAIO, GLI MANCAVA SOLO UN NUOVO ‘DIBBA’ (E PURE DI SINISTRA!) - LUIGINO IN QUESTI GIORNI È OSSESSIONATO DA RICCARDO RICCIARDI, IL DEPUTATO (CORRENTE FICO) CHE A MAGGIO FECE CASINO ALLA CAMERA ACCUSANDO IL “MODELLO LOMBARDIA” - AMBIENTALISTA, GIUSTIZIALISTA, AMMIRATORE DEI BLACK BLOCK, È MOLTO VICINO A CONTE, FAVOREVOLE AL PD E SULLA GESTIONE MIGRANTI LA PENSA ALL’OPPOSTO DEL DI MAIO IN GRISAGLIA, CHE IN QUESTO MOMENTO STA RADUNANDO L’ESERCITO PER TORNARE A FARE IL CAPO DEL PARTITO (SBARAZZANDOSI DI CASALEGGIO)

SFOGLI IL “FATTO” E TROVI UN SILURO A DI MAIO, STAVOLTA INFILATO NELLA RUBRICA DELLE LETTERE - “È PREOCCUPANTE L'ADESIONE AL MEETING DI RIMINI DI LUIGI DI MAIO, CAPO POLITICO DE FACTO DI UNA FORZA CHE HA SEMPRE OSTEGGIATO COMUNIONE E LIBERAZIONE. QUESTA ASSOCIAZIONE VIENE LEGITTIMATA, SUPERANDO QUELL'IMPASSE A CUI ERA STATA COSTRETTA IN QUESTI ANNI. DI MAIO SVOLGE LA PARTE DELL'UTILE PEDINA PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLO SCOPO. A MENO CHE IL SUDDETTO ELEMENTO ABBIA ALTRE AMBIZIONI…”

COME SI SALVA SALVINI? - ACCERCHIATO DALLA MELONI, DAL DISASTRO DI FONTANA E DAL SUCCESSO DI ZAIA, IL SUO DESTINO E' APPESO ALLE REGIONALI E AI PM - AD AGOSTO IL TRUCE PERDE LA BROCCA, E QUEST'ANNO NON SI SMENTISCE: PRIMA È L'IDOLO DEI ''NO MASK'' POI CONSIGLIA AI RAGAZZINI DI METTERLA SEMPRE, PRIMA GODE PER I SONDAGGI DELLA CECCARDI IN TOSCANA POI SOFFRE PER QUELLI DELL'ODIATA MELONI - ALLA FESTA DELLA LEGA A CERVIA SI PARLA APERTAMENTE DI SCISSIONE - DOPO LE REGIONALI, IL CAPITONE RIUSCIRÀ A TENERSI IL PARTITO A DUE CONDIZIONI…

A CHE PUNTO E' LA NOTTE - PER DI MAIO IL PROBLEMA SI CHIAMA CONTE E IL SUO ATTEGGIAMENTO NEI CONFRONTI DEL MOVIMENTO: SI COMPORTA COME SE NON FOSSE QUEL 33% DI CONSENSI AD AVERGLI GARANTITO (PER DUE VOLTE) LA POLTRONA DI PALAZZO CHIGI - NON SOLO: CONTE INCIUCIA CON ZINGARETTI-BETTINI PER CONTINUARE A FARE COME CAZZO GLI PARE (VEDI LA RIFORMA DEI SERVIZI). MA LA VOLPE CON LA POCHETTE RISCHIA PESANTE SE EMILIANO PERDE IN PUGLIA: POTREBBE PERDERE IL SUO "SERVO DI SCENA" ZINGA SOTTO I COLPI DI FRANCESCHINI ED EX RENZIANI - CON L'AIUTO DI GRILLO, DI MAIO LAVORA PER RIPRENDERSI LA LEADERSHIP. MA HA CONTRO CASALEGGIO, TAVERNA E LOMBARDI...