BYE BYE RAI ENGLISH – SALINI ACCANTONA IL PROGETTO DEL CANALE IN INGLESE, GIÀ COSTATO AGLI ITALIANI ALMENO 2 MILIONI DI EURO NONOSTANTE NON SIA MAI ANDATO IN ONDA – È UNO DEI TANTI VOLI PINDARICI DELLA STAGIONE DEL GOVERNO DI RENZI. FU LUI  A PROPORLO NEL 2016: LA DIREZIONE DOVEVA ANDARE ALLA MAGGIONI, CITATA NELLE CARTE DELL’INCHIESTA SULLA FONDAZIONE OPEN PER LA COMUNICAZIONE DIRETTA CON L’AVVOCATO ALBERTO BIANCHI…

-

Condividi questo articolo


Alessandro Da Rold per “la Verità”

FABRIZIO SALINI FABRIZIO SALINI

 

Rai, we can' t. Non ci sarà un canale in inglese sulla nostra televisione di Stato. Il progetto è stato accantonato dall' amministratore delegato Fabrizio Salini per esigenze di bilancio, come già anticipato da Striscia la Notizia.

 

Del resto la televisione di Stato rischia il default per i conti in rosso, tanto che il ministro dell' Economia, Roberto Gualtieri, avrebbe già mandato l' avviso di sfratto proprio a Salini, in scadenza in primavera. Il default sarebbe stato evitato grazie all' ennesimo intervento del Mef, distraendo risorse alla legge di Bilancio.

monica maggioni monica maggioni

 

Proprio per questo vale la pena raccontare la storia del progetto Rai English, già costato agli italiani almeno 2 milioni di euro solo per partire ma poi finito nel cestino e mai andato in onda. È uno dei tanti voli pindarici della stagione del governo di Matteo Renzi.

In pochi lo ricordano, ma fu l' attuale leader di Italia viva a parlarne per primo in una delle sue storiche dirette #matteorisponde da Palazzo Chigi.

 

All' epoca Renzi rispondeva su Facebook e Twitter durante piccole maratone digitali.

Erano i primi mesi del 2016, a poca distanza dall' appuntamento del 4 dicembre sul referendum costituzionale. Le promesse si sprecavano per convincere gli italiani ad andare a votare per il sì.

 

monica maggioni matteo renzi 2 monica maggioni matteo renzi 2

«Un canale Rai solo in lingua inglese con i sottotitoli? È un progetto sul quale la Rai potrà lavorare. Girerò la richiesta ai vertici dell' azienda», spiegò l' ex segretario del Pd che veniva ripreso più volte per il suo accento non particolarmente british. A quanto pare lo fece per davvero, perché la macchina per inaugurare un canale in inglese sulla Rai entrò in moto. Erano altri tempi.

 

C' era ancora come direttore generale Antonio Campo Dall' Orto, mentre il presidente era Monica Maggioni, che, come riportato dalle carte sull' inchiesta della Fondazione Open, aveva un canale di comunicazione diretta con Alberto Bianchi, l' avvocato del Giglio magico.

 

alberto bianchi alberto bianchi

Poi, fino al 2019, si è parlato poco del progetto. Anche se già dopo la stagione del renzismo diversi quotidiani davano spazio alle pressioni della Maggioni per portarlo avanti.

Sta di fatto che nel marzo del 2019, nonostante l' arrivo del primo governo di Giuseppe Conte a trazione Lega-M5s, Rai English riesce a trovare spazio nel piano industriale. E in viale Mazzini decidono che a gestirlo sarà Rai Com, braccio commerciale della tv statale, presieduto da un mese proprio da Monica Maggioni. Per diversi commentatori Rai English è proprio un regalo all' ex presidente, grande amica di Bianchi e Renzi. Salini in aprile annuncia in pompa magna che il canale andrà «a riempire un tassello della tv pubblica che in Italia non esiste e che è già forte negli altri Paesi europei». In pochi mesi scoppia la polemica. L' associazione Rai Bene comune pubblica a maggio su Facebook un lungo post di critica su tutta la vicenda.

monica maggioni antonio campo dall orto monica maggioni antonio campo dall orto

 

«La Rai», si legge in un post ancora presente sul social network, «pur avendo uomini e mezzi, decide di sottrarsi dai suoi obblighi e delega la potente Rai Com, il suo braccio commerciale, per realizzare il canale, tentando forse di trasformare quello che dovrebbe essere un servizio in un business [] .

 

Quali sono le reali ragioni che portano un canale così importante per il servizio pubblico a essere "subappaltato" a una società con fini esclusivamente commerciali? Chi sta sostenendo i costi per finanziare il progetto?».

fabrizio ferragni rai 1 fabrizio ferragni rai 1

 

Le risposte non arrivano. Ma i lavori proseguono in ogni caso. Anzi, c' è già chi azzarda un' ipotesi. Dopo Rai Com, Maggioni diventerà il direttore proprio del canale in inglese. Ma la situazione si raffredda in poco tempo.

 

Già nel settembre dello scorso anno il nome dell' ex presidente Rai inizia a circolare per altre direzioni. Per di più, come direttore di Rai English arriva Fabrizio Ferragni.

È il canto del cigno. I soldi sono ormai perduti. Maggioni intanto conduce su Rai 1 il programma Sette storie, il lunedì in seconda serata. Tutto in italiano.

ALBERTO BIANCHI E MARIA ELENA BOSCHI ALBERTO BIANCHI E MARIA ELENA BOSCHI fabrizio salini foto di bacco (3) fabrizio salini foto di bacco (3) FABRIZIO SALINI FABRIZIO SALINI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“IL VERO SPARTIACQUE TRA DESTRA E SINISTRA NEL XXI SECOLO SARA’ TRA CHI GUARDA ALLE ORIGINI DELLA NATURA UMANA E CHI NE IMMAGINA UN SALTO GRAZIE ALLA TECNOLOGIA” – POLITO: “E' UNA RIBELLIONE CONTRO IL POTERE DELLA TECNOLOGIA. NON E’ UN ATTEGGIAMENTO ANTI-SCIENTIFICO MA METTE IN DISCUSSIONE IL PROGRESSO, CONTESTA LA RAPIDITÀ SCONVOLGENTE CON CUI STA MODIFICANDO LA VITA DELLE PERSONE. È UN SENTIMENTO GIÀ VISTO ALL'OPERA CONTRO I VACCINI, E CHE SI TRADUCE NEL TIMORE CHE LA TECNOLOGIA POSSA MODIFICARE CORPO E MENTE, DANDO VITA A UNA POST-UMANITÀ. LA SINISTRA DEVE RIFUGGIRE DALL'ECCESSO DI SEMPLIFICAZIONE: UN NEO-POSITIVISMO NON DA' RISPOSTE A CHI TEME LA PERDITA DI TRATTI DEL GENERE UMANO. E C'È IL PERICOLO CHE LA NUOVA DESTRA FINISCA PER DEMONIZZARE LA RICERCA E LA TECNOLOGIA”

business

VELENI AD ALTA QUOTA – REPORT INTERNI, MAIL INTERCETTATE, DOSSIERAGGI: È GUERRA TRA LAZZERINI E ALTAVILLA! L’AD DI “ITA AIRWAYS”, ATTACCA ALZO ZERO L’EX PRESIDENTE, CHE AVREBBE GESTITO L’AZIENDA IN MANIERA PADRONALE E “PRIVATISTICA”. UN ESEMPIO? IL VOLO PER LA SARDEGNA DOVE SI SONO ACCOMODATI PARENTI E AMICI, A SPESE DELLA COMPAGNIA (CON TANTO DI CAMBIO DI AEREO PER FAR POSTO A TUTTI) – E COSÌ, MENTRE LA COMPAGNIA PROCEDE SPEDITA VERSO IL BARATRO, CI SARANNO DUE CAUSE INCROCIATE: UNA ANNUNCIATA DA ALTAVILLA, L’ALTRA QUELLA CHE SI RISERVA DI PROMUOVERE IL TESORO CONTRO IL MANAGER…

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO NO "PUBLISPEI" NO PARTY! – PER FESTEGGIARE I 50 ANNI DELLA CASA DI PRODUZIONE, FESTONE NEL CAFÉ DI VIA DELLA CONCILIAZIONE A ROMA – CON LINO BANFI, SCORTATO DALLA FIGLIA ROSANNA E DA ELEONORA GIORGI, C'ERA IL TRIO DI TESTE D'ARGENTO CHRISTIAN DE SICA, GIULIO SCARPATI E NINETTO DAVOLI – E POI ARISA CON UN “PAGLIA E FIENO” CHE SI FA A MIAMI DI VERDONIANA MEMORIA E UN INGELATINATO EDOARDO PESCE CON I CALLI SULLE MANI (È TORNATO AL PUB DI SAN LORENZO O FA SOLO BOXE?)

viaggi

salute