politica

DANZE SCATENATE AL COMPLEANNO DI BELEN

COM’È DEMOCRATICO XI JINPING - MENTRE ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELL’ONU IL PRESIDENTE CINESE FA FINTA DI ESSERE UN MODERATO E RISPONDE A TRUMP ERGENDOSI A PALADINO DEL DIALOGO E CHIEDENDO UNITÀ GLOBALE CONTRO LA PANDEMIA, NEL SUO PAESE È STATO ARRESTATO E CONDANNATO A 18 ANNI DI CARCERE IL MILIARDARIO REN ZHIQIANG. LA SUA COLPA? AVER DEFINITO CLOWN IL DITTATORE COMUNISTA - “NON VOGLIAMO GUERRE FREDDE NÉ CALDE CON NESSUN PAESE”. GIUSTO, VOGLIONO SOLO CONQUISTARE IL MONDO A SUON DI VIE DELLA SETA E DUMPING…

TRUMP ATTACK: “LA CINA HA INFETTATO IL MONDO, DOBBIAMO RITENERLI RESPONSABILI DI AVER SCATENATO QUESTA PIAGA NEL MONDO” – L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE AMERICANO ALL’ONU: “NEI PRIMI GIORNI DEL VIRUS, LA CINA BLOCCÒ I VOLI INTERNI, MENTRE PERMETTEVA AI VOLI DI LASCIARE IL PAESE E INFETTARE IL MONDO” - “IL GOVERNO CINESE E L’OMS CHE È VIRTUALMENTE CONTROLLATA DALLA CINA DICHIARARONO IN MODO FALSO CHE VI ERANO PROVE DELLA TRASMISSIONE DA UOMO A UOMO. IN SEGUITO…” – VIDEO

SIC TRANSIT GLORIA MATTEO - SALVINI INCARTATO DA “IL GIORNALE” E GETTATO NEL CASSONETTO DEI RIFIUTI – “UNA SCONFITTA CHE NE VALE QUATTRO PERCHÉ PONE IL TEMA DELLA LEADERSHIP DEL CENTRODESTRA, OLTRE A FAR BRILLARE L'“ALTRA LEGA” DI LUCA ZAIA, EUROPEISTA E ANTI-POPULISTA - SENZA ESPORSI TROPPO, HA POI SOSTENUTO IL “SÌ" AL REFERENDUM CHE RESUSCITA LA LEADERSHIP TRABALLANTE DI LUIGI DI MAIO E BLINDA L'ODIATO CONTE SULLA POLTRONA DI PALAZZO CHIGI’’. PEGGIO DI COSI'...

FINALMENTE UN GRILLINO DICE LA VERITÀ: IL MOVIMENTO 5 STELLE HA PERSO LE ELEZIONI! – L’EX SOCIO DI ROUSSEAU E ATTUALE CAPO STAFF DELLA RAGGI MAX BUGANI: “UN MOVIMENTO CHE IN DUE ANNI HA PERSO PRATICAMENTE 8 MILIONI DI VOTI NON HA NESSUN MOTIVO PER ESULTARE OGGI. VEDERE I SELFINI GAUDENTI MENTRE I NOSTRI CANDIDATI DI QUESTE REGIONALI SONO STATI MANDATI ALLA CARNEFICINA MI DISPIACE E MI ADDOLORA” – L'ATTACCO A DI MAIO (MAI CITATO): “GRAVI RESPONSABILITÀ IN CAPO A CHI NON HA MAI VOLUTO AVVIARE UN MOMENTO DI RIFLESSIONE INTERNA. SE SI CONTINUA COSÌ…”

ELEZIONI REGIONALI, VINCITORI E VINTI - CONTE RESTA FINO AL 2023, MA ORA DIPENDE DA ZINGARETTI E DI MAIO - M5S È SGONFIATO, RIDOTTO A UN PARTITO FRA IL 7 E IL 10%. SE SI VA ALLE ELEZIONI ANTICIPATE, I GRILLINI QUASI SPARISCONO - IL TRIONFO DI ZAIA E DE LUCA CONFERMA CHE GLI ITALIANI VOGLIONO LA BUONA AMMINISTRAZIONE (O ALMENO LA SUA PARVENZA) - IL 30% DI NO, MICA POCO - GIANI ED EMILIANO HANNO VINTO CON OTTO PUNTI DI DISTACCO, I SONDAGGI LI DAVANO TESTA A TESTA CON GLI AVVERSARI: CON QUESTO MARGINE D’ERRORE FARE UN SONDAGGIO È ALLA PORTATA DI TUTTI

QUANTO CI COSTERA' L'INUTILE ''VACCINO ITALIANO’’ DELLO SPALLANZANI E REITHERA? - MENTRE GIÀ OTTO AZIENDE FARMACEUTICHE NEL MONDO S'AVVICINANO AL TRAGUARDO, LA REGIONE LAZIO GUIDATA DALL’ASSESSORE DI ZINGARETTI, ALESSIO D’AMATO, HA EROGATO (PER ORA) CINQUE MILIONI (PIU' ALTRI TRE DAL MINISTERO DELLA RICERCA) PER REALIZZARE IL VACCINO “ITALIANO” DA TESTARE ALLO SPALLANZANI, OSPEDALE CHE E' PRIVO DI RICERCA CLINICA - POI SI SCOPRE CHE REITHERA È DI PROPRIETÀ DELLA KEIRES GA, SOCIETÀ ANONIMA SVIZZERA...

DI MAIO, VITTORIA DI PIRRO: IL MOVIMENTO CROLLA OVUNQUE – LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DI CHI HA VOTATO SÌ AL REFERENDUM SI È DIMENTICATO DI VOTARE CINQUESTELLE ALLE REGIONALI – MA, SOTTO SOTTO, GIGGINO HA DUE MOTIVI PER GODERE: IL FLOP IN LIGURIA, DOVE IL DUPLEX CONTE-TRAVAGLIO AVEVA IMPOSTO FERRUCCIO SANSA A ZINGA, E DELLA SCONFITTA DEL GRUPPO DEI PURI&DURI, DA BARBARA LEZZI A DI BATTISTA, CHE SI È RIUNITO INTORNO ALLA CANDIDATA PUGLIESE ANTONELLA LARICCHIA. RIENTRATO ALL’OVILE CASALEGGIO, SUBITO GLI STATI GENERALI PER IL RITORNO ALLA LEADERSHIP DI DI MAIO: GRILLO LO VUOLE

IN PUGLIA VOLANO GLI STRACCI NEL CENTRODESTRA – DAL QUARTIER GENERALE DI FITTO: “SIAMO STATI TRADITI DALLA LEGA”, NEI SUOI COMIZI, SALVINI HA SEMPRE ACCURATAMENTE EVITATO DI NOMINARE IL CANDIDATO, ARRUOLATO E IMPOSTO DA GIORGIA MELONI – AL NAZARENO DEFINIVANO LA CAMPAGNA ELETTORALE DI EMILIANO DI “STAMPO SUDAMERICANO”, IERI LA PRIMA TELEFONATA È ARRIVATA DA ZINGARETTI – MICHELONE SCATENATO: "RENZI? CHI? NON MI INTERESSA. I 5 STELLE HANNO SOSTENUTO CHE IO E FITTO FOSSIMO SULLO STESSO PIANO. ASSURDO”

SI SALVINI CHI PUO’ – IL TRIONFO DI ZAIA IN VENETO CON LA LISTA DEL GOVERNATORE CHE SURCLASSA QUELLA LEGHISTA FA SCATTARE IL PROCESSO NEI CONFRONTI DEL "CAPITONE" – IL LEADER LEGHISTA MASTICA AMARO SUL DERBY PERSO CON IL DOGE VENETO: "VORREI SEMPRE PERDERE PRENDENDO IL 60%...” - DALLA MINORANZA DEL CARROCCIO PARTONO I PRIMI SILURI: “LO SBARCO DELLA LEGA AL SUD È FINITO, SEMMAI SIA COMINCIATO. IL TOCCO MAGICO DI SALVINI È DEFINITIVAMENTE FINITO. NON È PIÙ IL RE MIDA DELLA POLITICA ITALIANA”

CHE FARÀ ORA ZINGARETTI? – SE LE REGIONALI FINISSERO DAVVERO, COME SEMBRA, 3 A 3, “ER SAPONETTA” PUÒ TIRARE UN SOSPIRONE DI SOLLIEVO E INIZIARE A PRETENDERE QUALCOSA DAI GRILLINI, A CUI FINORA IL PD HA PERMESSO DI TUTTO – CHIEDERÀ UN PASSO VERSO IL MES? E I DECRETI SICUREZZA? VORRÀ UN RIMPASTO PER RIEQUILIBRARE LA MAGGIORANZA? LA VITTORIA DEL SÌ AL REFERENDUM È UN’ASSICURAZIONE PER LA VITA DELLA LEGISLATURA. I PARLAMENTARI RIMARRANNO INCHIODATI ALLA POLTRONA PER NON PERDERE IL POSTO E LE CAMERE NON POTRANNO ESSERE SCIOLTE SENZA UNA NUOVA LEGGE ELETTORALE

“ERAVAMO IN DISACCORDO MA ESPELLERLA DAL PARTITO FU UN ERRORE” – EMANUELE MACALUSO SU ROSSANA ROSSANDA: "IL LORO FU UN ATTO DI FORTE INDISCIPLINA. DOPO LA NASCITA DE 'IL MANIFESTO' VOLEVO RICOMPORRE LO STRAPPO CON BERLINGUER, ERO CERTO CHE FOSSE POSSIBILE RICREARE UN DIALOGO MA…LE BR NELL’ALBUM DI FAMIGLIA DELLA SINISTRA? IL PCI NON HA MAI AVUTO RAPPORTI CON IL TERRORISMO E QUANDO LEI AFFERMÒ QUESTA PRESUNTA CONTIGUITÀ, SALTAI SULLA SEDIA. ERA UN'IMMAGINE RISPETTABILE MA SBAGLIATA”

SCENARI DEL POST VOTO / 2 - IN CASO DI TRACOLLO ALLE REGIONALI, LA PRIMA MOSSA SPETTERÀ A CONTE CHE DOVRÀ VALUTARE L’IPOTESI DI DIMISSIONI VISTO CHE MATTARELLA VUOLE EVITARE UNA CRISI DI GOVERNO ORA - IN CASO DI CAPPOTTO PER IL CENTRODESTRA, IL QUIRINALE POTREBBE ANCHE (SEGUENDO LA TEORIA DEL COSTITUZIONALISTA COSTANTINO MORTATI) SCIOGLIERE LE CAMERE. MA SAREBBE IL PRIMO CASO NELLA STORIA D’ITALIA - E CONTE POTREBBE ADDIRITTURA SOLLEVARE UN CONFLITTO DI ATTRIBUZIONE DAVANTI ALLA CORTE COSTITUZIONALE…

TRAVAGLIO SCOMUNICA DI BATTISTA – IL CHE GUEVARA DI ROMA NORD “LAVORA PER SALVINI E/O PER DRAGHI. MAGARI A SUA INSAPUTA, CHE È PURE PEGGIO’’. È LA TOSTA REPLICA A DIBBA CHE HA OSATO PARAGONARE A "UN CESSO PUBBLICO" IL SUO INVITO AI 5STELLE TOSCANI E PUGLIESI DI "TURARSI IL NASO E VOTARE DISGIUNTO" – L’IDEOLOGO DI CONTE AGGIUNGE: ‘’QUALCUNO DOVREBBE SPIEGARE AL COMPAGNO DIBBA, CHE SIAMO NEL 2020, NON NEL 2009 QUANDO I 5STELLE NACQUERO IN PIAZZA CONTRO TUTTO E CONTRO TUTTI. LA POLITICA È CAMBIATA, IN ITALIA E IN EUROPA, ANCHE GRAZIE A LORO’’

PRENDI QUESTA ROGNA, ZINGA! “ER SAPONETTA” ZINGARETTI SI GIOCA TUTTO NELLA TOSCANA CHE NON HA PERDONATO ALLA SINISTRA GLI SCANDALI ETRURIA E MPS: DOPO AVER PUNTATO TUTTO SULL'ALLEANZA STRATEGICA CON I PENTASTELLATI, NON È RIUSCITO A CHIUDERE UN SOLO ACCORDO CON GLI ALLEATI NELLE REGIONI IN BILICO. L’UNICA SALVEZZA È IL VOTO DISGIUNTO CHE GLI APRIREBBE L’INGRESSO AL GOVERNO – IN CASO CONTRARIO BONACCINI È PRONTO A RIPORTARE BERSANI E RENZI NEL PARTITO E A SFIDARE I GRILLINI – ALL’OPPOSIZIONE SALVINI HA IMPARATO LA LEZIONE: HA FATTO UN PASSO INDIETRO E HA SCELTO LA MODERATA CECCARDI…

DE MICHELI, IL FALLIMENTO È IL MIO MESTIERE - NELLE MARCHE PROMETTE SOLDI E RACCOGLIE FISCHI: I TERREMOTATI NON LE PERDONANO NULLA - A ROMA, TRA I NOMI DI UN POSSIBILE RIMPASTO, OLTRE AI GRILLINI INETTI E CIUCCI, BRILLA LA MINISTRA DELLE INFRASTRUTTURE – LA POVERINA È ACCUSATA DI ESSERE SUCCUBE DEL SUO CAPO DI GABINETTO ALBERTO STANCANELLI E DEL SUO “ADVISOR”, L’IMMARCESCIBILE MAURO MORETTI. QUESTI TRE CERVELLONI, AD ESEMPIO, NON SONO RIUSCITI A CHIUDERE LA PARTITA DI AUTOSTRADE

NO, NON CADE. MA SE CADE, VIENE GIÙ CONTE E TRASCINA CON SÉ UN PEZZO DI STATO CHE GLI HA GIURATO FEDELTA': BUROCRATI, ACCADEMICI, FUNZIONARI, DIPLOMATICI, MILITARI E BOIARDI - LO SCALTRO DOMENICO ARCURI È STATO IL PRIMO BOIARDO A INTERLOQUIRE CON CONTE E ORA IL SUO OBIETTIVO È AGGUANTARE CASSA DEPOSITI E PRESTITI LA PROSSIMA PRIMAVERA - ALL’ORIGINE DEL “PARTITO DI CONTE”, C’È LA POLPETTA AVVELENATA APPARECCHIATA LO SCORSO ANNO DA CASALINO CHE APRÌ UNA CREPA INSANABILE TRA IL PREMIER E DI MAIO

LILIANA SEGRE VOTA NO E NON PARLERÀ PIÙ DELLA SUA ESPERIENZA NEL LAGER: ''NON POTETE CAPIRE QUANTO SIA COSTATO AI POCHI SOPRAVVISSUTI INIZIARE A RACCONTARE E POI RIEVOCARE ANCORA E ANCORA QUEL PASSATO. UN LOGORAMENTO PSICHICO. DA UN LATO C’È NEL TESTIMONE LA NECESSITÀ LIBERATORIA DEL DOVERE COMPIUTO, MA DALL’ALTRO IL RISCHIO DELLO SDOPPIAMENTO. LA LILIANA DI OGGI, OGNI VOLTA RICORDANDO I FATTI GUARDA CON PENA INFINITA LA LILIANA DI ALLORA, COME UNA NONNA GUARDA UNA NIPOTINA CARA, E LA OBBLIGA A RIPIOMBARE IN QUELL’ORRORE, REPRIMENDO COME FACEVA ALLORA L’URLO CHE LE COVA DENTRO. MA A 90 ANNI DEVO…''

ECCO LA STRATEGIA DI CONTE PER ARRIVARE FINO ALLA FINE DELLA LEGISLATURA – IL PREMIER CHIEDE DI ESSERE MANDATO A CASA SE FALLIRÀ COL RECOVERY FUND PERCHÉ COSÌ POTRÀ TIRARE ALMENO FINO AD APRILE 2021 QUANDO SCADRÀ LA FINESTRA TEMPORALE CHE IL GOVERNO ITALIANO SI È DATO PER PRESENTARE I PIANI DETTAGLIATI DI RILANCIO DEL PAESE A BRUXELLES. MA I PRIMI FONDI EUROPEI DOVREBBERO ARRIVARE ALL'ITALIA A PARTIRE DA GIUGNO DELL'ANNO PROSSIMO MENTRE DAI PRIMI DI AGOSTO SCATTERÀ IL SEMESTRE BIANCO, MOMENTO A PARTIRE DAL QUALE IL CAPO DELLO STATO NON POTRÀ PIÙ…

LA TRAGEDIA DI WILLY – LA STORICA MIRELLA SERRI: “LA VIOLENZA COME ESEMPIO "DIDATTICO" NON NASCE CON "GOMORRA", MA AFFONDA LE RADICI NELLA NOSTRA STORIA. QUANDO BOTTAI GUIDÒ LA COLONNA DEI FASCISTI MARSICANI A ROMA, IL 28 OTTOBRE 1922, FU MESSO IN GUARDIA: ERA MEGLIO NON PASSARE PER IL QUARTIERE COMUNISTA DI SAN LORENZO. DI FRONTE AGLI SPARI PROVENIENTI DA ALCUNI STABILI, IL FUTURO GERARCA RISPOSE A SCHIOPPETTATE. VENNERO UCCISI 13 COMUNISTI, ALCUNI DEI QUALI, ESEMPLARMENTE, FURONO BUTTATI GIÙ DALLE FINESTRE. QUESTO SCONTRO FU VOLUTO DA BOTTAI COME UN MONITO PEDAGOGICO: DOVEVA VALERE SIA PER I SUOI GIOVANI ACCOLITI SIA PER L'ITALIA INTERA’’