AGHI DI PINO – PINO INSEGNO, OSPITE DI “BELLAMÀ”, PARLA DEI DATI FLOP DELLA SUA TRASMISSIONE, “IL MERCANTE IN FIERA”, CROLLATA SOTTO IL 2%, E SI LAGNA: “STO MALISSIMO, LE CRITICHE NON SONO LOGICHE, NON SONO MIRATE. È STATA UNA SCOMMESSA QUELLA DI ACCETTARE QUELLO SLOT. UN GIORNALISTA DOVREBBE DIRE: IL PROGRAMMA PARTE DALLO 0,8%, ALLORA CHE ARRIVI AL 3% O AL 4% È UNA FATICA. INVECE C’È L’ATTESA DI DIRE: HAI VISTO? SEI RACCOMANDATO!” – IN RAI SI DANNO DUE SETTIMANE PRIMA DI… – VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell'articolo di Antonella Baccaro per www.corriere.it

 

pino insegno - mercante in fiera pino insegno - mercante in fiera

Respinge le critiche piovute sul suo esordio alla conduzione di «Il mercante in fiera», il game-show su Rai2, Pino Insegno, ospite di Pierlugi Diaco a «BellaMà», stessa rete. Il crollo degli ascolti sotto il 2% starebbe inducendo gli autori a un ripensamento del programma. Ma intanto il comico e doppiatore, sollecitato da Diaco, confessa di essere rimasto molto colpito dai commenti: «Fanno male» ammette. «E come stai?» lo incalza il presentatore: «Male, male, male. Ci soffro moltissimo - ripete Insegno - perché le critiche non sono logiche, non sono mirate».

 

GIORGIA MELONI PINO INSEGNO - VIGNETTA BY MACONDO GIORGIA MELONI PINO INSEGNO - VIGNETTA BY MACONDO

Gli viene chiesto in che senso, e lui spiega che, quando comincia un programma, un critico dovrebbe valutare se funziona, com’è il conduttore e chiedersi se gli ascolti potranno crescere. «Rai2 - dice Insegno - è una rete che deve essere scoperta in certi orari. È stata una scommessa la mia, quella di accettare quello slot, che crescerà e arriverà dove deve arrivare. Un giornalista dovrebbe dire: il programma parte dallo 0,8%, allora che arrivi al 3% o al 4% è una fatica importante. Invece c’è quasi l’attesa di dire: Hai visto? Sei raccomandato! Ma sono 43 anni che faccio questo mestiere!».

 

[…]

pino insegno e lavinia abate pino insegno e lavinia abate

 

In Rai si sarebbero presi un paio di settimane per verificare l’andamento della curva degli ascolti. Intanto il conduttore, che è in predicato per la conduzione dell’«Eredità», va avanti: «Io mi ricarico uscendo, andando al bar a prendere un caffè e vedendo il sorriso del barista, di quello che mi offre il caffè o mi dà una pacca sulla spalla… Un microcosmo che mi ridà la forza di ricominciare».

pino insegno il mercante in fiera pino insegno il mercante in fiera pino insegno pino insegno pino insegno giorgia meloni pino insegno giorgia meloni lavinia abate pino insegno 2 lavinia abate pino insegno 2 lavinia abate pino insegno lavinia abate pino insegno lavinia abate pino insegno lavinia abate pino insegno

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…