politica

VIDEO INCIDENTE SULLA A1

CHE FINE HANNO FATTO I SOSTEGNI PER LE IMPRESE? BONIFICI IN RITARDO. PREVISTI PER IL 16 GIUGNO, SONO ANCORA BLOCCATI - C’ERA DA ASPETTARSELO: LA MACCHINA BUROCRATICA ITALIANA NON È ABITUATA A QUESTI CARICHI DI LAVORO. ERA GIÀ SUCCESSO CON L’EROGAZIONE DELLA CASSA INTEGRAZIONE COVID DA PARTE DELL’INPS E SI STA RIPETENDO CON I BONIFICI DEI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO DEL SOSTEGNI BIS – CONFESERCENTI SULLE BARRICATE: “È URGENTE FARE CHIAREZZA SULLE CAUSE DEL MANCATO ARRIVO PER PROCEDERE POI ALLA…”

ITSART? IT’S A FLOP! - LA NETFLIX DI FRANCESCHINI FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI. LA PIATTAFORMA HA DEBUTTATO A INIZIO GIUGNO CON UN CATALOGO MOLTO SCARSO E PREZZI TROPPO ALTI, PER FILM CHE SI POSSANO TROVARE GRATUITAMENTE ANCHE SU YOUTUBE - DIETRO IL PROGETTO DEL RINNOVO DI CINECITTÀ (DOVE OGGI ARRIVA LA VON DER LEYEN CON LA PAGELLA DEL RECOVERY PLAN) SU-DARIO COLTIVA UN DISEGNO CHE HA COME PUNTO DI CADUTA IL QUIRINALE. NON E’ UN CASO CHE TRA I MEMBRI DEL CDA DEGLI STUDIOS SPICCHI IL NOME DI BETTINI, A CUI PERO’ ULTIMAMENTE NON GLIENE STA ANDANDO BENE UNA…

ANCHE I DEMOCRATICI VOGLIONO UNO SCERIFFO PER GOVERNARE IL FAR WEST DI NEW YORK - OGGI CI SONO LE PRIMARIE PER SCEGLIERE IL SUCCESSORE DI BILL DE BLASIO COME SINDACO DELLA GRANDE MELA E IN TESTA AI SONDAGGI IL MODERATO ERIC ADAMS, PER 22 ANNI IN POLIZIA. IN QUANTO AFROAMERICANO NESSUNO PUÒ URLARE AL RAZZISMO SE I SUOI AGENTI TORNANO A MENARE – DE BLASIO, OSTAGGIO DELLA SINISTRA RADICALE E DEL “BLACK LIVES MATTER”, HA DISARMATO LA POLIZIA. RISULTATO? DA INIZIO ANNO LE SPARATORIE SONO AUMENTATE DEL 64% E GLI OMICIDI DEL 13%

HA CREATO IL MOVIMENTO, GLI HA DATO IL SUO NOME, LO HA PORTATO AL GOVERNO: MA BEPPE GRILLO E' ANCORA L'UOMO GIUSTO PER IL M5S? - MASSIMO FRANCO: "CHE LA SUA LEADERSHIP SIA APPANNATA È INDUBBIO; CHE LE VICENDE GIUDIZIARIE DEL FIGLIO LO ABBIANO RESO VULNERABILE E MENO LUCIDO È ALTRETTANTO EVIDENTE. LA DOMANDA È SE POSSA ESISTERE UN GRILLISMO SENZA E CONTRO GRILLO. È UN INTERROGATIVO A CUI  NESSUNO SA RISPONDERE: PER PRIMI I SUOI SEGUACI TENTATI E INSIEME SPAVENTATI DALLA PROSPETTIVA DI FARE A MENO DI LUI"

DUELLO ALL'ULTIMO SANGUE TRA CONTE E GRILLO PER LA GUIDA DEL MOVIMENTO CINQUESTELLE - A 72 ANNI BEPPEMAO PRETENDE DI ESSERE ANCORA IL PADRONCINO DEL M5S E NON VUOLE DARE L'OK ALLO STATUTO CHE GLI TOGLIEREBBE IL POTERE DI FARE E DISFARE COME GLI PARE - CONTE RINTUZZA: "O CI STA O IL PROGETTO DEL NUOVO M5S SALTA" - L'AVVOCATO DI PADRE PIO NON RISPONDE PIU' AL TELEFONO ALL'"ELEVATO DI TORNO" E HA PRETESO DI FARE TABULA RASA DELLA SQUADRA DEI LEGALI M5S: ANDREA CIANNAVEI, IL NOTAIO VALERIO TACCHINI ED ENRICO GRILLO, NIPOTE DEL FONDATORE E SUO AVVOCATO PERSONALE…

“NEL MOVIMENTO È DIFFICILE TROVARE QUALCUNO CHE SIA CONTRO BEPPE”DITE A CONTE CHE NELLA TENAGLIA GRILLO-DI MAIO RISCHIA DI FINIRE SCHIACCIATO – "L’ELEVATO" NON VUOLE CEDERE POTERE E HA DIMOSTRATO LA SUA INFLUENZA CONCEDENDO IL BIS ALLA RAGGI, PRIMO BERSAGLIO DEL REPULISTI CONTIANO. POI GRILLO HA BLOCCATO LA MODIFICA DEL SIMBOLO, HA PROVOCATO L'EX PREMIER SUI CINESI, STA PUNTANDO I PIEDI SULLO STATUTO – IL RUOLO DI DI MAIO E DI DIBBA CHE SPARA A ZERO CONTRO IL M5S. INTANTO CASALEGGIO JR...

IL DRAGHI INCAZZATO - INCENSATO SULLE DUE SPONDE DELL’ATLANTICO, OSSERVA DIVERTITO LE INTEMERATE DI GRILLO PRO-CINA: SI È LIMITATO A CHIEDERE A DI MAIO UNA DICHIARAZIONE PER SMARCARSI DALLA LINEA GENOVA-PECHINO. A IRRITARLO SEMMAI SONO GLI OCCHI A MANDORLA DI MASSIMO D'ALEMA – ALTRO MALUMORE: IL MINISTRO DALEMIANO ROBERTO SPERANZA. DOPO CHE L’EX FUNZIONARIO OMS ZAMBON HA RECAPITATO UN DOSSIER ALLA PROCURA DI BERGAMO CONTRO DI LUI, NON È ESCLUSO CHE NON FINISCA INDAGATO. INTANTO SILERI, SOTTOSEGRETARIO GRILLINO ALLA SALUTE, HA INIZIATO A CRITICARE SPERANZA...

NON FATE LEGGERE AL DUO DRAGHISTA MOLINARI-ELKANN L'INTERVISTA DI RAMPINI A "LA VERITÀ": "TRUMP HA AVUTO IL MERITO DI DARE UNA SPALLATA FORTE AL PENSIERO UNICO NEOLIBERISTA. LE CLASSI LAVORATRICI AVEVANO CAPITO DI ESSERE STATE FREGATE DALLA GLOBALIZZAZIONE - IL GRANDE CAPITALISMO BIG-TECH SI IDENTIFICA CON L'ESTABLISHMENT DI SINISTRA BIDEN? INTORNO A LUI È STATO STRETTO UN CORDONE SANITARIO. PERDE IL FILO, DEVE LEGGERE GLI APPUNTI. LA SITUAZIONE STA PEGGIORANDO - DRAGHI? L'ITALIA NON HA MAI AVUTO UN PRESIDENTE COSÌ FILO-AMERICANO…"

GUERRE PENTASTELLATE! - SE CONTE NON CAMBIA LO STATUTO, GRILLO MINACCIA DI RITIRARE IL SIMBOLO E SFILARSI DAL M5S - L'AVVOCATO DI PADRE PIO(NIENTE) COSTRETTO A RINCULARE: "L'ELEVATO DI TORNO" ESIGE DI DARE LA LINEA AL M5S, PRETENDE DI CONOSCERE (E VALUTARE) I NOMI DELLA NUOVA SEGRETERIA - ANCHE PER DEPOTENZIARE LE AMBIZIONI DI CONTE, GRILLO SI È ABBARBICATO A DRAGHI: COME SI FA A NON SOSTENERE L'UOMO CHE PUÒ RILANCIARE IL PAESE QUANDO L'EMERGENZA COVID SARÀ ALLE SPALLE? SENZA CONTARE CHE L'INGRESSO DELLA LEGA IN MAGGIORANZA HA TOLTO AI GRILLINI ANCHE L'ARMA DI FINE DEL MONDO: ANDARE ALL'OPPOSIZIONE...

DAGOREPORT – FATTE LE PRIMARIE (INUTILI), A ROMA ADESSO SI FA SUL SERIO: PRESTO ARRIVERANNO I PRIMI VERI SONDAGGI. LETTA GIÀ TREMA: UNA PARTE DEL PD, OLTRE A QUELLA EX RENZIANA, VUOLE CONVERGERE SU CALENDA, PER RISPEDIRE GUALTIERI TRA LE BRACCIA DEL SUO AFFETTUOSO SPONSOR MASSIMO D'ALEMA - I TIMORI DI ENRICHETTO SUL FUTURO POSIZIONAMENTO DEL M5S BY CONTE. “GIUSEPPI” MINACCIA (VIA PATUANELLI) SULLA GIUSTIZIA, E SOTTI-LETTA È TRA DUE FUOCHI: LUI SOSTIENE LA CARTABIA, MA HA PAURA CHE I GRILLINI AFFOSSINO LA RIFORMA…

DAJE CHE ARRIVANO I SOLDI! – LA “PAGELLA” DI BRUXELLES AL RECOVERY PLAN ITALIANO: LA VALUTAZIONE VEDE TUTTE A (IL MASSIMO) E UNA B ALLA VOCE “COSTI”, GLI STESSI VOTI DATI AGLI ALTRI PIANI GIÀ APPROVATI. IL DOCUMENTO CONFERMA L'ASSEGNAZIONE DI 191,5 MILIARDI – DOMANI URSULA SARÀ A ROMA (A CINECITTÀ) PER CONSEGNARE BREVI MANU LA VALUTAZIONE A DRAGHI. E POI SI SBOCCIA: CONFERMATI I 24,9 MILIARDI (IL 13%) DI PREFINANZIAMENTO, CHE ARRIVERANNO DOPO L'APPROVAZIONE DA PARTE DEL CONSIGLIO (CHE HA UN MESE DI TEMPO PER DARE L'OK)

IL CONTADINO PAOLINO –  DALL’ALTO DI ESSERE IL MASSIMO ESPERTO ITALIANO DI “STERCO DI VACCA” (DALLA FIRMA SUL MANIFESTO CONTRO LUIGI CALABRESI AL MEMORIALE DEL MANAGER FIAT ENZO PAPI “CUCINATO’’ DAL SUO CORRIERE, ETC.), ORA PAOLO MIELI SI LANCIA CONTRO L’EQUIPARAMENTO DELL’AGRICOLTURA BIOLOGICA A QUELLA BIODINAMICA - E LO FA, TRA GLI APPLAUSI DELLA CONFAGRICOLTURA E DEL MONDO FINANZIARIO, FARMACEUTICO, CHIMICO A LUI CARO (GIÀ NEL 2016 SI DISTINSE PER LA SANTIFICAZIONE DEI VELENI DEGLI OGM-MONSANTO), RICOPIANDO LE ONOREVOLI FREGNACCE DELLA SENATRICE ELENA CATTANEO: ”PRATICHE STREGONESCHE” (A PROPOSITO, CATTANEO E MIELI SANNO CHE IL TRAVASO DEL VINO LO SI FA SEGUENDO LE FASI LUNARI? STREGONERIA?)

SGARBI VERSIONE SAN PIETRO: “SARO’ L’ASSESSORE AI MIRACOLI. PAPA FRANCESCO VORREBBE CHE IO FACESSI L' ASSESSORE ALLA CULTURA A ROMA. SE POTESSE, VOTEREBBE SENZA DUBBIO PER ME” – "LA RAGGI HA DISTRUTTO L'IMMAGINE DELLA CITTÀ, LE INTITOLERÒ UN VESPASIANO - LA PROCURA DI ROMA MI ACCUSA DI AVER AUTENTICATO OPERE FALSE? INDAGINE SENZA SENSO. MA CHE CAZZO VOGLIONO DA ME?” – LE BORDATE SU MAFIA CAPITALE: “E’ SERVITA A PIGNATONE E ALLA RAGGI. NON ACCETTO CHE QUANDO DICI PARIGI PENSI AL LOUVRE, E QUANDO DICI ROMA PENSI ALLA...”

LA SOLUZIONE EUROPEA PER I MIGRANTI: PAGARE QUALCUNO PERCHE' SE LI TENGA - NELL'INCONTRO DRAGHI-MERKEL DI BERLINO SI FA STRADA IL "MODELLO TURCHIA" PER LA LIBIA: SOLDI AI PAESI DI TRANSITO COME AVVENUTO CON ANKARA, CHE SI È PRESO IN CARICO LA GESTIONE SUL SUO TERRITORIO DEI PROFUGHI SIRIANI IN CAMBIO DI MILIARDI DI EURO (QUANDO FA COMODO, ERDOGAN NON È PIÙ UN "DITTATORE"...) - SUPER MARIO VUOLE SUPERARE LE DIVISIONI TRA SUD E NORD EUROPA SULL'ACCOGLIENZA, MA INTANTO DI REDISTRIBUZIONE OBBLIGATORIA NON SE NE PARLA...

DIPARTITO DEMOCRATICO - ALTRO CHE BAGNO DI DEMOCRAZIA, LE PRIMARIE DEL PD A ROMA E BOLOGNA SONO UN MEZZO FLOP! VA TUTTO COME PREVISTO (DALL'APPARATO): VINCONO GUALTIERI E LEPORE, MA NELLA CAPITALE I VOTANTI SONO MENO DEL 2016, QUANDO IL PARTITO ERA STATO AZZOPPATO DA "MAFIA CAPITALE" - CHE COINCIDENZA: DOPO UN RICONTEGGIO MAGICAMENTE IERI SERA SI È PASSATI DA 37MILA VOTANTI A 45MILA. PROPRIO LA CIFRA CHE IL PD ROMANO ANDAVA PROFETIZZANDO DA UNA SETTIMANA - CAUDO: "FILE ANOMALE, IRREGOLARITÀ E POCHI CONTROLLI"